Sergei Dragunov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sergei Dragunov
Druganov.png
Sergei in Tekken 6
UniversoTekken (serie)
Lingua orig.Giapponese
EditoreNamco Bandai
1ª app.2005
1ª app. inTekken 5: Dark Resurrection
Interpretato daBulgaria Anton Kasabov Tekken (film)
SpecieUmano
SessoMaschio
EtniaCaucasica
Luogo di nascitaURSS Unione Sovietica
Data di nascita1981
AbilitàSambo

Sergei Dragunov è un personaggio immaginario russo della serie di videogiochi Tekken apparso in Tekken 5: Dark Resurrection, Tekken 6, Tekken Tag Tournament 2, Tekken Revolution e Tekken 7.

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tekken 5: Dark Resurrection[modifica | modifica wikitesto]

Sotto il permafrost delle foreste subartiche, durante la preparazione di meccanismi di sviluppo di risorse naturali, viene ritrovato un misterioso oggetto che viene subito spedito in assoluta segretezza ai laboratori di ricerca del gruppo Spetsnaz per analisi e confronti ravvicinati, mentre la stessa area è completamente isolata e messa sotto controllo. L'entità ritrovata è nota come Devil. Un mese dopo il ritrovamento, i capi dell'esercito si riuniscono e decidono di mandare uno dei loro uomini, Sergei Dragunov, in missione clandestina a recuperare l'entità misteriosa, rinchiusa nel corpo di Jin Kazama. Senza proferir parola, Dragunov accetta l'offerta e vola in Giappone per iscriversi al Quinto Torneo Del Pugno D'Acciaio, e per catturare Devil Jin.

Sub-boss di Sergei Dragunov sono: Raven e Devil Jin

[modifica | modifica wikitesto]

Dragunov riesce a sconfiggere Devil Jin e lo porta in una base sotterranea della sua armata. Qui viene mostrato Devil Jin dentro una cella collegato a diversi macchinari e altri apparecchi, quando ad un segnale di Sergei viene attivato un dispositivo che elettrifica la cella dove è contenuto Devil Jin, scatenando il demone dentro di lui. L'epilogo si conclude con degli occhi rossi dentro la cella che si ipotizza essere il demone liberato da Jin.

Tekken 6[modifica | modifica wikitesto]

In Tekken 5: Dark Resurrection, Dragunov fallì nel trovare Devil Jin quindi tornò in Russia. Il suo Paese era in rovina a causa delle azioni della Mishima Zaibatsu, capeggiata da Jin Kazama. Dragunov si iscrive al Sesto Torneo Del Pugno D'Acciaio per colmare il caos provocato da Jin Kazama.

Sub-boss di Sergei Dragunov sono: Eddy Gordo e Nina Williams.

Epilogo[modifica | modifica wikitesto]

Dragunov riesce a sconfiggere Azazel e con l'aiuto della sua armata lo portano fuori dal tempio. In quel momento passa in volo Raven che con un salto riesce a prendere il cuore di Azazel e fugge via con l'aereo della sua squadra. Ma Dragunov estrae un telecomando e pigiando un tasto fa esplodere l'aereo di Raven, e il filmato si conclude con un ghigno malefico sul volto del russo.

Tekken (film)[modifica | modifica wikitesto]

Nel film Dragunov non ha un ruolo particolare, viene solo rappresentato come un combattente di Tekken, rappresentante della corporazione Ruscorp, e anche qui come nel gioco, non parla. Viene sconfitto e infine ucciso da Bryan Fury.

Concezione[modifica | modifica wikitesto]

Dragunov è uno dei tanti militari che compaiono nei videogiochi picchiaduro (basti pensare ai più vecchi M. Bison, Rolento o Heidern), ma invece di essere stato disegnato e concepito con movenze tipiche dell'addestramento militare occidentale, la Namco ha preferito basarlo sulla tecnica del sambo, una particolare arte marziale di origine russa (come il personaggio) insegnata in addestramento a reparti dell'Armata Rossa. È caratterialmente criptico, non proferendo mai verbo ed esprimendosi molto raramente soltanto a gesti. In Tekken 6, nella modalità Campagna, parla se si trova faccia a faccia con Raven.

Entrambi i modelli di Tekken 5/6 lo rappresentano in divisa militare, la prima equipaggiata per missione, la seconda più elegante da rappresentanza. Dragunov è uno dei personaggi più modificati a causa dei numerosi oggetti che ha a disposizione ed è facilmente trasformabile in: [Joker] di Batman; [Sub-Zero] o [Scorpion] di Mortal Kombat; Corey Taylor [#8 Slipknot], Sid Wilson [#0 Slipknot], Joey Jordison [#1 Slipknot e MurderDolls]; Michael Jackson; M. Bison [Street Fighter]; Edward "Mani di Forbice"; Ghost Rider; The Mask; Il Corvo; Bre Beskyt Dyrene [Aquefrigide - King Eko's customization].

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi