Pietro I del Portogallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pietro I
Ritratto di Pietro I del Portogallo
Ritratto di Pietro I del Portogallo
Re del Portogallo
In carica 29 maggio 1357 – 18 gennaio 1367
Predecessore Alfonso IV
Successore Ferdinando I
Nome completo Pietro Alfonso
Altri titoli re dell'Algarve
Nascita Coimbra, Portogallo, 18 aprile 1320
Morte Estremoz, Portogallo, 18 gennaio 1367
Casa reale Casa capetingia di Borgogna
Padre Alfonso IV
Madre Beatrice di Castiglia
Consorte Bianca di Castiglia
Costanza Manuel
Inés de Castro
Figli Luigi
Maria del Portogallo e
Ferdinando, di secondo letto
Beatrice
Alfonso
Giovanni e
Dionigi di terzo letto
Giovanni il Buono o di Aviz, illegittimo

Pietro Alfonso, Pietro di Borgogna, detto il Giustiziere (o Justiceiro), o il Crudele (o Cruel), o il Vendicativo (o Vingativo). Pero in aragonese, Petri in basco, Pedro in spagnolo, in portoghese e in galiziano, Pere, in catalano, Pedru in asturiano, Pèire in occitano e Pierre in francese (Coimbra, 19 aprile 1320Estremoz, 18 gennaio 1367), ottavo re del Portogallo e dell'Algarve dal 1357 al 1367.

Origine[1][2][3][4][modifica | modifica sorgente]

Era il figlio quartogenito del re del Portogallo Alfonso IV e della Principessa di Castiglia, Beatrice di Castiglia.[5].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Inés de Castro
Inés de Castro, l'amante (e moglie) giustiziata del re Pietro I del Portogallo. Secondo una leggenda, Pietro avrebbe riesumato il corpo di Ines, l'avrebbe posto sul trono e coronato regina del Portogallo con una splendida cerimonia, costringendo il clero e la nobiltà a baciare le ossa delle sue mani.

Pietro e la sorella Maria (Don Pedro, D. Maria) sono citati nel Nobiliario del loro zio, Pietro, conte di Barcelos come figli del re Alfonso IV (D. Alonso…Rey) e della moglie, Beatrice di Castiglia (D. Beatriz)[1].

La nascita di Pietro, nel Chronicon Conimbricensi è datata 18 aprile 1320[1].
Pur essendo il maschio terzogenito, alla nascita Pietro fu designato come erede al trono in quanto i suoi fratelli, Alfonso e Dionigi, erano già morti[1].

Ad Alfayete, nel 1325, all'età di circa cinque anni, fu sposato con la principessa castigliana, Bianca di Castiglia (circa 1315-Burgos 1375), figlia di Pietro di Castiglia[6] e di Maria d'Aragona[7]. Il matrimonio, per la giovane età di Pietro, non fu mai consumato e fu annullato nel 1330[1][8].

Pietro, il 24 agosto 1339, a Lisbona, sposò la principessa castigliana Costanza Manuel[9] (1318/13231345),[1].
Il matrimonio è confermato nel Nobiliario dello zio, Pietro, conte di Barcelos[1].
Costanza Manuel era al suo secondo matrimonio, infatti, nel 1325, era stata sposata con Alfonso XI di Castiglia ma, data la giovanissima età della sposa, il matrimonio non fu mai consumato e nel 1327 Costanza era stata ripudiata ed il matrimonio era stato annullato[10].

Dopo il matrimonio, Pietro aveva conosciuto una dama di compagnia della moglie, la giovane galiziana, Inés de Castro[11] e se ne era innamorato perdutamente, e pur cercando di non ostentare la relazione, trascurava la moglie ed i figli; dopo la nascita dell'erede al trono, Ferdinando e la conseguente morte della moglie, a seguito del parto, nel 1346, la relazione divenne nota a tutti.
Dopo la morte della moglie Costanza, Pietro rifiutò qualsiasi partito che non fosse Inés de Castro, anzi, sembra in quello stesso anno (1346) Pietro sposò in segreto Inés de Castro[1].
A nulla valsero le raccomandazioni e gli ammonimenti del padre Alfonso IV; non solo la relazione proseguì ma i figli della de Castro, sani e forti, erano tenuti in conto più dell'erede al trono, debole e malaticcio e l'entourage castigliano della donna acquisiva ogni giorno sempre più potere, e trascinava il Portogallo nelle lotte interne al regno di Castiglia[1][12].

Dopo che Pietro, a Braganza, nel 1354, aveva sposato apertamente Inés de Castro[1][13], Alfonso IV, sempre più preoccupato per la sorte del nipote e per l'invadenza dei castigliani, per risolvere la situazione, nel gennaio 1355, diede l'ordine di assassinare la nuora[1].
Il Chronicon Conimbricensi riporta che Fu Alfonso IV a dare l'ordine di uccidere Ines[1].
Pietro reagì immediatamente e, in preda all'ira, per l'omicidio della moglie, armato un esercito scatenò una breve guerra civile contro il padre[1], nel nord del regno tra i fiumi Duero e Minho, che si esaurì nel corso del 1356 e all'inizio del 1357, fece pace col padre, che lo costrinse a perdonare gli assassini.

Alfonso IV morì il 28 maggio del 1357 e alla sua morte Pietro gli successe sul trono[1].
Appena salito sul trono Pietro si vendicò degli assassini dell'amata facendoli giustiziare e, nel 1360, rese ufficiale il suo matrimonio con Inés de Castro, considerandola regina del Portogallo, anche se postuma.[14].

In politica interna si dedicò alla rigorosa amministrazione della giustizia, riuscendo ad ottenere l'uguaglianza di tutti gli uomini davanti alla legge, incrementò i redditi della corona e continuò a contrastare i troppi benefici della chiesa.

Re del Portogallo
della Casa di Borgogna
PortugueseFlag1143.svg

Alfonso I
Sancho I
Alfonso II
Sancho II
Alfonso III
Dionigi
Alfonso IV
Pietro
Ferdinando
Beatrice
Modifica
Particolare della tomba di Pietro I

In politica estera Pietro mantenne il Portogallo in una situazione di neutralità, se si eccettua un intervento, subito dopo essere salito sul trono, a favore di Pietro IV di Aragona, nella guerra dei due Pietri combattuta tra il regno di Castiglia ed il regno di Aragona; non intervenne nella guerra civile di Castiglia

Morì nell'Alentejo, il 18 gennaio del 1367, e fu sepolto nel Monastero di Alcobaça[1].
Il Chronicon Conimbricensi riporta la morte di Pietro (Doñus Petrus Rex Portugalensis, filius Doñi Alfonsi et Reginæ Doñæ Beatricis…apud Stremoz), il 18 gennaio 1367 e la sua sepoltura nel Monastero di Alcobaça (Alcobacia)[1].
Alla sua morte gli successe il figlio Ferdinando.

Tomba di Pietro I

Discendenza[1][2][3][15][modifica | modifica sorgente]

Pietro e Costanza ebbero tre figli:

Da Inés de Castro ebbe quattro figli:

Dall'amante Teresa Lourenço,[16] dopo la morte di Inés de Castro, Pietro ebbe almeno un figlio:

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Gran Maestro dell'Ordine del Cristo - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine del Cristo
Gran Maestro dell'Ordine di San Giacomo della Spada - nastrino per uniforme ordinaria Gran Maestro dell'Ordine di San Giacomo della Spada

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q (EN) Reali di Portogallo
  2. ^ a b (EN) Capetingi del Portogallo- genealogy
  3. ^ a b (EN) Pietro del Portogallo- PEDIGREE
  4. ^ (DE) Alfonso IV di Portogallo genealogie mittelalter
  5. ^ Beatrice di Castiglia era figlia del re di Castiglia e León, Sancho IV l'Ardito, e di Maria di Molina, figlia di Alfonso di Molina (figlio del re del León, Alfonso IX e della regina di Castiglia, Berenguela) e della sua terza moglie, Mayor Alfonso di Meneses.
  6. ^ Pietro di Castiglia (Valladolid, 1290- ucciso durante la battaglia di Vega di Granada, 25 giugno 1319), figlio del re di Castiglia, Sancho IV e di Maria di Molina, fu signore di Cameros, Almazán, Berlanga, Monteagudo e Cifuentes, fu maggiordomo di suo fratello, il re di Castiglia, Ferdinando IV, dal 25 febbraio 1310 al 29 gennaio 1311. Nel 1312 fu nominato tutore del nipote, Alfonso XI e fu reggente di Castiglia sino alla morte avvenuta per mano dei Mori.
  7. ^ Maria d'Aragona (1299-1327), era figlia del re della corona d'Aragona, Giacomo II e di Bianca di Napoli.
  8. ^ Bianca di Castiglia, dopo l'annullamento, prese i voti e, nel 1331, divenne badessa del monastero di Santa María la Real de Las Huelgas, a Burgos, dove morì.
  9. ^ Costanza Manuel era figlia dello scrittore ed uomo politico, Giovanni Emanuele di Castiglia (discendente di Ferdinando III di Castiglia, che era suo nonno, mentre Alfonso X di Castiglia era suo zio) e di Constanza d'Aragona (13001327), figlia del re d'Aragona Giacomo II
  10. ^ (EN) Nobiltà castigliana
  11. ^ Inés de Castro era figlia di Pedro Fernández de Castro (? – 1342), signore di Monforte de Lemos e Sarria e membro di una delle famiglie più antiche e illustri della Galizia, oltre che nipote di re Sancho IV, e della di lui amante Aldonza Lorenzo de Valladares (1270 c.a. – ?).
  12. ^ Dopo che Pietro I di Castiglia era salito al trono erano iniziate lotte intestine che sfociarono, nel 1354, in una guerra civile che durò circa quindici anni.
  13. ^ Il matrimonio è confermato nel Nobiliario dello zio, Pietro, conte di Barcelos
  14. ^ José H. Saraiva, Storia del Portogallo, Paravia, 2002
  15. ^ (DE) Pietro I di Portogallo genealogie mittelalter
  16. ^ Teresa Lourenço era figlia di un mercante di Lisbona, certo Lourenço Martins

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel medioevo, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, pp. 576–610, Garzanti, 1999

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Re del Portogallo Successore PortugueseFlag1248.svg
Alfonso IV 28 maggio 1357 - 18 gennaio 1367 Ferdinando