Stazione di Olimpico-Farnesina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Olimpico-Farnesina
Farneto
stazione ferroviaria
Olimpico farnesina - binario.jpg
Interno della fermata
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàRoma
Coordinate41°56′16.08″N 12°27′01.08″E / 41.9378°N 12.4503°E41.9378; 12.4503Coordinate: 41°56′16.08″N 12°27′01.08″E / 41.9378°N 12.4503°E41.9378; 12.4503
LineeCintura Nord
Caratteristiche
Tipofermata in galleria, passante
Stato attualeSoppressa, riqualificata come posto di esodo.
Attivazione9 giugno 1990[1]
Soppressioneottobre 1990[2]
DintorniStadio Olimpico

La fermata Olimpico-Farnesina, nota anche come Farneto, era una fermata ferroviaria a servizio di Roma.

La stazione era ubicata all'interno della galleria Cassia-Monte Mario della cintura ferroviaria nord[3][4].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Al fine di dotare lo Stadio Olimpico di un collegamento ferroviario per i Mondiali del 1990 venne deciso il completamento di un tratto di una linea incompiuta, concepita negli anni trenta per creare una tracciato di circonvallazione sul centro di Roma[5][6]; a servizio dei passeggeri diretti o provenienti dallo stadio si decise di apporre una banchina sulla sede originariamente predisposta per il secondo binario, nel tratto della galleria che costeggia via dei Monti della Farnesina[7].

L'attivazione della fermata, il cui costo di realizzazione fu di 15 miliardi di lire[7], avvenne il 9 giugno 1990[1].

Al termine della manifestazione la struttura venne chiusa, subendo rapidamente episodi di vandalismi e degrado[7]; fra il 2 marzo 1993 e il 1995 la stazione venne posta sotto sequestro assieme a quella di Vigna Clara, nell'ambito di un'indagine su delle presunte irregolarità della pubblica amministrazione nella realizzazione del collegamento, ritenuto non conforme alle normative di sicurezza.[8][9][10][11]

Il 23 aprile 2008 la fermata venne adibita a centro sociale di destra in seguito all'occupazione da parte di militanti del Blocco Studentesco[12]; pochi mesi prima RFI aveva eliminato la fermata dal progetto di riattivazione della linea di cintura[13]. Dopo lo sgombero, avvenuto il 27 agosto 2015[14], la fermata venne riqualificata come uscita di sicurezza della tratta Valle Aurelia-Vigna Clara ultimata nel 2016[4][15].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

La fermata disponeva di un parcheggio esterno e di un fabbricato viaggiatori in galleria, che ospitava un atrio dotato di ambulatorio e posto di polizia ferroviaria[16]. L'accesso al binario avveniva mediante una galleria di 150 metri, il cui afflusso era regolato da un sistema computerizzato[3][17]. Il progetto prevedeva anche la realizzazione di un piano superiore, destinato a ospitare uffici delle FS.[3]

Era dotata di un binario passante destinato al servizio viaggiatori, servito da una banchina posta sulla sede destinata a ospitare il secondo binario della galleria.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione venne usata solo in occasione delle sei gare dei mondiali del 1990 svoltesi allo stadio Olimpico[18]: per ogni giornata era previsto il passaggio di dodici convogli[11].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Partito l'anello Fs disagi e code per salite (PDF), L'Unità, 10 giugno 1990.
  2. ^ Morando, 8/27
  3. ^ a b c La storia dell'anello ferroviario di Roma, su ilmondodeitreni.it.
  4. ^ a b LINEA VIGNA CLARA - ROMA S. PIETRO - FASCICOLO DI CIRCOLAZIONE, rfi.it, 15 luglio 2016.
  5. ^ Decreto mundial Tutto pronto, domani il via (PDF), L'Unità, 21 luglio 1988.
  6. ^ Ferrotranviario: rapporto 1.0 (PDF), su comune.roma.it.
  7. ^ a b c Carlo Alberto Bucci, Farneto, stazione fantasma abbandonata da 17 anni, La Repubblica, 5 giugno 2007.
  8. ^ I rottami di Italia '90 (PDF), L'Unità, 2 marzo 1993.
  9. ^ SIGILLI ALLA STAZIONE DEGLI SPRECHI, La Repubblica, 23 febbraio 1993.
  10. ^ SEQUESTRATA UN'ALTRA STAZIONE ' FANTASMA', La Repubblica, 2 marzo 1993.
  11. ^ a b Fabrizio Caccia, Quei miliardi buttati per stazioni fantasma, La Repubblica, 25 aprile 1999.
  12. ^ Fabrizio Azzali, Occupata da Blocco studentesco la stazione del Farneto a Roma, vignaclarablog.it, 23 aprile 2008.
  13. ^ Carlo Alberto Bucci, Farneto, la stazione sparirà, La Repubblica, 6 giugno 2007.
  14. ^ Roma, sgombero ex stazione Olimpico Farnesina: era stata occupata da militanti ultra destra, Il Messaggero, 27 agosto 2015.
  15. ^ Il ripristino della tratta Valle Aurelia–Vigna Clara (PDF), comune.roma.it, 1º dicembre 2015.
  16. ^ Filmato audio Marco Messeri - L'O"Niente" Express, su YouTube, 9 agosto 2008, a 2 min 30 s. URL consultato il 13 luglio 2019.
  17. ^ Binari in Valle dell’Inferno e sotto Monte Mario (PDF), Monte Mario nº 240.
  18. ^ Tor di Quinto, la chiusura dell'anello ferroviario resta un'utopia, Il Giornale, 3 novembre 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trasporti