Rodolfo Kuhn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rodolfo Khun nel 1970

Rodolfo Kuhn (Buenos Aires, 29 dicembre 1934Valle de Bravo, 3 gennaio 1987) è stato un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista di cultura europea, Rodolfo Kuhn ha contributo a "sprovincializzare" il cinema argentino negli anni sessanta ispirandosi soprattutto a registi quali Michelangelo Antonioni e Jean-Luc Godard.[1]

Esordisce nel 1958 con il cortometraggio sperimentale Sinfonía en no bemol, vincitore della medaglia di bronzo all'Esposizione universale di Bruxelles,[2] e nel 1962 scrive e dirige il lungometraggio Los jóvenes viejos, aggiudicandosi il Premio FIPRESCI e il premio per la miglior sceneggiatura al Festival internazionale del cinema di Mar del Plata.[3]

Altri riconoscimenti arrivano negli anni successivi al Festival internazionale del cinema di Berlino, nel 1965 per Pajarito Gómez e nel 1971 per il film collettivo Argentina, mayo de 1969: Los caminos de la liberación.[3] Sempre a Berlino, nel 1974 è presidente della giuria internazionale.

Nel 1978 si trasferisce in Spagna, prendendo la cittadinanza circa due anni dopo.[2] Nel 1987, mentre lavorava alla sceneggiatura per un film sul tema dei diritti umani in America Latina, Rodolfo Kuhn è morto all'età di 52 anni, vittima di un attacco di cuore.[2]

È stato sposato con l'attrice argentina Elsa Daniel.[4]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Los jóvenes viejos, regia di Rodolfo Kuhn (1962)
  • Los inconstantes, regia di Rodolfo Kuhn (1962)
  • Pajarito Gómez, regia di Rodolfo Kuhn (1965)
  • Jörg Preda berichtet (1966) - Serie Tv, 4 episodi
  • El ABC del amor, regia di Rodolfo Kuhn, Eduardo Coutinho e Helvio Soto (1967) - Episodio Noche terrible
  • Turismo de carretera, regia di Rodolfo Kuhn (1968)
  • Ufa con el sexo, regia di Rodolfo Kuhn (1968)
  • Argentina, mayo de 1969: Los caminos de la liberación, film collettivo (1969)

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • Sinfonía en no bemol, regia di Rodolfo Kuhn (1958) - Cortometraggio
  • Contracampo, regia di Rodolfo Kuhn (1958) - Cortometraggio, documentario
  • Argentina, mayo de 1969: Los caminos de la liberación, film collettivo (1969)
  • Prensa, regia di Humberto Ríos (1974) - Cortometraggio
  • Hombres de puerto, regia di Humberto Ríos (1974) - Cortometraggio

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio FIPRESCI per Los jóvenes viejos
Miglior sceneggiatura per Los jóvenes viejos
Nomination Miglior film per Los jóvenes viejos
  • 1962 - Riviera International Film Festival(fipresci.org/festival-reports/1962/sestri-levante-film-festival)
Premio FIPRESCI per Los jóvenes viejos
Miglior film per i giovani per Pajarito Gómez
Nomination Orso d'oro per Pajarito Gómez
  • 1967 - Festival internazionale del cinema di Berlino
Nomination Orso d'oro per El ABC del amor (episodio Noche terrible)
  • 1971 - Festival internazionale del cinema di Berlino
Premio FIPRESCI, menzione speciale per Argentina, mayo de 1969: Los caminos de la liberación

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rodolfo Kuhn, www.mymovies.it. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  2. ^ a b c El cineasta argentino-español Rodolfo Kuhn murió en México, www.elpais.com. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  3. ^ a b Rodolfo Kuhn - Awards, www.imdb.com. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  4. ^ Rodolfo Kuhn - Spouse, www.imdb.com. URL consultato l'8 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN94202391 · ISNI (EN0000 0000 7878 8812 · LCCN (ENn84185802 · WorldCat Identities (ENlccn-n84185802