Alfonso XI di Castiglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfonso XI
Ritratto di Alfonso XI il Giustiziere
Ritratto di Alfonso XI il Giustiziere
Re di Castiglia
In carica 1312 - 1350
Predecessore Ferdinando IV il Convocato
Successore Pietro I il Crudele
Nome completo Alfonso Fernandez
Altri titoli re del León
Nascita Salamanca, 13 agosto 1311
Morte Gibilterra, 26 marzo 1350
Casa reale Anscarici
Padre Ferdinando IV il Convocato
Madre Costanza del Portogallo
Consorte Costanza Manuel
Maria di Portogallo
Figli Ferdinando e
Pietro, di secondo letto
Pietro Alfonso
Sancho Alfonso
Enrico di Trastamara
Federico Alfonso
Ferdinando Alfonso
Tello di Castiglia
Giovanna Alfonso
Giovanni Alfonso
Sancho d'Alburquerque e
Pietro di Castiglia, figli illegittimi
avuti da Eleonora di Guzmán

Alfonso Fernandez, detto il Giustiziere (el Justiciero). Alfonso anche in spagnolo e in asturiano, Alfons in catalano, Afonso in galiziano e in portoghese, Alifonso in aragonese, Alfontso in basco e Adefonsus o Alfonsus in latino (Salamanca, 13 agosto 1311Gibilterra, 26 marzo 1350), fu re di Castiglia e León dal 1312 al 1350.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Statua di Alfonso XI ad Algeciras.

Figlio terzogenito (ma unico maschio) del re di Castiglia e León, Ferdinando IV di Castiglia e di Costanza del Portogallo.[1] [2][3][4][5]

Alfonso XI in una miniatura tratta dalle cronache di Jean Froissart, ca. 1410

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel Chronicon Domini Joannis Emmanuelis viene riportata, nell'agosto del 1311, a Salamanca, la nascita di Alfonso (Dns Alfonsus Rex, filius Dni Fernandi in Salmantica)[2].

Salì al trono di Castiglia e León, nel 1312, alla morte del padre quando aveva soltanto un anno di età.
La nonna paterna, che già era stata tutrice di suo padre dal 1295 al 1301, Maria di Molina, fu nominata tutrice del nipotino, e dovette assumere nuovamente la reggenza, coadiuvata dai figli [prima Pietro (1290-1319) e poi Filippo (1292-1327)] che tenne sino alla sua morte avvenuta a Valladolid nel 1321[6].

Alla morte della nonna, lo zio paterno, Filippo, continuò ad essere il suo tutore fino alla sua maggiore età, raggiunta a 14 anni[6].

Nel 1325, il 28 novembre, a Valladolid, Alfonso XI sposò Costanza Manuel (1318/1323-1345), figlia dello scrittore ed uomo politico, Giovanni Emanuele di Castiglia (discendente di Ferdinando III di Castiglia, che era suo nonno, mentre Alfonso X di Castiglia era suo zio) e della sua seconda moglie, Constanza d'Aragona (1300-1327), figlia del re d'Aragona Giacomo II.
Il matrimonio, nel novembre del 1325, a Valladolid, tra il re di Castiglia e Costanza (Regina Dna Constantia, filia…Dni Joannis filii Infantis Dni Emmanuelis) è confermato dal Chronicon Domini Joannis Emmanuelis[2]. Data la giovanissima età della sposa il matrimonio non fu consumato.
Nel 1327, dato che Alfonso era interessato alla principessa Maria del Portogallo ripudiò Costanza, la relegò nel castello della città di Toro e fece in modo che il matrimonio nello stesso anno fosse dichiarato nullo.[7][8]

Il 26 marzo del 1328, ad Alfaiates, nei pressi di Sabugal, Alfonso sposò Maria di Portogallo, figlia del re del Portogallo Alfonso IV e della Principessa di Castiglia, Beatrice di Castiglia.[2][9].
Nel Chronicon Domini Joannis Emmanuelis viene riportato che Alfonso XI e Maria, celebrarono il loro matrimonio, nel marzo del 1328, ma, in quanto cugini, ebbero bisogno di una dispensa papale (filia Regis Portugaliæ consanguinea…dispensatione Papæ)[2].

Negli stessi anni, dal 1329 circa, Alfonso iniziò una relazione con Eleonora di Guzmán (1310-1351), figlia del nobile castigliano Pietro Núñez di Guzmán (discendente dalla casa di San Domenico di Guzmán) e di Giovanna Fernandez Ponce de León, discendente del re Alfonso IX di León[2].

Alfonso ingrandì il suo regno a spese dei musulmani fino a raggiungere lo Stretto di Gibilterra; infatti, dopo che, nel 1333, i Merinidi avevano rioccupato Gibilterra[10], nel 1340, con la collaborazione del regno di Aragona (Pietro IV di Aragona inviò la flotta aragonese) e del regno del Portogallo (il suocero Alfonso IV, nonostante fosse in collera con lui per l'umiliazione che infliggeva a sua figlia Maria, per via della Guzmán, e avesse fatto guerra alla Castiglia, per tre anni, dal 1336 al 1339, gli inviò delle truppe), all'assedio di Tarifa, Alfonso riportò la fondamentale vittoria del rio Salado sulle truppe del sultano del Marocco, Abû al-Hasan b. 'Uthmân (4 aprile 1340)[2] ed inoltre, si arrivò alla pace tra Portogallo e Castiglia siglata a Siviglia il 10 luglio 1340; nel 1344, infine, Alfonso XI, dopo oltre due anni di assedio, con l'aiuto dei cavalieri di tutta Europa, conquistò la città di Algeciras, bloccando l'espansione dei Merinidi[2].

Venne chiamato il Giustiziere per la fermezza e a volte la crudeltà, incluso l'omicidio, con la quale seppe reprimere le rivolte della nobiltà, che gli era ostile, ponendo fine allo stato di anarchia in cui si trovava il regno nel momento in cui assunse il potere.

Morì all'assedio di Gibilterra nel 1350, vittima della peste[2].
Il suo cadavere fu portato a Jerez de la Frontera, dove fu imbalsamato e le sue interiora furono sepolte nella cappella reale dell'alcazar, mentre il suo corpo fu inumato a Siviglia[2].

Regno di Castiglia
Casa di Borgogna

Coat of Arms of Castile with the Royal Crest.svg

Alfonso XI

Alfonso XI è stato il solo monarca europeo a morire durante la Peste Nera; morì giovane evitando un'eventuale scontro col figlio, Pietro; ma contemporaneamente fu una sfortuna perché morì un sovrano di eminenti capacità; infatti va ricordato per l'intervento con cui convertì in norme giuridiche vigenti le Siete Partidas di Alfonso X, emanando la Ley de las Siete Partidas.

dx

Moneta di Alfonso XI, del 1345 circa, coniata in Biglione, ritrovata nel Kentucky, Usa, nel 1949 circa.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Alfonso e Maria ebbero due figli:[2][3][4][11]

Alfonso ebbe dieci figli illegittimi da Eleonora di Guzmán:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Costanza del Portogallo era figlia di Dionigi del Portogallo e di Isabella di Aragona, a sua volta figlia del re di Aragona Pietro III di Aragona e della regina Costanza di Sicilia.
  2. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Reali di Castiglia
  3. ^ a b (EN) Casa d'Ivrea- genealogy
  4. ^ a b (EN) Alfonso XI PEDIGREE
  5. ^ (DE) Ferdinando IV di Castiglia genealogie mittelalter
  6. ^ a b (EN) Reali di Castiglia
  7. ^ Poi Costanza Manuel sposò, il fratello di Maria, l'erede al trono del Portogallo, Pietro.
  8. ^ (EN) Nobiltà castigliana
  9. ^ Beatrice di Castiglia era figlia del re di Castiglia e León, Sancho IV l'Ardito, e di Maria di Molina, figlia di Alfonso di Molina (figlio del re del León, Alfonso IX e della regina di Castiglia, Berenguela) e della sua terza moglie, Mayor Téllez di Meneses
  10. ^ Gibilterra era stata liberata da suo padre, Ferdinando IV di Castiglia, nel 1309.
  11. ^ (DE) Alfonso XI di Castiglia genealogie mittelalter

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel medioevo, in Storia del mondo medievale (trad. it. della Cambridge Medieval History), vol. VII, 1999, pp. 576-610

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 89811460 LCCN: n/83/032236