Via Nomentana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Nomentana" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Nomentana (disambigua).
In rosso la antica via Nomentana. Il tracciato si estendeva da Roma fino a Eretum dove si univa alla via Salaria (in verde)

La via Nomentana era un'importante via consolare romana che collegava Roma a Nomentum, città situata nei pressi dell'attuale Mentana.

La denominazione originale era via Ficulensis, perché la strada era inizialmente limitata a Ficulea; il prolungamento fino a Nomentum portò al cambio di nome.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La strada aveva origine da Porta Collina nelle mura serviane, e da lì proseguiva in direzione nord-est fino ad arrivare a Nomentum.

Attualmente, via Nomentana ha origine da Porta Pia, a un centinaio di metri dall'originale Porta Nomentana; nel suo percorso urbano tocca i quartieri Nomentano, Salario, Trieste, Monte Sacro e Monte Sacro Alto; una volta superato il Grande Raccordo Anulare, attraversa i quartieri di Sant'Alessandro e Prato Lauro, sempre del comune di Roma. Successivamente, dopo la rotatoria dell'incrocio con la via Palombarese, entra nella provincia, toccando Colleverde di Guidonia, Tor Lupara di Fonte Nuova, Mentana (l'antica Nomentum) e Monterotondo ed arriva infine a Monterotondo scalo dove confluisce nella via Salaria.

Tangenziali che si dipartono dalla Nomentana[modifica | modifica wikitesto]

  • Nomentana bis. Il 15 dicembre 2012 è stata aperta la variante Nomentana bis che si innesta al chilometro 18,600 della Nomentana stessa nel comune di Fonte Nuova (nella frazione Tor Lupara) ove è stata realizzata una rotatoria. La variante Nomentana bis è stata realizzata per eliminare il traffico tra l'incrocio con la Palombarese e Tor Lupara[1]
  • Tangenziale Nomentana-San Martino. Poco prima di entrare a Monterotondo si incontra la Tangenziale Nomentana-San Martino. Consta di pista ciclabile.[2]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ITEN) Salvatore Vicario, La via Nomentana, Monterotondo, Barone, 1988.
  • Andrea Carbonara, Messineo Gaetano, Via Nomentana, Roma, Istituto Poligrafico dello Stato, 1996, ISBN 978-88-240-3864-5.
  • Giuseppe Cuccia, Roma. Via Nomentana. Da passeggiata dei papi a grande arteria urbana, Roma, Gangemi, 2007, ISBN 978-88-492-1362-1.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Apre alle auto la Nomentana bis, la nuova arteria anti traffico
  2. ^ Monterotondo, partono i lavori per la pista ciclabile
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma