Società Sportiva Felice Scandone 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Società Sportiva Felice Scandone
Scandone Avellino-Victoria Libertas Pesaro 09-10.JPG
Scandone Avellino-Victoria Libertas Pesaro
Stagione 2009-10
AllenatoreItalia Cesare Pancotto
AssistentiItalia Gianluca De Gennaro
Italia Daniele Michelutti
PresidenteItalia Vincenzo Ercolino
Serie A9° (13-15)
Coppa ItaliaSemifinale
Media spettatori3.270[1]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti la Società Sportiva Felice Scandone nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Verdetti stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali

stagione regolare: 9º posto su 15 squadre (13-15);
Eliminato in semifinale da Bologna.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2009-2010 della Scandone si apre all'insegna di radicali cambiamenti. Del roster 2008-2009 vengono confermati solo Antonio Porta, Andrea Iannicelli e Giovanni Napodano. Durante gli incontri precampionato la società colleziona numerose sconfitte, dimostrando però una buona tattica di gioco: 69-67 vs Pesaro, 74-65 vs Caserta, 81-70 vs Carife Ferrara, 62-50 vs Caserta (incontro sospeso al termine del terzo quarto causa black-out), 83-79 vs Teramo, 62-54 vs Sassari, 85-80 vs Efes Pilsen, 86-71 vs Montepaschi Siena e 93-75 vs Benetton Treviso. Le uniche vittorie negli incontri amichevoli prestagionali si registrano con Cantù (69-61), Biella (71-67) nonché la vittoria del Trofeo Vito Lepore.

Acquisita una buona preparazione e forma fisica il club riesce a conquistare la vittoria nel primo incontro ufficiale stagionale con il punteggio di 88-77 contro Pesaro degli ex Marques Green e Daniele Cinciarini, per ripetersi poi la settimana seguente, vincendo 82-58[2] contro la disorganizzata NSB Napoli, arrivando così ad essere per la prima volta nella sua storia in testa al campionato di A1, anche se alla pari con la Montepaschi Siena e la Benetton Treviso. Il 25 ottobre l'Air batte in trasferta la Lottomatica Roma con il punteggio di 78-74. Al termine dell'incontro il presidente Ercolino viene colpito da una bottiglietta d'acqua lanciata, probabilmente, da un sostenitore della squadra di casa. Accusato di aver provocato la tifoseria ospite, ha dichiarato che tale atteggiamenti, non volgari, sono stati frutto della troppa euforia dovuta al gioco espresso dalla sua squadra e, comunque, si è trattato solo di "un incidente di percorso"[3]. Nella quarta giornata di campionato, giocata il 1º novembre, Avellino sconfigge in casa Treviso con il punteggio di 82-80 dopo il 1º tempo supplementare (69-69 dopo i tempi regolamentari). Il 4 novembre la società ufficializza l'ingaggio di Mamoutou Diarra, che andrà a sostituire Cenk Akyol fino alla sua guarigione dall'infortunio al polso.[4].

Air Avellino-Olimpia Milano

La quinta giornata di campionato, giocata al PalaWhirlpool di Varese, vede l'Air sconfiggere la formazione di casa con il punteggio di 91-74. Il 14 novembre, con la vittoria in casa contro Ferrara con il punteggio di 88-78 dopo il 1º tempo supplementare (75-75 dopo i tempi regolamentari) eguaglia il record di vittorie consecutive stabilito nella stagione 2007-2008. Il 22 novembre l'Air viene sconfitta in trasferta da Bologna con il punteggio di 73-55 cedendo la posizione di testa della classifica solitaria a Siena. Lo scontro diretto, giocato il 29 novembre, si conclude con la vittoria di Siena per 57-86. Il 30 novembre la Lega Basket ha deciso di accettare la candidatura della società ad organizzare l'edizione 2010 della Coppa Italia[5]. La 9ª giornata di campionato, svoltasi il 6 dicembre, vede la Scandone sconfitta 98-78 da Teramo. Il 13 dicembre l'Air viene sconfitta in casa dall'Olimpia Milano con il punteggio di 73-66. Il 19 dicembre Avellino interrompe il digiuno di vittorie che durava da quattro incontri, sconfiggendo in casa Caserta per 73-66. Il 3 gennaio l'Air viene sconfitta in trasferta da Cantù per 85-61. La 13ª giornata di campionato si chiude con la vittoria casalinga di Avellino per 80-69 contro Montegranaro. Il 17 gennaio la Scandone viene sconfitta da Biella per 83-79. Il 24 gennaio l'Air chiude il girone d'andata con una vittoria casalinga contro Cremona con il punteggio di 71-63, conquistando la qualificazione alle Final Eight 2010.

La 1ª giornata del girone di ritorno vede la sconfitta di Avellino con il punteggio di 94-86 contro Pesaro. Il 7 febbraio Avellino conquista la prima vittoria casalinga del girone di ritorno superando per 172-70 la formazione under 19 di Napoli. A seguito dell'esclusione dal campionato della Nuova A.M.G. Sebastiani la gara è considerata nulla[2]. Il 14 febbraio l'Air supera la Virtus Roma dell'ex allenatore Matteo Boniciolli con il punteggio di 74-56. La prima giornata di Coppa Italia (18 febbraio) vede la vittoria dell'Air contro Milano per 59-55.

Il 20 febbraio Avellino viene sconfitta da Bologna per 73-61 nella semifinale di Coppa Italia, risultando eliminata dalla competizione. Alla ripresa del campionato la Scandone cede a Treviso per 73-64. Il 7 marzo Avellino supera Varese con il punteggio di 76-67. La 21ª giornata di campionato vede la sconfitta di Avellino con Ferrara per 78-63. Il 21 marzo la Scandone subisce la prima sconfitta casalinga del girone di ritorno ad opera di Bologna con il punteggio di 79-82. Il 27 marzo Avellino viene sconfitta al PalaMensSana di Siena per 91-74. Il 3 aprile l'Air supera Teramo con il punteggio di 102-90. L'11 aprile Avellino viene sconfitta da Milano con il punteggio di 74-63. Il 18 aprile l'Air viene sconfitta da Caserta per 81-79 non riuscendo a sfruttare la contemporanea sconfitta di Treviso in ottica play-off. Il 24 aprile Avellino viene sconfitto da Cantù con il punteggio di 85-76. Complice la vittoria di Treviso con Siena l'Air abbandona per la prima volta dall'inizio della stagione la top-eight valida per la qualificazione alla post-seasons. Il 2 maggio la Scandone conquista la prima vittoria esterna del girone di ritorno superando Montegranaro per 89-81, riconquistando l'ottava posizione in classifica. L'ultima vittoria in trasferta risaliva all'8 novembre, quinta giornata del girone di andata, contro Varese. L'8 maggio Avellino supera Biella con il punteggio di 77-74. L'ultima giornata di campionato vede la sconfitta della Scandone con Cremona per 81-69. Complice la vittoria di Treviso con Milano (91-59) non si qualifica per la post-seasons.

Roster 2009-2010[modifica | modifica wikitesto]

Felice Scandone Basket 2009/2010
Giocatori Staff tecnico
N. Naz. Ruolo Nome Anno Alt. Peso
5 Stati Uniti AC Chevon Troutman 1981 202 cm 109 kg
8 Polonia A Filip Dylewicz 1980 202 cm 100 kg
9 Italia C Roberto Casoli 1972 208 cm 108 kg
10 Belgio Italia PG Dimitri Lauwers 1979 187 cm 82 kg
11 Stati Uniti P Dee Brown 1984 185 cm 84 kg
13 Italia GA Riccardo Cortese 1986 197 cm 90 kg
18 Italia GA Giovanni Napodano 1991 185 cm 80 kg
19 Francia Mali A Mamoutou Diarra 1980 200 cm 101 kg
20 Argentina Italia P Antonio Porta 1983 188 cm 86 kg
21 Stati Uniti G DeMarcus Nelson 1985 193 cm 90 kg
24 Polonia AC Szymon Szewczyk 1982 209 cm 111 kg
55 Turchia GA Cenk Akyol 1987 197 cm 91 kg
Allenatore
Assistente/i
  • Italia Gianluca De Gennaro

Legenda



Roster

Roster 2009-2010
Giocatori acquisiti a stagione in corso
Giocatore il Da
Francia Mali Mamoutou Diarra dal 5 novembre PAOK Salonicco
Giocatori ceduti a stagione in corso
Giocatore il A
Francia Mali Mamoutou Diarra 26 gennaio Roanne

Staff tecnico e dirigenziale[modifica | modifica wikitesto]

Staff dell'area tecnica
  • Allenatore: Cesare Pancotto
  • Assistente: Gianluca De Gennaro
  • Assistente: Daniele Michelutti
  • Preparatore Atletico: Lorenzo Giannetti
  • Medico: Franco Cerullo
  • Medico: Gennaro Corbo
  • Medico: Raffaele Piscopo
  • Fisioterapista: Giuseppe Grassi
  • Fisioterapista: Gerardo Zeccardo
Staff dirigenziale
  • Presidente: Vincenzo Ercolino
  • Amministratore Delegato: Luigi Ercolino
  • Direttore Generale: Antonello Nevola
  • Direttore Sportivo: Gaetano De Paola
  • Addetto stampa: Maria Picariello
  • Segreteria: Rossella Galante
  • Segreteria: Ilaria Tomaselli
  • Segr. sportiva: Gianluca Di Domenico
  • Addetto agli Arbitri: Nino Mondo
  • Resp. Tecnico Sett. Giovanile: Giuseppe Freda
  • Resp. Statistiche: Giuseppe Adamo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Gli incontri, per delibera della FIP, della Nuova A.M.G. Sebastiani Basket Rieti (58-82 il 18 ottobre 2009 presso il PalaBarbuto e 172-70 il 7 febbraio 2010 presso il PalaDelMauro) non sono stati considerati all'atto della stesura della classifica[6].

