Stazione di Roma Nomentana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Roma Nomentana
stazione ferroviaria
Roma Nomentana staz ferr.jpg
Vista dei binari 1 e 2
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
Coordinate41°55′57.36″N 12°31′24.96″E / 41.9326°N 12.5236°E41.9326; 12.5236Coordinate: 41°55′57.36″N 12°31′24.96″E / 41.9326°N 12.5236°E41.9326; 12.5236
LineeRoma-Firenze (LL)
Roma-Ancona
Caratteristiche
TipoFermata in superficie, passante
Stato attualeIn uso
Attivazione1983
Binari4
InterscambiAutolinee urbane
Statistiche passeggeri
al giorno3830 (2007)
all'anno1 397 768 (2007)
Fonte[1]
 
Mappa di localizzazione: Roma
Roma Nomentana
Roma Nomentana

La stazione di Roma Nomentana è una fermata ferroviaria romana posta tra il quartiere Africano e il quartiere Monte Sacro, collegati tra loro da un sottopasso pedonale.

Alla stazione ed al parcheggio di scambio si accede da via Val d'Aosta, una strada situata tra la via Nomentana e via delle Valli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La fermata venne attivata il 25 novembre 1983[2].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione si compone di 4 binari, i binari 1 e 2 posti sulla linea lenta (identificati anche come Nomentana LL) e utilizzati per il traffico della FL1, i binari 3 e 4 posti sulla linea merci (identificati anche come Nomentana LM) e utilizzati per i treni merci e per i treni in entrata e uscita da Roma Smistamento. Tra queste due coppie di binari si trovano invece i binari passanti utilizzati dalla Ferrovia Firenze-Roma (direttissima), non attrezzati con marciapiede e non accessibili dal sottopassaggio. Tutta la stazione, ad esclusione del binario 3, è stata attrezzata con rampe per disabili.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie Laziali
Linea FL 1 
White dot.svg  Orte
White dot.svg  Gallese in Teverina
White dot.svg  Civita Castellana-Magliano
White dot.svg  Collevecchio-Poggio Sommavilla
White dot.svg  Stimigliano
White dot.svg  Gavignano Sabino
White dot.svg  Poggio Mirteto
White dot.svg  Fara Sabina-Montelibretti
White dot.svg  Piana Bella di Montelibretti
White dot.svg  Monterotondo-Mentana
 inizio tariffa urbana
White dot.svg  Settebagni
White dot.svg  Fidene
White dot.svg  Nuovo Salario
Metropolitana di Roma B1.svg  White dot.svg  Roma Nomentana
Metropolitana di Roma B.svg  White dot.svg  Roma Tiburtina Ferrovia regionale laziale FL2.svgFerrovia regionale laziale FL3.svg
Metropolitana di Roma A.svg  White dot.svg  Roma Tuscolana Ferrovia regionale laziale FL3.svg Ferrovia regionale laziale FL5.svg
Metropolitana di Roma B.svg Ferrovia Roma-Lido.svg  White dot.svg  Roma Ostiense Ferrovia regionale laziale FL3.svg Ferrovia regionale laziale FL5.svg
White dot.svg  Roma Trastevere Ferrovia regionale laziale FL3.svg Ferrovia regionale laziale FL5.svg
White dot.svg  Villa Bonelli
White dot.svg  Magliana
White dot.svg  Muratella
White dot.svg  Ponte Galeria
White dot.svg  Fiera di Roma
 fine tariffa urbana
White dot.svg  Parco Leonardo
White dot.svg  Fiumicino Aeroporto

Oltre ad essere di passaggio per tratte nazionali provenienti dal nord Italia, è fermata dei treni regionali della linea FL1 (Orte-Fiumicino), di grande utilità per il trasporto dei numerosi pendolari nonché per i collegamenti con lo scalo aeroportuale capitolino "Leonardo Da Vinci".

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La tipica offerta nelle ore di punta nei giorni lavorativi è di un treno ogni 15 minuti per Fiumicino Aeroporto e Fara Sabina, un treno ogni 30 minuti per Poggio Mirteto e un treno ogni ora per Orte. Nei giorni festivi le frequenze sono dimezzate.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fermata autobus Fermata autobus ATAC

La stazione, inoltre, è situata a circa 400 metri di distanza da via Nomentana (su cui transita la linea filoviaria 90) e dalla stazione Libia della linea B1 della metropolitana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stazioni del compartimento di Roma (PDF), su RFI, 19 dicembre 2008. URL consultato il 15 giugno 2016.
  2. ^ Cruciani, op. cit., p. 23

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Marcello Cruciani, Roma Nomentano, un anno dopo, in "I Treni Oggi" n. 45 (dicembre 1984), pp. 23–24