Enrico I di Castiglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Enrico I
Miniatura medievale del re Enrico I, tratta dal Libro de los Reyes
Miniatura medievale del re Enrico I, tratta dal Libro de los Reyes
Re di Castiglia
In carica 1214 - 1217
Predecessore Alfonso VIII
Successore Berenguela
Nome completo Enrico Alfonso
Altri titoli re di Toledo e re dell'Estremadura
Nascita Valladolid, 1204
Morte Palencia, 1217
Casa reale Anscarici
Padre Alfonso VIII
Madre Eleonora Plantageneta

Enrico Alfonso, Enrique in spagnolo e in asturiano, Enric in catalano, Henrique in portoghese, in galiziano e in aragonese e Henrike in basco, Henricus in latino (Valladolid, 14 aprile 1204Palencia, 6 giugno 1217), fu re di Castiglia dal 1214 al 1217.

Origine[1][2][3][modifica | modifica sorgente]

Figlio del re di Castiglia Alfonso VIII e di Eleonora Plantageneta, sesta figlia legittima, seconda femmina, del re d'Inghilterra, duca di Normandia e conte d'Angiò, Enrico II e della duchessa d'Aquitania e Guascogna e contessa di Poitiers, Eleonora d'Aquitania, figlia primogenita del duca Guglielmo X il Tolosano e di Aénor di Châtellerault.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Secondo gli Annali toledani[4] Enrico nacque a Valladolid il 14 aprile 1204[1].

Nel 1211, alla morte del fratello, Fernando o Ferdinando, Enrico divenne l'erede al trono[1].

Nel 1214, alla morte del padre, il 5 ottobre, Enrico, all'età di circa 10 anni, salì sul trono di Castiglia, coi titoli di re di Castiglia di Toledo e dell'Estremadura[1]; la reggenza fu affidata prima alla madre Eleonora che dopo pochi giorni, verso la fine di quello stesso mese di ottobre, morì (sembra per il dolore causato dalla perdita del marito) e poi alla sorella maggiore, Berenguela[1], ex regina consorte del regno di León, in quanto si era separata dal marito, Alfonso IX.

Regno di Castiglia
Casa di Borgogna

Coat of Arms of Castile with the Royal Crest.svg

Enrico I
Sepolcro del re Enrico I di Castiglia. Monastero de las Huelgas di Burgos.

Si aprì un periodo turbolento di scontri tra la reggente, Berenguela e Álvaro Núñez de Lara, della potente famiglia dei Lara, appoggiato dalla nobiltà e sostenuto dai cavalieri dell'Ordine di San Giacomo e dall'alto clero[1], che ebbe il sopravvento e governò in quegli anni come un vero re.
Nel 1215 Berenguela concordò col re del Portogallo, Sancho I del Portogallo il matrimonio del fratello Enrico con la principessa Mafalda del Portogallo [1] Il matrimonio però venne annullato, per consanguineità, prima che potesse essere consumato, per la giovane età di Enrico. Dopo la separazione dal fidanzato/marito, Mafalda divenne la Signora di Arouca, fondatrice e suora del convento cistercense di Arouca vicino a Lisbona e fu beatificata il 27 giugno 1793 dal Papa Pio VI[1].
Alvaro Nuñez concordò allora con il re del León Alfonso IX il matrimonio di Enrico con la figlia primogenita di Alfonso, Sancha II [1] ma il matrimonio non poté essere celebrato per la morte improvvisa di Enrico. Sancha, nel 1217, dopo la morte di Enrico, si fece suora e si ritirò nel monastero di Villabuena de Carracedo[1].

Alla morte di Enrico, dovuta a un casuale incidente; secondo gli Annali compostellani[5], mentre stava giocando, in un cortile, con alcuni coetanei, fu ucciso da una tegola staccatasi da un tetto che lo avrebbe colpito al capo.
Enrico fu tumulato nello stesso Monastero de las Huelgas di Burgos, dove già erano stati sepolti i suoi genitori.

La successione toccò alla sorella maggiore, Berenguela, che rinunciò quasi immediatamente al trono in favore del proprio figlio Ferdinando il cui padre era il re del León Alfonso IX. Ferdinando divenne così il nuovo re di Castiglia come Ferdinando III, segnando così il ridimensionamento del potere dei Lara e propiziando così la futura unione definitiva dei regni di Castiglia e di León.

Discendenza[1][2][6][modifica | modifica sorgente]

Di Enrico non si conosce alcuna discendenza.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Dinastie reali di Castiglia
  2. ^ a b (EN) Casa d'Ivrea-genealogy
  3. ^ (DE) Alfonso VIII genealogie mittelalter
  4. ^ Gli Annali toledani sono una serie di annali, raccolto in tre parti riguardanti il regno di Toledo, il primo narra il periodo che inizia con la creazione della Contea di Castiglia, sino al 1219, il secondo termina col 1250 ed il terzo arriva sino al secolo XIV.
  5. ^ Gli Annali compostellani o cronaca compostellana sono annali scritti ne La Rioja, ma ritrovati a Santiago de Compostela, inerenti al periodo che va dalla dominazione romana alla riconquista di Siviglia, del 1248, della storia della Castiglia, del León, delle Asturie e della Navarra.
  6. ^ (DE) Enrico I genealogie mittelalter

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rafael Altamira, "La Spagna (1031-1248)", in Storia del mondo medievale, vol. V, 1999, pp. 865–896.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Armi del regno di Castiglia
Re di Castiglia
Successore
Alfonso VIII 12141217 Berenguela

Controllo di autorità VIAF: 9614556