RetroArch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
RetroArch
software
Logo
Logo
Schermata di esempio
Schermata di esempio
GenereEmulatore
SviluppatoreThe Libretro Team
Data prima versione26 maggio 2010; 12 anni fa
Ultima versione1.10.3[1] (15 aprile 2022; 9 mesi fa)
Sistema operativoMultipiattaforma
LinguaggioC++
C
LicenzaGPLv3
(licenza libera)
Linguainglese, spagnolo, cinese, tedesco, francese, italiano, giapponese, coreano, olandese, polacco, portoghese, russo, vietnamita, turco, arabo, greco, persiano, ebraico, asturiano
Sito webwww.libretro.com/

RetroArch è un front-end libero e multipiattaforma per emulatori, motori grafici, videogiochi, lettori multimediali e altre applicazioni.

È l'implementazione di riferimento dell'API libretro,[2][3] progettata per essere veloce, leggera, portabile e senza dipendenze.[4] È distribuito con licenza GNU GPLv3.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Precedentemente conosciuto come SSNES, inizialmente fu basato sul predecessore di libretro, ovvero libsnes, creato dal programmatore "byuu" (pseudonimo).[5] Il suo sviluppo è iniziato nel 2010 con Hans-Kristian 'themaister' Arntzen come autore della prima versione caricata su GitHub.[6] Esso era inteso come un sostituto dell'interfaccia di bnes, basata su Qt,[7] ma è cresciuto fino a supportare più "core" di emulazione. Il 21 aprile 2012, SSNES è stato ufficialmente ribattezzato[8] in RetroArch per riflettere questo cambio di direzione.

La versione 1.0.0.0 di RetroArch è stata pubblicata l'11 gennaio 2014 e all'epoca era disponibile su 7 piattaforme distinte.[9]

Il 16 febbraio 2016, RetroArch è diventata una delle prime applicazioni in assoluto a implementare il supporto per l'API grafica Vulkan, aggiunto lo stesso giorno del rilascio ufficiale dell'API.[10]

Il 27 novembre 2016, il team Libretro ha annunciato che, insieme a Lakka (il sistema operativo di RetroArch basato su LibreELEC), RetroArch sarebbe arrivato su Patreon, una piattaforma di crowdfunding, per poter fornire premi agli sviluppatori che avrebbero corretto bug del software e per coprire i costi dei server di matchmaking.[11]

Nel dicembre 2016, GoGames - in accordo con Sega, società di sviluppo e publisher di videogiochi - ha contattato gli sviluppatori di RetroArch con l'intenzione di utilizzare il loro software nel loro progetto SEGA Forever, ma alla fine la collaborazione non si è concretizzata a causa di disaccordi sulle licenze.[12][13]

Nell'aprile 2018 è stata aggiunta la compensazione del ritardo di input.[14]

Il team di Libretro ha pianificato di distribuire RetroArch su Steam come download gratuito, integrando le funzionalità di Steamworks nella piattaforma a luglio del 2019. Sarà il primo titolo dedicato all'emulazione, con una certa rilevanza, ad essere distribuito sulla piattaforma.[15]

Nell'agosto 2020, qualcuno che si spacciava per un membro fidato del team ha avuto accesso al server del buildbot e all'account GitHub dell'organizzazione libretro, causando atti di vandalismo e la cancellazione dei dati del server.[16]

Nel novembre 2020, RetroArch, in combinazione al core libretro PCSX2, ha permesso a Xbox Series X e Series S di emulare la PlayStation 2, cosa che la PlayStation 5 di Sony non poteva fare in quel momento.[17]

Il 14 Settembre 2021 RetroArch è stato rilasciato su Steam.[18]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Esegue programmi convertiti in librerie dinamiche chiamate libretro core, utilizzando diverse interfacce utente come l'interfaccia della riga di comando, alcune interfacce utente grafiche (GUI) ottimizzate per i gamepad (la più famosa è chiamata XMB, un clone di XMB di Sony), diversi tipi di input, driver audio e video, oltre ad altre funzionalità sofisticate come controllo dinamico della velocità, filtri audio, shader multi-pass, netplay, riavvolgimento del gameplay, trucchi, salvataggio delle partite.

Le caratteristiche principali includono:

