Bryan Fury

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bryan Fury
Bruty.png
Bryan Fury nel suo finale di Tekken 5
Universo Tekken (serie)
Nome orig. Bryan Fury
Lingua orig. Giapponese
Studio Namco
1ª app. Estate 1997
1ª app. in Tekken Tekken 3
app. it. novembre 1998
app. it. in Tekken Tekken 3
Interpretato da Gary Daniels Tekken (film)
Voce italiana Enrico Di Troia Tekken (film)
Specie cyborg
Sesso Maschio
Etnia Americana
Luogo di nascita Washington
Data di nascita 6 gennaio
Abilità Kickboxing[1]

Bryan Fury è un personaggio immaginario della serie di videogiochi picchiaduro Tekken, apparso in Tekken 3, Tekken Tag Tournament, Tekken 4, Tekken 5, Tekken 5: Dark Resurrection, Tekken 6 e Tekken Tag Tournament 2.

Scheda del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Dati tecnici[modifica | modifica wikitesto]

  • Nazione di origine: Stati Uniti, Washington
  • Stile di lotta: Kick boxing
  • Data di nascita: 6 gennaio
  • Statura: 192 cm
  • Peso: 115 kg
  • Gruppo sanguigno: AB
  • Occupazione: Ex poliziotto
  • Hobby: Collezionare accendi sigari e i dati mentali
  • Passione: taglio di capelli, guerra, solitudine
  • Avversione: Luce del Sole, Yoshimitsu

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Bryan, nato a Washington, era un ex membro dell'Interpol che è stato ucciso in una sparatoria ad Hong Kong. Dopo la sua morte, il Dr.Abel lo fa tornare in vita in un nuovo corpo. Egli ha molte cicatrici dovute agli scontri ed alla sua trasformazione in cyborg. In Tekken 4 e Tekken 5, il corpo di Bryan muta naturalmente e diventa più grosso e potente. Come costume principale Bryan è a torso nudo con guanti di pelle neri e una fascia rossa sul braccio sinistro, indossa anche dei pantaloni d'assalto blu con una bandoliera e delle granate sul fianco destro, in aggiunta vi sono degli stivali neri. Nel secondo costume Bryan indossa pantaloni in pelle di serpente marroni, scarpe nere, porta una T-Shirt nera e guanti di lattice del medesimo colore. In Tekken 3 e Tekken 4 il secondo costume è lo stesso dei giochi successivi con la differenza che Bryan è a torso nudo.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Bryan usa la Kickboxing, e possiede molte mosse in comune con Bruce Irvin, come "Slash Kick", "Side Step Elbow" e "Gatling Combination". Se in Tekken Tag Tournament si sceglie di combattere con Bryan e Bruce i due eseguiranno la stessa animazione all'inizio dell'incontro.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Tekken 3[modifica | modifica wikitesto]

[modifica | modifica wikitesto]

Bryan è un ex membro dell'Interpol, ucciso durante una sparatoria a Hong Kong. Il suo corpo fu portato ai laboratori della Mishima Zaibatsu, dove il Dr. Abel trasformò Bryan in robot. Tuttavia, Abel scoprì che la sua "creatura" non era perfetta, e che per concluderla servivano i dati tecnici del Dr. Boskonovitch, il suo rivale. Abel iscrisse Bryan al terzo Torneo del Re de Pugno di Ferro, o Tekken 3, per testare la sua "creatura" e rubare i dati a Boskonovitch.

[modifica | modifica wikitesto]

Bryan vince il torneo, sconfiggendo Ogre, ma viene inseguito dalla Tekken Force che lo circonda in un vicolo. Bryan si ferma e combatte contro gli avversari che, oramai in minoranza, chiedono l'intervento di un carro armato con cui Bryan ingaggia battaglia. Oramai vittorioso, Bryan lancia una risata diabolica.

Tekken Tag Tournament[modifica | modifica wikitesto]

Epilogo[modifica | modifica wikitesto]

Bryan cammina per le strade di Hong Kong, quando il detective dell'Interpol Lei Wulong, un tempo suo rivale, lo scova e gli spara contro. Lei finisce i proiettili mentre Bryan lo carica rompendogli l'osso del collo con un uppercut.

Tekken 4[modifica | modifica wikitesto]

Prologo[modifica | modifica wikitesto]

Abel viene nominato dalla Mishima Zaibatsu come loro ricercatore primario, e Bryan viene abbandonato al suo destino in quanto si accorge che la sua vita sta per finire, per questo Bryan comincia a nutrire dei rancori verso Abel, che l'abbandona, e la Mishima Zaibatsu, che gli porta via Abel. Sentendo parlare del quarto Torneo del Re de Pugno di Ferro, o Tekken 4, Bryan si iscrive in modo da diventare il capo della Mishima Zaibatsu ed obbligare Abel a lavorare su di lui.

Epilogo[modifica | modifica wikitesto]

Bryan vince il torneo prendendo il controllo della "Mishima Zaibatsu". Tremante e in fin di vita, Bryan trova Abel e, mettendo assieme le forze residue, gli sferra un pugno svenendo poco dopo. Quando Bryan si risveglia, scopre che Yoshimitsu gli ha salvato la vita portandolo al laboratorio di Boskonovitch che offre a Bryan la possibilità di rinascere in un ulteriore corpo. Bryan accetta, mentre Boskonovitch lo addormenta sedandolo, rivelandogli che si sarebbe risvegliato dopo un anno.

Tekken 5[modifica | modifica wikitesto]

Prologo[modifica | modifica wikitesto]

Durante lo studio del corpo di Bryan, Boskonovitch scopre che il corpo di Bryan è talmente complesso che egli necessita di un generatore di energia perpetuo. Dopo averglielo montato, Bryan si sveglia anticipatamente compiaciuto del lavoro svolto da Boskonovitch, ma rade al suolo il laboratorio e attacca i membri del "Manji Clan", con la conseguente ira di Yoshimitsu. Dopo la sua fuga, Bryan decide di testare il nuovo corpo nell'imminente quinto Torneo del Re de Pugno di Ferro, o Tekken 5.

Sub-boss di Bryan sono: Lei Wulong e Yoshimitsu. Bryan è sub-boss di stage 7 Yoshimitsu.

Epilogo[modifica | modifica wikitesto]

Bryan vince il torneo, al corrente che Yoshimitsu lo sta inseguendo, decide di affrontarlo faccia a faccia. Bryan cammina in una foresta con un mitra in mano e, sentendo un rumore, gira la testa contro quello che sembra Yoshimitsu camuffato con l'ambiente. Bryan apre il fuoco mancando il bersaglio più volte, ma quando Yoshimitsu lo attacca alle spalle, Bryan lo colpisce finendolo con un colpo di pistola.

Tekken 6[modifica | modifica wikitesto]

Prologo[modifica | modifica wikitesto]

L'intervento di Yoshimitsu ha impedito a Bryan di sfruttare il massimo potenziale del nuovo generatore perpetuo. Frustrato dal fatto di possedere un così grande potere e di non avere occasione di sfruttarlo, Bryan, per placare la sua sete di distruzione, si avventura nei campi di battaglia di tutto il mondo seminando il terrore finché anche questi lo stufano. Sentita la notizia di un nuovo Torneo del Re de Pugno di Ferro, Bryan si iscrive alla ricerca di avversari più capaci con cui misurarsi.

Epilogo[modifica | modifica wikitesto]

Bryan si aggira in una zona di guerra urbana armato di Gatling e lanciamissili. Dopo aver estratto una trave di ferro dal terreno, la lancia contro un elicottero da combattimento che precipita causando un'esplosione; Bryan cammina avvolto dalle fiamme e ghigna soddisfatto.

Tekken (film)[modifica | modifica wikitesto]

Bryan è un uomo che ha avuto dei miglioramenti cibernetici. Viene ricattato da Kazuya Mishima, il quale gli ordina di uccidere Jin Kazama, affinché la vera natura di Bryan continui a rimanere segreta. Quando Kazuya cambia le regole del torneo, facendo sì che i partecipanti siano costretti a lottare fino alla morte, Bryan combatte contro Sergei Dragunov. Quest'ultimo, nonostante grandi sforzi, viene ucciso da Bryan, che lo sgozza con una catena spinata. Più tardi affronta Jin. Dapprima il giovane è in difficoltà contro la sua potenza inumana, ma dopo, rammentando gli insegnamenti di Jun Kazama, sul trovare i punti deboli di un avversario, Bryan viene sconfitto.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha una cicatrice a forma di croce sulla schiena.
  • In Tekken 3 la trama di Bryan è simile a quella di Jean-Claude Van Damme in Universal Soldier in cui i soldati Luc Deveraux e Andrew Scott si uccidono a vicenda e vengono resuscitati come zombie.
  • Nel trailer di Tekken 6 Il Potere è tutto lo si vede combattere contro Paul Phoenix.
  • Utilizzando alcune mosse speciali (Fisherman's Slam, Chains of Misery), il cyborg emetterà una risata malvagia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi