Festival di Berlino 1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La 24ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino si è svolta a Berlino dal 21 giugno al 2 luglio 1974.[1]

L'Orso d'oro fu assegnato al film canadese Soldi ad ogni costo di Ted Kotcheff.

Le retrospettive di questa edizione furono dedicate all'attrice Lilian Harvey e ai registi Jacques Feyder e Norman McLaren.[2]

Come in quella precedente, anche in questa edizione l'Orso d'argento al miglior regista e quelli al miglior attore e alla migliore attrice non vennero assegnati.

Il 1974 segnò un momento fondamentale per il festival: per la prima volta un film sovietico,S toboy i bez tebya del regista Rodion Nahapetov, venne inserito nel programma ufficiale.[1] A tale proposito, anni dopo Wolfgang Jacobsen avrebbe scritto nel libro 50 jahre Berlinale: «La storia dell'assenza degli stati socialisti alla Berlinale è un racconto altamente istruttivo sulla politica e sulla cultura, un capitolo sostanziale della storia della tensione Est-Ovest, una tragicommedia della guerra fredda, un dramma con scambio di ruoli e di protagonisti».[1]

Il comitato consultivo del festival aveva deciso sin dalla prima edizione di non invitare film provenienti dal blocco orientale e ufficialmente questa posizione non era cambiata per tutti gli anni sessanta, nonostante sporadici tentativi di riavvicinamento e contatto con la Deutsche Film AG di Babelsberg e con la Sovexportfilm, l'organo responsabile della diffusione dei film sovietici all'estero.[1] Inoltre, anche la controparte aveva sempre avuto difficoltà ad esprimere interesse per un evento che ai suoi occhi serviva alle "ambizioni imperialiste degli Stati Uniti" e anche se in alcune edizioni sembrò solo una formalità il fatto che film dell'est europeo potessero partecipare alla Berlinale, in quella successiva le condizioni diplomatiche in continua evoluzione cambiavano tutto.[1]

Il clima aveva cominciato a mutare da appena un paio d'anni, da quando le politiche di Willy Brandt avevano portarono ad una graduale distensione, e con la firma dei trattati con il blocco orientale del 1972 si cominciò a nutrire maggiori speranze circa la partecipazione dell'Unione Sovietica al festival.[1] Il 3 giugno 1974, due settimane prima della cerimonia di inaugurazione, il direttore Alfred Bauer ricevette una chiamata dal vice console sovietico Nikotin che lo informò sulla decisione di prendere parte alla Berlinale con un film fuori concorso e una delegazione di osservatori.[1]

Oltre alla grande soddisfazione per questo evento, il festival lasciò un'impressione positiva anche da punto di vista artistico e in molti sottolinearono il significativo miglioramento dei film in concorso. Opere come Effi Briest di Rainer Werner Fassbinder e L'orologiaio di Saint-Paul di Bertrand Tavernier furono accolte con entusiasmo da pubblico e critica e molti osservatori elogiarono il modo in cui i programmi del concorso e del Forum internazionale del nuovo cinema si erano avvicinati e influenzati reciprocamente.[1] Esemplari da questo punto di vista furono due pellicole dell'iraniano Sohrab Shahid Saless: il suo film d'esordio Yek Etefagh Sadeh venne proiettato nel Forum, mentre Tabiate Bijan fu mostrato nella rassegna principale.

Sul Frankfurter Rundschau il critico Peter W. Jansen parlò di una festival che aveva formato "un insieme quasi integrato", elogiando in particolare l'aumento di film artisticamente ambiziosi: «Nelle forme di drammi storici, commedie o racconti allegorici, questi film si dedicano più o meno direttamente a cose del tutto concrete, in primo luogo le condizioni in cui l'individuo deve vivere nella sua particolare realtà sociale»".[1]

Giuria internazionale[modifica | modifica wikitesto]

Selezione ufficiale[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Forum internazionale del nuovo cinema[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i 24th Berlin International Film Festival - June 21 - July 2, 1974, www.berlinale.de. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  2. ^ Retrospectives Before 1977, www.berlinale.de. URL consultato il 1 marzo 2017.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m Berlin International Film Festival, www.imdb.com. URL consultato il 28 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema