Festival di Berlino 1965

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La 15ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino si è svolta a Berlino dal 25 giugno al 6 luglio 1965.[1]

L'Orso d'oro fu assegnato al film italo-francese Agente Lemmy Caution: missione Alphaville di Jean-Luc Godard.

Fuori competizione fu proiettato il film 90 Degrees in the Shade del regista cecoslovacco Jiří Weiss, che si aggiudicò il premio UNICRIT.[2]

La retrospettiva di questa edizione fu dedicata ai grandi film tedeschi del periodo 1895-1932.[3]

Dopo le delusioni degli anni precedenti, la Berlinale del 1965 si rivelò un successo. Con film che parlavano di paura, disagio e incertezza, come quelli di Godard, Satyajit Ray (La moglie sola) e Agnès Varda (Il verde prato dell'amore), il festival dette dimostrazione per la prima volta dopo anni di stare al passo con i tempi e di essere parte dello sviluppo sociale.[1] Tra i film che scatenarono la maggior parte dei dibattiti ci furono Repulsione di Roman Polanski e Nicht versöhnt oder Es hilft nur Gewalt wo Gewalt herrscht di Jean-Marie Straub, la cui proiezione fu seguita da una vivace tavola rotonda intitolata "Nuove strutture narrative nei film" alla quale oltre al regista parteciparono lo storico Enno Patalas, il critico francese Michel Delahaye e il regista Alexander Kluge.[1]

La struttura della rassegna venne profondamente modificata e il direttore Alfred Bauer parlò della cosiddetta "riforma di Berlino" all'apertura del festival, sostenendo che non poteva «essere sottoposto alle leggi di uno stato rigido, dal momento che nel corso del tempo il mondo del cinema era sostanzialmente cambiato».[1] Vennero apportati miglioramenti soprattutto nei criteri di selezione dei film in concorso e nella composizione della giuria internazionale, scelta internamente per la prima volta anziché dai Paesi di provenienza dei giurati. Inoltre i critici cinematografici parteciparono alla selezione dei film ed ebbero una maggiore presenza in giuria.[1]

Il festival fu completato da due sezioni introdotte per rendere la programmazione più flessibile, oltre che per "aggirare" il ruolo che il governo federale e le considerazioni diplomatiche continuavano a svolgere: un Information Show, nel quale vennero proiettati film considerati troppo controversi dal comitato di selezione o che non erano stati autorizzati a partecipare al concorso per motivi formali, e un Representation Show in cui furono mostrati film selezionati da delegati e produttori dei Paesi partecipanti.[1]

Giuria internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Selezione ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Premi della giuria internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Premi delle giurie indipendenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f 15th Berlin International Film Festival - June 25 - July 6, 1965, www.berlinale.de. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  2. ^ Berlin International Film Festival, www.imdb.com. URL consultato il 13 febbraio 2017.
  3. ^ Retrospectives Before 1977, www.berlinale.de. URL consultato il 2 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema