Martin Smith (designer)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Martin Smith (Sheffield, 1949) è un designer britannico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli studi e gli inizi alla Porsche[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi laureato in ingegneria meccanica alla Liverpool University e dopo aver conseguito un master in design automobilistico alla Royal College of Art a Londra, ha iniziato la sua carriera lavorativa nel settore motoristico nel 1973 come designer alla Porsche.

Audi[modifica | modifica wikitesto]

Audi Avus Quattro del 1991 disegnata dal designer britannico

Nel 1977 si trasferisce all'Audi, dove ha diretto il centro stile della casa tedesca a Monaco dal 1984 e qui ha disegnato in collaborazione con J Mays la Audi Quattro Avus. Nel 1991 diviene capo del disegno degli interni e, tra gli altri, firma quello della Audi TT.

General Motors[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 si trasferisce alla Opel, dove era responsabile per il design delle vetture compatte e tra le altre cose, ha firmato il design della Opel Speedster e della Opel Astra G. È stato poi il direttore esecutivo della progettazione per la Opel e per i marchi Vauxhall alla sezione General Motors Europe.

Ford[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 entra a far parte in qualità di Chief Designer alla Ford Europa, dove ha lavorato prima su diversi concept che hanno ispirato tutta la gamma successiva dei modelli europei. A partire dal 2006 ha introdotto il Kinetic design che ha sostituito il precedente corso stilistico denominato New Edge[1]. Dal 2006, Smith è stato responsabile per il design della sezione Ford Europa, Ford Asia-Pacifico e Ford Africa. A maggio 2014, la Ford ha annunciato che Smith ha lasciato l'azienda per limiti di età e che è stato sostituito da Joel Piaskowski.[2][3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ford Kinetic Design, su ford.it. URL consultato l'8 febbraio 2017.
  2. ^ (EN) Martin Smith retires, Joel Piaskowski in as Ford Europe design chief, su autoblog.com, 29 maggio 2014. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  3. ^ Martin Smith (Ford) Darà la direzione futura del design globale, su quattroruote.it, 25 giugno 2014. URL consultato l'8 febbraio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN106395805 · ISNI (EN0000 0000 7605 249X · LCCN (ENno96065395