Marcello Gandini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A destra Gandini insieme a Bertone con i disegni di una Ferrari Rainbow nel 1976

Marcello Gandini (Torino, 26 agosto 1938) è un designer italiano. È noto per avere disegnato alcune delle più innovative automobili italiane a partire dalla metà degli anni sessanta.

Oltre che nel settore automobilistico, si è impegnato anche nel disegno industriale, e nei complementi d'arredo.

Marcello Gandini con una Autobianchi Runabout nel 1969

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da destra, una Lamborghini Countach e una Diablo SV, due delle autovetture più famose disegnate da Gandini

Appassionato di meccanica fin dall'infanzia, fu capo-designer della Bertone, succedendo al coetaneo Giorgetto Giugiaro, sino al 1980, quando preferì continuare la sua attività come libero professionista.

Alla Carrozzeria Bertone, disegnò alcune delle più apprezzate auto sportive italiane degli anni 60 e 70, tra cui le Lamborghini Miura, Espada, Urraco e Countach, l'Alfa Romeo Montreal, la Lancia Stratos, la Fiat X1/9 e la Ferrari GT4, senza considerare le innumerevoli concept.

Piccola, poco citata, ma significativa, la collaborazione tra Gandini e la Innocenti di Milano, che portò nel 1974 alla presentazione delle nuove Mini 90/120, auto che con diverse evoluzioni meccaniche, e un disegno da superutilitaria ante-litteram, rimasero in produzione per ben 19 anni.

Vetture disegnate[modifica | modifica wikitesto]

Le automobili più note disegnate da Marcello Gandini:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Renault Trucks Corporate, Renault Trucks Corporate - News: Magnum - the end of a legendary truck, su corporate.renault-trucks.com. URL consultato l'11 marzo 2017.
  2. ^ Tundra by Bertone, la Volvo che era "troppo moderna", in OmniAuto.it. URL consultato l'11 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN150006354 · Europeana agent/base/64929 · ULAN (EN500239956 · LCCN (ENno2013074692 · WorldCat Identities (ENlccn-no2013074692