Paul Phoenix

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paul Phoenix
Paulp.jpg
Paul Phoenix in Tekken 6
UniversoTekken
Nome orig.Paul Phoenix Phoenix
Lingua orig.Giapponese
StudioNamco
1ª app.9 dicembre 1994
1ª app. inTekken
app. it.novembre 1995
Voci orig.
  • Eric Kelso (Tekken 4-5)
  • Jamieson Price (Tekken 6-attuale)
SpecieUmana
SessoMaschio
EtniaAmericana
Luogo di nascitaStati Uniti
Data di nascita18 dicembre
ProfessioneLottatore di Karate
Abilità
  • Judo combinato a Karate e Baji Quan
AffiliazioneMarshall Law (migliore amico)

Paul Phoenix è un personaggio immaginario della serie di videogiochi picchiaduro Tekken.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

  • Età: 25 (Tekken), 27 (Tekken 2), 45 (Tekken 3), 47 (Tekken 4-7)

Tekken[modifica | modifica wikitesto]

Paul è uno dei lottatori più forti del mondo che ha vinto numerosi tornei , che si era già scontrato contro Kazuya Mishima, ma non riuscì a batterlo. Quando Paul seppe che Kazuya avrebbe partecipato al "The King of Iron Fist Tournament", o Tekken, decise di iscriversi per regolare i conti, alla fine però pareggiò con Kazuya. Paul riuscì a sconfiggere un grizzly di nome Kuma, l'orso ammaestrato di Heihachi

Tekken 2[modifica | modifica wikitesto]

Paul torna a New York, dove si allena e vince molte lotte di strada. Sentendo parlare del "The King of Iron Fist Tournament 2", o Tekken 2, Paul decide di iscriversi.

Egli batte molti avversari, ma il giorno in cui si sarebbe battuto contro Kazuya ci fu un incidente stradale che gli impedì di partecipare all'incontro.

Tekken 3[modifica | modifica wikitesto]

Dopo circa venti anni, Paul ricevette un annuncio del "The King of Iron Fist Tournament 3", o Tekken 3, al quale decide di iscriversi. Paul sconfigge tutti gli avversari, notando l'assenza di Kazuya al torneo, e arriva a sconfiggere persino Ogre.

Quando Paul torna a New York vittorioso, Ogre muta forma in True Ogre proseguendo l'incontro con Jin Kazama a sua insaputa.

Tekken 4[modifica | modifica wikitesto]

Paul non viene ritenuto il vincitore del torneo oer l'abbandono, e viene abbandonato da tutti. Un giorno, un volantino pubblicitario annunciava il "The King of Iron Fist Tournament 4", o Tekken 4, a cui Paul decide di iscriversi per riguadagnare fama e popolarità. Tuttavia non riesce a vincere perché viene sconfitto dall'orso Kuma.

Nella sua storia Paul vince il torneo e diventa il capo della Mishima Zaibatsu, ma passa poco tempo in ufficio, lasciando che il Dottor Abel e il resto dello staff della compagnia si occupino della direzione, preferendo giocare d'azzardo e uscendo con belle donne. Diverso tempo dopo, dopo essere uscito da un ristorante, passeggia e vede un Dojo nel quale osserva dei ragazzi giovani addestrarsi mentre un poster raffigurante Paul apposto sulla bandiera americana è appeso al muro, capendo che è diventato una figura d'ispirazione per i ragazzi americani, si commuove e capisce che la vita da imprenditore non fa per lui, quindi Paul si toglie gli occhiali e invece che tornare sulla sua limousine si rimette i suoi vestiti da biker e rispolverata la sua motocicletta, dice "Ain't my style" (Non è il mio stile) guidando via

Sub-boss di Paul é Kuma. Paul é sub-boss di stage 7 Kuma.

Tekken 5[modifica | modifica wikitesto]

Paul sente parlare del "The King of Iron Fist Tournament 5", o Tekken 5, a cui decide di iscriversi. Nella scena finale Paul va in una base spaziale per allenarsi contro gli alieni, dato che la battaglia contro Jinpachi non lo ha accontentato. Il finale reale è differente, perché non è Paul a vincere il torneo, ma Jin Kazama. Paul riuscirà però a prendersi la sua rivincita contro Kuma, sconfiggendolo.

Sub-boss di Paul è Kuma. Paul è sub-boss di Stage 4 Marshall Law e Stage 7 Kuma.

Tekken 6[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua rivincita contro Kuma ne esce prode e vittorioso, ma poiché esausto, non può più partecipare al Tekken 5 ed ora si trova sommerso di debiti vertiginosi. Pensando che vincendo il prossimo Tekken direbbe addio ai suoi debiti cerca un modo per incrementare le sue possibilità di vittoria, così si reca dal suo miglior amico, Marshall Law, per discutere del fatto. I due amici decidono così di iscriversi al torneo in accordo con Steve Fox, e di spartirsi il premio in caso di vittoria.

Sub-boss di Paul sono: Leo Kliesen e Kazuya Mishima.

Tekken (film)[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante non compaia mai nel film, Paul viene citato dai commentatori del torneo, i quali dicono che fu battuto da Law in 28 secondi nel torneo precedente.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Paul è apparso in tutta la serie Tekken.(Condivide questo titolo con Heihachi Mishima, Nina Williams e Yoshimitsu).
  • Anche se, secondo la storia non abbia mai combattuto contro True Ogre in Tekken 3, nel videogioco bisogna affrontarlo.
  • Nel suo finale di Tekken 5, dopo aver battuto tutti i più forti combattenti sulla terra, arriva a sfidare addirittura gli extraterrestri pur di dimostrare di essere "Il più forte dell'universo".
  • È uno dei pochi personaggi ad aver almeno un combattimento ufficiale in ogni torneo a cui ha partecipato.
  • Paul , originariamente concepito come rivale di Kazuya in grado di battere Ogre, venne reso una figura comica a partire da Tekken 5.
  • La sua pettinatura è ispirata al personaggio Jean Pierre Polnareff, uno dei protagonisti della III serie de Le bizzarre avventure di JoJo[senza fonte].
  • Ha tatuato uno scorpione sul braccio sinistro.
  • Il cognome di Paul, Phoenix, in italiano è traducibile in "fenice".
  • Solo Kuma e Kazuya sono stati gli unici in grado di sconfiggerlo.
  • Se in Tekken 4 si seleziona il secondo costume (X o O), i suoi capelli non saranno più tipicamente a spazzola ma sciolti.
  • Nel videogioco Urban Reign è presente Paul come personaggio giocabile. Prima di usarlo, però, bisognerà sbloccarlo.
  • Il personaggio di Homer Fitzgerald, Quarterback dei Nasa Aliens di Eyeshield 21, è ispirato alle fattezze di Paul.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi