Ryūsuke Hamaguchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ryūsuke Hamaguchi al Festival del cinema asiatico di Hong Kong nel 2018

Ryūsuke Hamaguchi (濱口 竜介 Hamaguchi Ryūsuke?; 16 dicembre 1978) è un regista e sceneggiatore giapponese. Nel 2021 ha vinto l'Orso d'argento, gran premio della giuria al Festival di Berlino per Il gioco del destino e della fantasia e il Prix du scénario al Festival di Cannes per Drive My Car. Per il medesimo film ha ricevuto quattro candidature al Premio Oscar rispettivamente nella sezione miglior film, miglior regista, migliore sceneggiatura non originale e miglior film internazionale. Oscar miglior film straniero

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureato all'Università delle arti di Tokyo ed aver lavorato per anni nei documentario, si fa notare internazionalmente nel 2015 col film Happīawā, della durata di 5 ore e interpretato da attori non professionisti, premiato al Festival di Locarno.[1] Tre anni più tardi il suo film Netemo sametemo è nel concorso principale del Festival di Cannes.[1]

Nel 2021 vince il gran premio della giuria al Festival di Berlino per Il gioco del destino e della fantasia, film antologico composto da tre storie che Hamaguchi prefigura come le prime di sette.[1] Lo stesso anno è nuovamente in concorso a Cannes col film Drive My Car, adattamento di un racconto di Haruki Murakami,[1] con cui vince tra gli altri il premio per la miglior sceneggiatura.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Like Nothing Happened (2003)
  • Tengoku wa mada tôi (2016)

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Nami no oto (2012)
  • Nami no koe: Shinchimachi (2013)
  • Nami no koe: Kesennuma (2013)
  • Storytellers (2013)

Solo sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Mark Schilling, Japan’s Silver Bear-Winner Hamaguchi Ryusuke Plots His Next Film Moves, su Variety, 14 marzo 2021. URL consultato il 3 giugno 2021.
  2. ^ (EN) Peter Debruge, Wild, Woman-Made ‘Titane’ Wins Palme d’Or in Upside-Down Cannes Film Festival Awards, su Variety, 17 luglio 2021. URL consultato il 18 luglio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN53145602407901361195 · ISNI (EN0000 0004 5739 1364 · LCCN (ENno2018019570 · GND (DE1173849726 · BNF (FRcb17821100f (data) · NDL (ENJA001224130 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018019570