Isabella di Castiglia (1283-1328)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno di Castiglia
Casa di Borgogna

Coat of Arms of Castile with the Royal Crest.svg

Figli
Figli
Figli
Figli

Isabella Sanchez di Castiglia, Isabel in aragonese, in spagnolo, in basco, in galiziano, in asturiano e in portoghese; in catalano Isabel o Elisabet; Elisabét in occitano, Isabelle in francese, Elizabeth in inglese, Elisabeth in tedesco e in fiammingo (Toro, 128324 luglio 1328), principessa di Castiglia, fu regina consorte di Aragona, dal 1291 al 1295, signora di Guadalajara, e duchessa consorte di Bretagna dal 1312 alla sua morte.

Origine[1][2][3][modifica | modifica wikitesto]

Figlia primogenita del re di Castiglia e León, Sancho IV e di Maria di Molina, figlia di Alfonso di Molina (figlio del re del León, Alfonso IX e della regina di Castiglia, Berenguela) e della sua terza moglie, Mayor Téllez di Meneses.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Poco dopo la nascita, Isabella fu fidanzata al cugino, Alfonso de la Cerda[1], che era pretendente al trono di Castiglia, forse nel tentativo di mettere fine alla lotta che divideva i due rami della famiglia; la cosa però non andò a buon fine, le due fazioni continuarono a combattersi e Alfonso, prima del 1290, sposò Matilde di Brienne (1272-ca. 1350)[4], oppure Mafalda, Signora di Lunel (?- dopo il 1348)[2].

Nel 1293, il 1º di dicembre, a Soria, Isabella (Infantissam Dnam Elisabeth, filiam Regis Dni Sancii, in Soria), all'età di circa 10 anni, secondo il Chronicon Domini Joannis Emmanuelis sposò[1] il re di Aragona, Giacomo II (Regem Aragonum), figlio secondogenito del re d'Aragona Pietro III il Grande e di Costanza di Sicilia, figlia del re di Sicilia Manfredi, quindi nipote dell'imperatore Federico II di Svevia. Altre fonti riportano una data di matrimonio anticipata di due anni (1291[5]).

Data la giovane età della sposa il matrimonio non fu consumato.

Anche la Cronaca piniatense[6], riferisce del matrimonio del re di Aragona, Giacomo II e Isabella (el Rey de Castiella…su filla…Maria), che qui per errore è chiamata Maria, nonostante la consanguineità, col commento che il matrimonio non fu mai consumato e che poi fu annullato[1].

Il 25 aprile del 1295, il padre, Sancho IV, morì e Isabella fu rinviata in Castiglia perché Giacomo preferì cambiare alleanza, riuscì ad ottenere l'annullamento, per consanguineità[1], del matrimonio e si risposò, in seconde nozze, con Bianca di Napoli, figlia di Carlo lo Zoppo e di Maria D'Ungheria.

Nel 1310, a Burgos, Isabella sposò, in seconde nozze, il duca di Bretagna, Giovanni III[1] (1286-1341 ), figlio del duca Arturo II. Anche Giovanni era al secondo matrimonio, infatti aveva sposato in prime nozze, Isabella di Valois (1292-1309), figlia del conte di Valois, Conte di Angiò e del Maine e Conte d'Alençon, Carlo di Valois e di Margherita d'Angiò (1273-1299).

Per concessione del marito divenne viscontessa di Limoges[1].

Isabella morì, nel 1328 e fu inumata nell'abbazia di Notre-Dame de Prière.

Figli[7][8][modifica | modifica wikitesto]

Isabella non diede figli a nessuno dei due mariti (il matrimonio con Giacomo II non fu consumato).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Reali di Castiglia
  2. ^ a b (EN) Casa d'Ivrea- genealogy
  3. ^ (DE) Sancho IV di Castiglia genealogie mittelalter
  4. ^ (EN) Reali di Castiglia
  5. ^ Forse tale data si riferisce ad un impegno matrimoniale, che a quei tempi aveva validità di matrimonio.
  6. ^ La Cronaca piniatense è una cronaca storiografica, voluta dal re d'Aragona, Pietro IV, del regno di Aragona, dalle sue origini comitali sino alla Corona d'Aragona (1336, morte di Alfonso IV di Aragona).
  7. ^ (EN) duchi di Bretagna
  8. ^ (EN) Capetingi- genealogy

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore regina consorte di Aragona e di Valencia
e contessa consorte di Barcellona
Successore Stendardo del re d'Aragona.png
Eleonora d'Inghilterra 1291-1295 Bianca di Napoli
Predecessore regina consorte di Sicilia Successore Blason Sicile Insulaire.png
Costanza di Hohenstaufen 1291-1295 Bianca di Napoli