Berenguela di León

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regno di Castiglia
Casa di Borgogna

Coat of Arms of Castile with the Royal Crest.svg

Figli
Figli
Figli
Figli

Berenguela o Berengaria di Leon (120412 aprile 1237) fu una principessa della Castiglia e del León e imperatrice consorte di Costantinopoli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia del re di León Alfonso IX e della seconda moglie Berenguela I, regina di Castiglia. In seguito il matrimonio della coppia venne annullato su decisione di papa Innocenzo III per consanguineità dei coniugi.

Nel 1217 suo fratello Ferdinando divenne re di Castiglia in seguito all'abdicazione di Berenguela.

La scelta dello sposo per l'infanta Berenguela avvenne in occasione del viaggio in terra spagnola di Giovanni di Brienne, recatosi in pellegrinaggio al santuario di Santiago di Compostela. All'ospite straniero vennero offerte proposte di matrimonio sia da parte di Alfonso IX, che offrì la mano della figlia di primo letto Sancha, sia da parte di Berenguela I, che offrì la mano di una delle sue figlie. Giovanni scelse Berenguela, più giovane di dieci anni rispetto a Sancha.

Le nozze vennero celebrate nel 1224 a Toledo[1].

Berenguela diede quattro figli al marito[2]:

Nel 1229 divenne imperatore di Costantinopoli un fanciullo di dodici anni, Baldovino II. I baroni gli affiancarono un reggente scegliendo Giovanni di Brienne. Giovanni e Berenguela fecero il loro ingresso a Costantinopoli nel 1231 e vennero nominati co-imperatori. Già al momento della nomina la coppia aveva stabilito il matrimonio tra Baldovino e la loro primogenita Maria, nozze che vennero celebrate nel 1234.

Il 27 marzo 1237 morì Giovanni, Berenguela lo seguì nella tomba pochi giorni dopo, il 27 aprile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ivrea 6
  2. ^ de Brienne 1

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]