  • Supporto di shader GPU avanzati: una pipeline di shader multi-pass di post-elaborazione per consentire un utilizzo efficiente degli algoritmi di ridimensionamento delle immagini, emulazione di CRT complessi, artefatti video NTSC e altri effetti;
  • Controllo dinamico della velocità per sincronizzare video e audio attenuando le eventuali imperfezioni;
  • Registrazione FFmpeg - Supporto integrato per la registrazione di video senza perdita di dati utilizzando libavcodec di FFmpeg;
  • Livello di astrazione del gamepad chiamato Retropad;
  • Configurazione automatica del gamepad: nessun input necessario da parte dell'utente dopo aver collegato i gamepad;
  • Netplay peer-to-peer che utilizza una tecnica di rollback simile quella utilizzata da GGPO;[19]
  • Plugin audio DSP come equalizzazione, riverbero e altri effetti;
  • Funzionalità avanzate di salvataggio: caricamento automatico del salvataggio, disabilitazione della sovrascrittura SRAM, ecc.;
  • Riavvolgimento del gioco fotogramma per fotogramma;
  • Sovrapposizioni di pulsanti per dispositivi touchscreen come smartphone;
  • Miniature delle confezioni originali dei giochi;
  • Opzioni diminuire il ritardo dell'input e dell'audio;
  • Interfacce multiple tra le quali: CLI, XMB (ottimizzata per i gamepad), GLUI/MaterialUI (ottimizzate per dispositivi touch), RGUI e Ozone (disponibili ovunque);
  • Scanner delle ROM di gioco - Creazione automatica di playlist confrontando gli hash dei file contenuti in una directory con quelli di copie di giochi validi conosciuti, contenuti nell'apposito database;[20]
  • Database Libretro di core, giochi, cheat, ecc.;[21]
  • Supporto per OpenGL e Vulkan API;
  • Monitoraggio dei Trofei - L'integrazione con il servizio RetroAchievements per sbloccare trofei e distintivi.[22]

Piattaforme supportate[modifica | modifica wikitesto]

RetroArch è stato portato su molte piattaforme.[23][24] Può funzionare su diversi sistemi operativi per PC (Windows, macOS, Linux), console domestiche (PlayStation 3, Xbox 360, Wii U, ecc.), console portatili (PlayStation Vita,[25] Nintendo 3DS, ecc.), su smartphone (Android, iOS,[26] ecc.), computer a scheda singola (Raspberry Pi, ODROID, ecc.) e persino su browser web[27] utilizzando il compilatore Emscripten.

Sistemi emulati[modifica | modifica wikitesto]

RetroArch può eseguire qualsiasi core di libretro. Sebbene RetroArch sia disponibile per molte piattaforme, la disponibilità di un core specifico varia in base alla piattaforma.

Di seguito è riportata una tabella non esaustiva di quali sistemi sono disponibili per RetroArch e su quale progetto si basa il core:

Sistema Basato su
3DO 4DO
Amstrad CPC Caprice32

CrocoDS

Arcade FinalBurn Alpha

FinalBurn Neo

MAME

MESS

Atari 2600 Stella
Atari 5200 Atari800
Atari 7800 ProSystem
Atari Falcon Hatari
Atari Jaguar Virtual Jaguar
Atari Lynx Handy

Mednafen

Bandai WonderSwan Mednafen
ColecoVision blueMSX
Commodore 64 VICE
Commodore 128 VICE
Commodore Amiga PUAE
DOS DOSBox
NEC PC-8000/PC-8800 series QUASI88
NEC PC-98 Neko Project II
NEC PC-FX Mednafen
NEC TurboGrafx-16 / SuperGrafx Mednafen
NEC TurboGrafx-CD Mednafen
Nintendo 3DS Citra
Nintendo 64 Mupen64Plus
Nintendo DS DeSmuME

melonDS

Nintendo Entertainment System Emux

FCEUmm

higan

Mesen

Nestopia UE

QuickNES

Nintendo Famicom Disk System higan

Nestopia

Nintendo Game Boy / Color Emux

Gambatte

higan

SameBoy

TGB Dual

Nintendo Game Boy Advance gpSP

mGBA

Mednafen

Meteor

VisualBoyAdvance

Nintendo GameCube Dolphin
Nintendo Pokémon Mini PokeMini
NIntendo Virtual Boy Mednafen
Nintendo Wii Dolphin
Magnavox Odyssey² O2EM
Mattel Intellivison FreeIntv
Microsoft MSX blueMSX

fMSX

Palm OS Mu
Sega 32X PicoDrive
Sega Dreamcast Flycast (sostituisce Reicast)

Redream

Sega Game Gear Genesis Plus GX
Sega Master System Genesis Plus GX

PicoDrive

Sega Mega CD/Sega CD Genesis Plus GX
Sega Mega Drive/Genesis BlastEm

Genesis Plus GX

Sega Saturn Mednafen

uoYabause

Sinclair ZX81 EightyOne
Sinclair ZX Spectrum Fuse
Sony PlayStation DuckStation

Mednafen

PCSX ReARMed

Sony PlayStation 2 PCSX2

Play!

Sony PlayStation Portable PPSSPP
SNK Neo Geo Pocket / Color Mednafen

RACE

Super NES bsnes

higan

Mesen-S

Snes9x

Thomson computers Theodore
Vectrex VecXGL

Portings supportati[modifica | modifica wikitesto]

Retroarch offre il supporto anche a portings di giochi recenti e non, come ad esempio:

Bomberman Mr. Boom
Cave Story NXEngine
CHIP-8 Emux
Doom PrBoom
Flashback REminiscence
FFmpeg FFmpeg
Out Run CannonBall
PICO-8 Retro-8
Quake 1 TyrQuake
RPG Maker 2000/2003 EasyRPG
Tomb Raider OpenLara

Critica[modifica | modifica wikitesto]

RetroArch è stato elogiato per il numero di sistemi e giochi ai quali si può giocare con un'unica interfaccia.[28][29][30][31]

È stato criticato per quanto sia difficile da configurare, a causa dell'ampio numero di opzioni disponibili per l'utente,[28][29] e allo stesso tempo è stato elogiato per le funzionalità più avanzate che possiede.[32]

Su Android, è stato elogiato per il fatto che gli overlay possono essere personalizzati, per l'espandibilità dei core libretro che supporta, per la sua compatibilità con diverse periferiche controller USB e Bluetooth, oltre al fatto che l'app è gratuita e non ha pubblicità.[31][33]

Tyler Loch, scrivendo per Ars Technica, ha affermato che la modalità 'Input Lag Compensation' di RetroArch è "probabilmente il più grande miglioramento dell'esperienza che la comunità dei giochi retrò abbia mai visto".[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RetroArch 1.10.3 release!, su libretro.com.
  2. ^ libretro API header, su GitHub.
  3. ^ libretro-samples, su GitHub.
  4. ^ (EN) libretro homepage, su libretro.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  5. ^ (EN) Libsnes - Wiki, su github.com.
  6. ^ (EN) Primo commit su GitHub, su GitHub. URL consultato il 2 agosto 2017.
  7. ^ (EN) The SNES emulator that sucks less, su bbs.archlinux.org. URL consultato il 2 agosto 2017.
  8. ^ (EN) Commit 9ab51ad23ad0b9c4a2b93b86c69b25aa0c66d9e2, su GitHub. URL consultato il 16 agosto 2017.
  9. ^ (EN) RetroArch v1.0.0.0 release information, su libretro.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  10. ^ (EN) Day 1 Vulkan support, su libretro.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  11. ^ (EN) We are now on Patreon!, su libretro.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  12. ^ (EN) Jeffrey Matulef, Sega releases classic games on mobile, for free, but at what cost?, su Eurogamer, 22 giugno 2017. URL consultato il 3 agosto 2017.
  13. ^ (EN) Martin Robinson, Sega defends Sega Forever launch after fan outcry, su Eurogamer, 28 giugno 2017. URL consultato il 3 agosto 2017.
  14. ^ a b (EN) Kyle Orland, Better than reality: New emulation tech lags less than original consoles, su arstechnica.com, 19 aprile 2018.
  15. ^ (EN) Sam Machkovech, RetroArch will be Steam’s biggest emulation launch yet, coming July 30, su arstechnica.com, 13 luglio 2019.
  16. ^ (EN) Hacker vandalised our buildbot and Github organization, su libretro.com, 16 agosto 2020. URL consultato il 20 agosto 2020.
  17. ^ (EN) Ian Carlos Campbell, Enterprising developers are emulating PS2 games on the Xbox Series S and X, su The Verge, 30 novembre 2020. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  18. ^ https://store.steampowered.com/app/1118310/RetroArch/
  19. ^ (EN) Netplay, su retroarch.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  20. ^ RetroArch Playlist Scanner, su docs.libretro.com.
  21. ^ libretro-database, su GitHub.
  22. ^ (EN) Retro Achievements, su retroachievements.org.
  23. ^ (EN) List of supported platforms, su retroarch.com. URL consultato il 2 agosto 2017.
  24. ^ (EN) Lakka documentation - Hardware support, su lakka.tv. URL consultato il 2 agosto 2017.
  25. ^ The retroarch PS Vita port we won’t talk about, su Wololo.net. URL consultato il 2 agosto 2017.
  26. ^ (EN) Download RetroArch Emulator IPA On iOS 10 [No Jailbreak Required], in Redmond Pie, 17 luglio 2017. URL consultato il 5 agosto 2017.
  27. ^ (EN) Buildbot libretro, su buildbot.libretro.com. URL consultato il 2 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2017).
  28. ^ a b (EN) How to Set Up RetroArch, The Ultimate All-In-One Retro Games Emulator. URL consultato il 3 agosto 2017.
  29. ^ a b (EN) Thorin Klosowski, How to Set Up an All-In-One Retro Game Emulator with RetroArch, in Lifehacker. URL consultato il 3 agosto 2017.
  30. ^ (EN) The NES Classic is sold out, but these emulators do the same thing for free, in Digital Trends, 31 marzo 2017. URL consultato il 3 agosto 2017.
  31. ^ a b (EN) Adam Dachis, RetroArch Emulates Nearly Every Classic Gaming Console on Android, in Lifehacker. URL consultato il 26 dicembre 2017.
  32. ^ (EN) Eight Advanced RetroArch Features that Make Retro Gaming Great Again. URL consultato il 3 agosto 2017.
  33. ^ (EN) RetroArch Emulates NES, Playstation, Gameboy Color/Advance And A Whole Lot More [Android], in MakeUseOf. URL consultato il 26 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]