Agenzia Giornalistica Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Agenzia Giornalistica Italia
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione1950 a Roma
Fondata daGiulio de Marzio,
Antonio Verdi, Walter Prosperetti
Sede principaleRoma
Filiali13 sedi in Italia
Persone chiaveMassimo Mondazzi
(Presidente)
Salvatore Ippolito
(AD)
SettoreEditoria
ProdottiAgenzia di stampa
Sito web

L'Agenzia Giornalistica Italia, in acronimo AGI, è un'agenzia di stampa italiana.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1950 da Giulio de Marzio e Walter Prosperetti, e controllata dall'ENI dal 1965, ha sede a Roma ed ha redazioni in 15 capoluoghi di provincia italiani ed una sede estera presso l'Unione europea a Bruxelles. Trasmette quotidianamente dei notiziari su cronaca, politica, economia, finanza, cultura, spettacolo, sport per i mezzi d'informazione e per le aziende.

Oltre all'italiano, l'Agi trasmette notiziari in sei lingue: inglese, cinese, arabo, spagnolo, portoghese, francese. Dal luglio 2016 trasmette anche un telegiornale sul world wide web[1].

Nel corso del 2016 e del 2017 Agi ha avviato un piano di rilancio e rinnovamento volto a riposizionare l'agenzia come punto di riferimento tra le content factory italiane, costituendo un'area strategica dedicata. Il piano di rilancio è guidato da un management rinnovato. Dal 2016 Mauro Gilardi è il nuovo responsabile amministrativo e del personale e Riccardo Luna è il nuovo direttore responsabile, affiancato dal condirettore Marco Pratellesi. Il 2 maggio 2017 il consiglio d'amministrazione di Agi conferma Massimo Mondazzi alla presidenza. La nuova nomina riguarda l'AD Salvatore Ippolito[2].

Nell’autunno del 2017 Agi ha presentato al mercato la nuova business unit AgiFactory, la prima factory italiana di brand journalism, storytelling, content creation & publishing[non chiaro], dedicata ad aziende, enti, istituzioni, organizzazioni e alla Pubblica Amministrazione. La nuova unità strategica idea e realizza contenuti data driven di alta qualità, narrazioni transmediali, content strategy[non chiaro], video stories, data visualization, graphic telling, social storytelling[non chiaro].

Cronotassi[modifica | modifica wikitesto]

Presidenti

Dal luglio 2012 i presidenti sono stati:

  • Gianni Di Giovanni[3];
  • Massimo Mondazzi (dal 2013), già direttore finanziario del gruppo ENI. Mondazzi è stato confermato dal cda dell'ottobre 2015.
Amministratori delegati

Dal 2013 gli amministratori delegati sono stati:

  • Gianni Di Giovanni (ex presidente)[4];
  • Alessandro Pica (dall'ottobre 2015[5] all'aprile 2017);
  • Salvatore Ippolito (dal maggio 2017)[2].
Direttori responsabili

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]