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
11 ottobre 2009, ore 20:00 UTC+2
1ª giornata
Scandone Avellino88 – 77
referto
V.L. PesaroPalaDelMauro

Roma
25 ottobre 2009, ore 18:15 UTC+1
3ª giornata
Virtus Roma74 – 78
referto
Scandone AvellinoPalaLottomatica

Avellino
1º novembre 2009, ore 18:15 UTC+1
4ª giornata
Scandone Avellino82 – 80
(d.t.s.)
referto
TrevisoPalaDelMauro

Varese
8 novembre 2009, ore 18:15 UTC+1
5ª giornata
Varese74 – 91
referto
Scandone AvellinoPalaWhirlpool

Avellino
14 novembre 2009, ore 20:00 UTC+1
6ª giornata
Scandone Avellino88 – 78
(d.t.s.)
referto
Pall. FerraraPalaDelMauro

Casalecchio Di Reno
22 novembre 2009, ore 18:15 UTC+1
7ª giornata
Virtus Bologna73 – 55
referto
Scandone AvellinoUnipol Arena

Avellino
29 novembre 2009, ore 18:15 UTC+1
8ª giornata
Scandone Avellino57 – 86
referto
Mens Sana SienaPalaDelMauro

Teramo
6 dicembre 2009, ore 18:15 UTC+1
9ª giornata
Teramo Basket98 – 78
referto
Scandone AvellinoPalaScapriano

Avellino
13 dicembre 2009, ore 18:15 UTC+1
10ª giornata
Scandone Avellino66 – 73
referto
Olimpia MilanoPalaDelMauro

Avellino
19 dicembre 2009, ore 20:00 UTC+1
11ª giornata
Scandone Avellino73 – 66
referto
JuvecasertaPalaDelMauro

Cucciago
3 gennaio 2010, ore 14:00 UTC+1
12ª giornata
Pall. Cantù85 – 61
referto
Scandone AvellinoPalaPianella

Avellino
10 gennaio 2010, ore 18:15 UTC+1
13ª giornata
Scandone Avellino80 – 69
referto
Sut. MontegranaroPalaDelMauro

Biella
17 gennaio 2010, ore 18:15 UTC+1
14ª giornata
Pall. Biella83 – 79
referto
Scandone AvellinoPalacoop

Avellino
24 gennaio 2010, ore 18:15 UTC+1
15ª giornata
Scandone Avellino71 – 63
referto
Corona CremonaPalaDelMauro

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Pesaro
31 gennaio 2010, ore 18:15 UTC+1
1ª giornata
V.L. Pesaro94 – 86
referto
Scandone AvellinoAdriatic Arena

Avellino
14 febbraio 2010, ore 12:00 UTC+1
3ª giornata
Scandone Avellino74 – 56
referto
Virtus RomaPalaDelMauro

Treviso
27 febbraio 2010, ore 20:00 UTC+1
4ª giornata
Treviso73 – 64
referto
Scandone AvellinoPalaverde

Avellino
7 marzo 2010, ore 18:15 UTC+1
5ª giornata
Scandone Avellino76 – 67
referto
VaresePalaDelMauro

Ferrara
14 marzo 2010, ore 18:15 UTC+1
6ª giornata
B.C. Ferrara78 – 63
referto
Scandone AvellinoPalaSegest

Avellino
21 marzo 2010, ore 20:30 UTC+1
7ª giornata
Scandone Avellino79 – 82
referto
Virtus BolognaPalaDelMauro

Siena
27 marzo 2010, ore 20:30 UTC+1
8ª giornata
Mens Sana Siena91 – 74
referto
Scandone AvellinoPalaMensSana

Avellino
3 aprile 2010, ore 18:15 UTC+1
9ª giornata
Scandone Avellino102 – 90
referto
Teramo BasketPalaDelMauro

Assago
11 aprile 2010, ore 18:15 UTC+1
10ª giornata
Olimpia Milano74 – 63
referto
Scandone AvellinoForum d'Assago

Castel Morrone
18 aprile 2010, ore 18:15 UTC+1
11ª giornata
Juvecaserta81 – 79
referto
Scandone AvellinoPalaMaggiò

Avellino
24 aprile 2010, ore 20:00 UTC+1
12ª giornata
Scandone Avellino76 – 85
referto
Pall. CantùPalaDelMauro

Ancona
2 maggio 2010, ore 18:15 UTC+2
13ª giornata
Sut. Montegranaro81 – 89
referto
Scandone AvellinoPalaSavelli

Avellino
8 maggio 2010, ore 20:30 UTC+2
14ª giornata
Scandone Avellino77 – 74
(d.t.s.)
referto
Pall. BiellaPalaDelMauro

Cremona
16 maggio 2010, ore 18:15 UTC+2
15ª giornata
Corona Cremona81 – 76
referto
Scandone AvellinoPalaRadi

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Avellino
18 febbraio 2010, ore 20:30 UTC+1
Quarti di finale
Olimpia Milano55 – 59
referto
Scandone AvellinoPalaDelMauro

Avellino
20 febbraio 2010, ore 20:30 UTC+1
Semifinale
Virtus Bologna73 – 61
referto
Scandone AvellinoPalaDelMauro

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]