Kira Muratova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kira Georgiїvna Muratova

Kira Georgiїvna Muratova, nata Korotkova (in ucraino: Кіра Георгіївна Муратова[?], in russo: Кира Георгиевна Муратова[?], traslitterato: Kira Georgievna Muratova; Soroca, 5 novembre 1934), è una regista cinematografico e sceneggiatrice moldava naturalizzata ucraina.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cittadina fino al 1991 dell'URSS, studiò dapprima filologia all'Università di Mosca. Nel 1954 s'iscrisse al VGIK, l'università sovietica di cinematografia, dove studiò regia con Gerasimov. Si diplomò nel 1959. Nel 1962 sposò il regista ucraino Aleksandr Muratov e si stabilì a Odessa. Il primo lungometraggio, Il nostro onesto pane, fu diretto nel 1964 con il marito.

Ebbe successivamente seri problemi con la censura. Brevi incontri del 1968, Lunghi addii del 1971, Alla scoperta della vita del 1979 vennero ritirati, mentre Tra le pietre grigie del 1983 fu rimontato e, non essendo stato più riconosciuto dall'autrice, fu attribuito a un tale Ivan Sidorov. I problemi si risolsero dapprima con l'inizio della perestrojka, e successivamente con la fine della stessa Unione Sovietica.

Nel 1990 fu membro della giuria al Festival di Venezia e, nello stesso anno, vinse l'Orso d'argento al Festival di Berlino con il film Sindrome astenica.

Tutte le sue pellicole sono state trasmesse dal programma televisivo Fuori orario. Cose (mai) viste.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 16953835 LCCN: no2005036869