Bonnie Raitt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bonnie Raitt
Bonnie Raitt in concerto
Bonnie Raitt in concerto
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Blues
Country
Periodo di attività 1971 – in attività
Album pubblicati 18
Studio 16
Live 2
Raccolte 3
Sito web

Bonnie Raitt (Burbank, 8 novembre 1949) è una cantante e chitarrista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vive e cresce in una famiglia che, senza alcun dubbio, ha determinato in lei un grande stimolo musicale: la madre Marjorie Haydock è infatti un'ottima pianista, mentre il padre John Raitt è un'acclamata star dei musical a Broadway.

Bonnie Raitt ai Grammy Award del 1990

Fin da piccola, Bonnie si appassiona al suo amatissimo strumento, la chitarra, che nel corso degli anni imparerà a suonare con lo slide, fino ad essere riconosciuta oggi come una tra i/le più autorevoli interpreti di questa particolare tecnica.

In tutti i suoi dischi che, specie nei primi anni, erano un mix di brani di vari autori, è sempre stata presente una marcata, sentita e profonda passione blues, con venature folk, country e rock. Progressivamente, nel corso degli anni, Bonnie ha introdotto nei suoi album anche brani composti di proprio pugno, appoggiandosi, di volta in volta, ad artisti e strumentisti di prim'ordine.

Con l'album Nick of Time raggiunge la prima posizione della Billboard 200 nel 1990. Anche l'album Longing in Their Hearts nel 1994 raggiunge lo stesso primato della Billboard 200.

Per quanto riguarda i premi discografici, il suo album Nick of Time vince 3 Grammy Award, ed altrettanti l'album Luck of the Draw, un Grammy le viene accreditato inoltre per il duetto con John Lee Hooker in I'm in the Mood. La Raitt vince anche un Grammy Award per il brano Something to Talk About come "migliore performance pop femminile" e due Grammy Award per l'album Longing in Their Hearts.

Il 3 marzo del 2000 viene inserita nella Rock and Roll Hall of Fame.

Dopo la pubblicazione, nel 2005, di "Souls alike", abbandona temporaneamente le scene a causa di una tragica serie di lutti personali: in questi anni oltre ai genitori perde infatti anche il proprio migliore amico. "Ho bisogno di un po' di tempo per riconciliarmi con quella parte della mia vita che non ha nulla a che fare con la musica", ebbe a dire.

Il silenzio viene interrotto nel 2012 con l'album "Slipstream": il disco, dato alle stampa dall'etichetta di proprietà della cantante, la Redwing, include due riletture di altrettanti brani di Bob Dylan, oltre ad una cover in chiave reggae di "Right down the line" di Gerry Rafferty. La produzione della maggior parte dei brani inclusi in scaletta è stata affidata a Joe Henry, cantautore americano noto al grande pubblico per essere il marito di Melanie Ciccone, sorella di Madonna. L'album raggiunge la sesta posizione nella classifica statunitense Billboard 200.


Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Bonnie Raitt negli anni settanta
Album studio
Raccolte e live
  • The Bonnie Raitt Collection (1990)
  • Road Tested (1995)
  • The Best of Bonnie Raitt (2003)
  • Bonnie Raitt and Friens (2006)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59892402 LCCN: n90714709