Orso d'argento, gran premio della giuria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Festival di Berlino.

L'Orso d'argento, gran premio della giuria (Silberner Bär/Großer Preis der Jury) è un premio assegnato annualmente dalla giuria internazionale del Festival di Berlino.[1] Istituito nel 1957, viene assegnato a uno dei film in competizione ed è considerato il secondo premio per importanza dopo l'Orso d'oro.[2]

Il brasiliano Ruy Guerra e il bosniaco Danis Tanović sono gli unici registi ad aver vinto due volte questo riconoscimento, il primo per I fucili (1964) e La caduta (1978), il secondo per An Episode in the Life of an Iron Picker (2013) e Death in Sarajevo (2016).

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Anno
Film vincitore
Regista
Nazione
Il bandito della Sierra Morena (Amanecer en puerta oscura) José María Forqué Spagna, Italia
Due occhi e dodici mani (Do ankhen barah haath) V. Shantaram India
1959[4]
Non assegnato
I giochi dell'amore (Les jeux de l'amour) Philippe de Broca Francia
Mabu
La donna è donna (Une femme est une femme)
Kang Dae-jin
Jean-Luc Godard
Corea del Sud
Francia, Italia
I saengmyeong dahadorok Shin Sang-ok Corea del Sud
The Caretaker - Il guardiano (The Caretaker) Clive Donner Regno Unito
I fucili (Os Fuzis) Ruy Guerra Brasile, Argentina
Repulsione (Repulsion)
Il verde prato dell'amore (Le bonheur)
Roman Polański
Agnès Varda
Regno Unito
Francia
Periodo di riguardo per volpi (Schonzeit für Füchse) Peter Schamoni Germania Ovest
La collezionista (La collectionneuse)
Alle Jahre wieder
Éric Rohmer
Ulrich Schamoni
Francia
Germania Ovest
Verginità indifesa (Nevinost bez zastite)
Segni di vita (Lebenszeichen)
Come l'amore
Dušan Makavejev
Werner Herzog
Enzo Muzii
Jugoslavia
Germania Ovest
Italia
1969
1970
Non assegnato
Il Decameron Pier Paolo Pasolini Italia, Francia, Germania Ovest
Anche i dottori ce l'hanno (The Hospital) Arthur Hiller USA
Non c'è fumo senza fuoco (Il n'y a pas de fumée sans feu) André Cayatte Francia, Italia
L'orologiaio di Saint-Paul (L'horloger de Saint-Paul) Bertrand Tavernier Francia
Dupont Lajoie
Operazione Overlord (Overlord)
Yves Boisset
Stuart Cooper
Francia
Regno Unito
Canoa (Canoa: memoria de un hecho vergonzoso) Felipe Cazals Messico
Il diavolo probabilmente (Le Diable probablement) Robert Bresson Francia
La caduta (A queda) Ruy Guerra e Nelson Xavier Brasile
Alessandria perché? (Iskanderija... lih?) Yusuf Shahin Egitto, Algeria
Chiedo asilo Marco Ferreri Italia, Francia
In cerca della carestia (Akaler Sandhane) Mrinal Sen India
Dreszcze Wojciech Marczewski Polonia
Hakkari'de Bir Mevsim Erden Kiral Turchia, Germania Ovest
Piccola sporca guerra (No habrá más penas ni olvido) Héctor Olivera Argentina
Szirmok, virágok, koszorúk László Lugossy Ungheria
La messa è finita Nanni Moretti Italia
Il mare e il veleno (Umi to dokuyaku) Kei Kumai Giappone
La commissaria (Komissar) Aleksandr Askol'dov Unione Sovietica
Wan zhong Wu Ziniu Cina
Sindrome astenica (Asteničeskij sindrom) Kira Muratova Unione Sovietica
La condanna
Satana (Satan)
Marco Bellocchio
Viktor Aristov
Italia, Francia, Svizzera
Unione Sovietica
Dolce Emma, cara Bobe (Édes Emma, drága Böbe - vázlatok, aktok) István Szabó Ungheria
Il valzer del pesce freccia (Arizona Dream) Emir Kusturica USA, Francia
Fragola e cioccolato (Fresa y chocolate) Tomás Gutiérrez Alea
e Juan Carlos Tabío
Cuba, Messico, Spagna, USA
Smoke Wayne Wang Germania, Giappone, USA
Passioni proibite (Lust och fägring stor) Bo Widerberg Danimarca, Svezia
Il fiume (He liu) Tsai Ming-liang Taiwan
Sesso & potere (Wag the Dog) Barry Levinson USA
Mifune - Dogma 3 (Mifunes sidste sang) Søren Kragh-Jacobsen Danimarca, Svezia
La strada verso casa (Wǒde fùqīn mǔqīn) Zhang Yimou Cina
Le biciclette di Pechino (Shiqi sui de dabùn che) Wang Xiaoshuai Francia, Taiwan, Cina
Catastrofi d'amore (Halbe Treppe) Andreas Dresen Germania
Il ladro di orchidee (Adaptation.) Spike Jonze USA
El abrazo partido - L'abbraccio perduto (El abrazo partido) Daniel Burman Argentina, Francia, Italia, Spagna
Kong que Gu Changwei Cina
Offside
A Soap (En Soap)
Jafar Panahi
Pernille Fischer Christensen
Iran
Danimarca, Svezia
El otro Ariel Rotter Francia, Argentina, Germania
Standard Operating Procedure - La verità dell'orrore
(Standard Operating Procedure)
Errol Morris USA
Alle Anderen
Gigante
Maren Ade
Adrián Biniez
Germania
Uruguay, Argentina, Germania, Spagna, Paesi Bassi
Se voglio fischiare, fischio (Eu când vreau să fluier, fluier) Florin Șerban Romania, Svezia, Germania
Il cavallo di Torino (A torinói ló) Béla Tarr e Ágnes Hranitzky Ungheria, Francia, Germania, Svizzera, USA
Just the Wind (Csak a szél) Benedek Fliegauf Ungheria, Germania, Francia
An Episode in the Life of an Iron Picker (Epizoda u zivotu beraca zeljeza) Danis Tanović Bosnia Erzegovina, Francia, Slovenia, Italia
Grand Budapest Hotel (The Grand Budapest Hotel) Wes Anderson USA, Germania
Il club (El club) Pablo Larraín Cile
Death in Sarajevo (Smrt u Sarajevu) Danis Tanović Francia, Bosnia Erzegovina
Félicité Alain Gomis Francia, Belgio, Senegal, Germania, Libano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prizes of the International Jury, www.berlinale.de. URL consultato l'8 ottobre 2017.
  2. ^ (DE) Matthias Ehlert, Sven von Reden, Film ab: Das Berlinale-Lexikon Buchstaben, in Welt am Sonntag, 5 febbraio 2006.
  3. ^ Nel 1957 la giuria ha assegnato un premio speciale anche al musicista e compositore Ravi Shankar, per le musiche del film Kabuliwala di Tapan Sinha.
  4. ^ Nel 1959 la giuria ha assegnato solo un premio speciale all'attrice Hayley Mills, per la sua interpretazione in Questione di vita o di morte (Tiger Bay) di J. Lee Thompson.
  5. ^ Nel 1966 la giuria ha assegnato un premio speciale anche all'attore Lars Passgård, per la sua interpretazione in Jakten di Yngve Gamlin.
  6. ^ Nel 1971 la giuria ha assegnato un premio speciale anche al film d'animazione Die Ordnung di Bohumil Stepan e Boris von Borresholm.
  7. ^ Nel 1995 la giuria ha assegnato un premio anche a Harvey Keitel, per la sua interpretazione in Smoke di Wayne Wang.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema