Tom Tjaarda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Tom Tjaarda (nome completo Stevens Thompson Tjaarda van Starkenberg) (Detroit, 23 luglio 1934Torino, 1º giugno 2017[1]) è stato un designer statunitense di origini olandesi, che ha svolto l'attività di progettista e stilista d'auto quasi esclusivamente in Italia[2], realizzando vetture per Ferrari, FIAT e De Tomaso.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Fiat 124 Sport Spider del 1974, opera più nota di Tjaarda

Figlio dell'olandese-americano Joop van Starkenberg Tjaarda (1897-1962), ribattezzato John Tjaarda, apprezzato designer degli anni trenta e creatore della Lincoln Zephyr, decise di seguire le orme paterne.

Laureatosi in architettura presso l'Università del Michigan, è proprio durante il corso di laurea che venne notato da Luigi Segre, responsabile dello stile alla Ghia, il quale, visto un suo progetto per una giardinetta sportiva, gli offrì un corso di specializzazione. L'occasione di lavorare nella patria del design automobilistico era per Tjaarda irrinunciabile e, seduta stante, si trasferì a Torino.

De Tomaso Pantera GTS, opera firmata dal designer statunitense per la Ghia

Nel corso dello stage biennale alla Ghia, collaborò a molti progetti per modelli di produzione, prototipi e concept car, per poi essere assunto, nel 1962, alla Pininfarina dove partecipò alla realizzazione di alcune autovetture, la più celebre delle quali è certamente la Fiat 124 Sport Spider.[3][4]

Nel 1965 passò alla OSI e, dopo la fuoriuscita di Giorgetto Giugiaro, ritornò in forza alla Ghia dove si occupò della progettazione, tra le altre, della De Tomaso Pantera.

Nel 1978 venne assunto dal gruppo Fiat per dirigere la controllata Advanced Design Studio che si occuperà del progetto stilistico per la Autobianchi Y10, la Fiat Croma e la Lancia Thema. Tre anni dopo passò alla Rayton Fissore per realizzare il progetto della Magnum e, nel 1985, decise di mettersi in proprio, fondando la Dimensione Design, successivamente mutata in Tjaarda Design.

Ferrari 330 GT 2+2 berlinetta del 1965, realizzata da Tjaarda per Pininfarina

Oltre al campo automobilistico, ha prestato la sua abilità di designer alla realizzazione dell'elicottero Silvercraft SH-200 e di vari componenti d'arredo.

Vetture[modifica | modifica wikitesto]

Le automobili più note il cui design è stato curato da Tom Tjaarda:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio a Tom Tjaarda, papà della 124 Spider, su quattroruote.it, 1º giugno 2017. URL consultato il 1º giugno 2017.
  2. ^ articolo su tom tjaarda, su automobilismo.it. URL consultato il 28 giugno 2014.
  3. ^ Fiat 124 Sport Spider: 40 anni tra attualità e storia, su virtualcar.it. URL consultato il 28 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2014).
  4. ^ Una 124 Spider molto particolare, su automobilismo.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN38524299 · ISNI (EN0000 0000 3334 9752 · LCCN (ENn89647891