18 til I Die

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
18 til I Die
Artista Bryan Adams
Tipo album Studio
Pubblicazione 4 giugno 1996
Durata 51 min : 48 s
Dischi 1
Tracce 14
Genere Rock
Etichetta A&M
Produttore Bryan Adams, Robert John "Mutt" Lange
Registrazione 1995-1996
Formati CD, Vinile
Certificazioni
Dischi d'oro 2
Dischi di platino 10
Bryan Adams - cronologia
Album precedente
(1994)
Album successivo
(1997)

18 til I Die è il settimo album del cantante rock canadese Bryan Adams pubblicato nel 1996 dalla A&M Records, rilasciato il 4 giugno 1996 , l'album è diventato un successo commerciale con un picco al # 1 in Regno Unito e numero due in Canada. E 'stato registrato in diversi luoghi che comprendeva la Giamaica e la Francia. L'album è stato stroncato dalla critica, dicendo che stava cercando di essere giovane, mentre suona più come "avere una crisi di mezza età". Mentre precedenti Album di Adams erano stati tutti molto coerente in termini di produzione e qualità songwriting, 18 til I Die era un po 'di un mosaico, che costituiscono di ballate , il blues orientato a melodie rock (cioè," Black Pearl "," Do To You "), e le canzoni colonna sonora (" Have You Ever Really Loved a Woman? "," Star "). L'album è stato mal accolto dai fan negli Stati Uniti e ha raggiunto la posizione # 31 solo lì, diventando il suo ultimo album di platino. Questo è il primo album di Adams che non include Jim Vallance.

Quattro singoli sono stati liberati dall'album: "The Only Thing That Looks Good on Me Is You "(il primo singolo, uscito 28 maggio)," Let's Make a Night to Remember "," Star ", e" 18 til I Die ". L'album è stato rilasciato nel mese di giugno. Per promuovere l'album, Adams ha fatto un tour musicale in Nord America e in Europa. Forse il più memorabile di questi concerti è stato presso il Wembley Stadium nel luglio 1996 con oltre 70.000 persone .

L'album vende circa 5 milioni di copie nel mondo.[1]

Registrazione e produzione[modifica | modifica wikitesto]

L'album è stato scritto e registrato e prodotto da Adams e RJ "Mutt" Lange in una casa a Ocho Rios, Giamaica inverno 1994 Estate 1995, in due case diverse in Provenza, Francia dall'autunno 1995 al primavera del 1996 con il Warehouse Studio mobile Unit. Anche il mix è stato fatto in una casa in Provenza, Francia, nel marzo 1996 da Bob Clearmountain. Adams ha giocato alcune di queste canzoni dal vivo prima del rilascio; per esempio, ha giocato "Facciamo una notte da ricordare" ad un soundcheck in un concerto nel 1993, durante il So Far So Good Tour. Adams aveva completato 12 canzoni entro il 1995, ma sentivo che qualcosa mancava nell'album, e tornò e registrato due nuove canzoni: "The Only Thing" e "18 til I Die". Adams poi chiamato l'album 18 til I Die .

Rilascio e pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Adams era sotto pressione durante la registrazione di questo album, come aveva fatto nessuna pressione di rilasciare un disco di successo, dopo l'enorme successo di Waking Up the Neighbours e So Far So Good . Adams ha pubblicato "The Only Thing" a maggio e ha fatto promo di tutto il mondo. E 'apparso in spettacoli come The Today Show e Late Show con David Letterman .

18 til I die è stato ufficialmente rilasciato nel giugno 1996. Nel Stati Uniti l'album ha raggiunto la posizione 31 nella Billboard 200 e ha dichiarato che la posizione per tre settimane, che è stato considerato una delusione. In Adams 'nativo Canada, 18 Til I Die raggiunto il numero 4. L'album è stato pubblicato in Australia, Europa e Nuova Zelanda a fine giugno 1996. L'album è stato un enorme successo commerciale durante la sua uscita in Europa, raggiungendo il numero uno sulle Album Regno Unito Grafico, secondo Adams 'di fila. 18 Til I Die raggiunto la top ten in Olanda , Belgio , Svizzera , Finlandia , Norvegia , Austria , Svezia , Germania e Australia , è stato un moderato successo top 20 in Francia .

L'album è stato certificato disco di platino negli Stati Uniti ed è l'ultima fatica in studio di Adams ', che è stato certificato dal RIAA . 18 Til I Die è stato ignorato dai programmatori di roccia negli Stati Uniti dopo il successo delle sue ballate, e l'album è stato solo un mediocre successo Top 40 stazioni radio, con la maggior parte del suo airplay proveniente dalle prese adulti-contemporaneo. 18 Til I Die stato certificato triplo disco di platino in Canada e in Australia e due dischi di platino nel Regno Unito .

18 til I die incluso i singoli di successo " The Only Thing That Looks Good on Me Is You ","Have You Ever Really Loved a Woman?" ,"Let's Make a Night to Remember"," Star ", e" 18 'Til I Die ", ognuno dei quali aveva accompagnamento video musicali . "Hai mai veramente amato una donna?" è stato un numero uno colpito negli Stati Uniti, mentre "Let's Make a Night to Remember", il secondo singolo estratto dall'album di grafico in Stati Uniti , ha raggiunto la posizione 24 nella Billboard Hot 100 (e # 6 sul grafico contemporanea per adulti ). Gli altri singoli sono diventati grandi successi in Europa . "The Only Thing That Looks Good on Me Is You" era la canzone di maggior successo da 18 Til I Die sulle classifiche rock, raggiungendo il numero 5 sulla UK Singles Chart e il numero 1 sulla Canadian Singles Chart [2]. "The Only Thing That Looks Good on Me Is You" è senza dubbio diventata una delle canzoni più popolari Adams '. Il suo video musicale ha ricevuto pesanti airplay in televisione la musica. All'inizio del 1997, il brano " Io sarò sempre lì "è diventato l'album ultimo singolo, raggiungendo # 3 della classifica Adult Contemporary e # 59 sul grafico Hot 100 Airplay.

18 Til I Die Tour[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 18 Til I Die Tour.

E' il tour musicale di Bryan Adams a supporto del suo album 18 til I Die svoltosi nel 1996 e 1997 con un pre-tour nel 1995.

Nel maggio del 1996 prende il via il 18 Til I Die Tour al Nurburgring in Germania suonando per una folla di oltre 60.000 persone.

Il tour, denominato anche Summer Of '96, fa tappa in diverse nazioni in Europa, dalla Germania alla Spagna per concludersi nel luglio 1996 presso il Wembley Stadium a Londra davanti a una folla di oltre 72.000 persone. Era il suo secondo concerto sold-out presso l'impianto inglese, è considerato come il suo più grande concerto di sempre in quanto fu trasmesso dal vivo per 25 paesi; per alcune date viene supportato da Melissa Etheridge.[3]

Il tour nel gennaio 1997 fa tappa in Nuova Zelanda, per poi passare in Australia e Giappone, per poi fare diverse date in Europa e terminare nel settembre del 1997 negli U.S.A..[4]

In Italia il tour arriva nel mese di maggio del 1997 per 4 date: Milano, Bolzano, Roma e Modena.[5][6]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Only Thing That Looks Good on Me Is You - 3:37
  2. Do to You - 4:11
  3. Let's Make a Night to Remember - 6:19
  4. 18 til I Die - 3:30
  5. Star - 3:42
  6. (I Wanna Be) Your Underwear - 3:18
  7. We're Gonna Win - 2:27
  8. I Think About You - 3:36
  9. I'll Always Be Right There - :17
  10. It Ain't a Party If You Can't Come 'Round - 3:47
  11. Black Pearl - 4:00
  12. You're Still Beautiful To Me - 5:14
  13. Have You Ever Really Loved a Woman? - 4:48
  14. Hey Elvis (bonus track giapponese) - 3:22

Personale[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Picco di classifica Certificazione Spedizioni di vendita Rif.
Regno Unito UK 1 2× Platino 600,000+ [7]
Australia Australia 2 3× Platino 210,000+ [8]
Austria Austria 2 Gold 10,000+ [9][10]
Svizzera Svizzera 2 Platino 120,000+ [11][12]
Finlandia Finlandia 3 N/D [13]
Germania Germania 4 Gold 250,000+ [14][15]
Canada Canada 4 3× Platino 300,000+ [16]
Svezia Svezia 5 N/D [17]
Belgio Belgio 5 N/D [18]
Norvegia Norvegia 7 N/D [19]
Ungheria Ungheria 8 N/D [20]
Paesi Bassi Olanda 9 N/D [21]
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 13 N/D [22]
Francia Francia 15 N/D [23]
Stati Uniti Stati Uniti 31 Platino 1,000,000+ [24]
Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock
  1. ^ (EN) KAREN BLISS, Adams recording new album, jam.canoe.ca. URL consultato il 24 novembre 2014.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum Program, riaa.com. URL consultato il 24 novembre 2014.
  3. ^ Bryan Adams Setlist al Wembley Stadium, Londra, setlist.fm. URL consultato il 30 settembre 2014.
  4. ^ Bryan Adams Setlist a Melbourne Park, Melbourne, setlist.fm. URL consultato il 30 settembre 2014.
  5. ^ Bryan Adams a Bolzano, setlist.fm. URL consultato il 30 settembre 2014.
  6. ^ Bryan Adams Setlist al Forum di Assago, setlist.fm. URL consultato il 30 settembre 2014.
  7. ^ | title=British Album Chart | publisher=Chart Stats | accessdate=2008-06-24 | archiveurl = http://www.webcitation.org/5QPoidxHs |archivedate = 2007-07-17| deadurl=no}}
  8. ^ | title=Australian Chart | publisher=australian-charts.com | accessdate=2008-06-24 }}
  9. ^ Austrian Chart, austriancharts.at. URL consultato il 24 giugno 2008 (archiviato il 14 giugno 2009).
  10. ^ IFPI Austria, IFPI Certifications. URL consultato il 7 marzo 2008 (archiviato il 1º febbraio 2010).
  11. ^ Swiss Chart, Die Offizielle Schweizer Hitparade. URL consultato il 24 giugno 2008 (archiviato il 14 giugno 2009).
  12. ^ Swiss Certifications, Swiss Hitparade. URL consultato il 7 marzo 2008.
  13. ^ Finnish Chart, finnishcharts.com. URL consultato il 24 giugno 2008.
  14. ^ Template:Cite certification
  15. ^ German Chart, Charts-Surfer. URL consultato il 24 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 17 giugno 2009).
  16. ^ | title=Canadian Chart | publisher=RPM | accessdate=2008-06-24 }}
  17. ^ Swedish Chart, swedishcharts.com. URL consultato il 24 giugno 2008 (archiviato il 17 gennaio 2010).
  18. ^ Belgian Album Chart, Ultratop. URL consultato il 7 marzo 2008.
  19. ^ Norwegian Chart, norwegiancharts.com. URL consultato il 24 giugno 2008 (archiviato il 1º febbraio 2010).
  20. ^ Hungarian Chart/Certifications, mahasz.hu. URL consultato il 24 giugno 2008.
  21. ^ NVPI Certifications, NVPI. URL consultato il 7 marzo 2008 (archiviato dall'url originale il 13 gennaio 2010).
  22. ^ New Zealand Chart, charts.org.nz. URL consultato il 24 giugno 2008.
  23. ^ French Chart, frenchcharts.com. URL consultato il 7 marzo 2008.
  24. ^ | title=Billboard 200 | publisher=Billboard.com | accessdate=2008-06-24 }}