Volvo Bertone Tundra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Volvo Tundra
Descrizione generale
Costruttore Italia  Bertone
Tipo principale Concept car
Produzione nel 1979
Esemplari prodotti 1
Altre caratteristiche
Altro
Stile Marcello Gandini
per Bertone
Altre eredi Citroën BX
Stessa famiglia Volvo 343

La Volvo Bertone Tundra è una concept car, presentata al salone dell'automobile di Ginevra del 1979, disegnata per Volvo da Marcello Gandini della carrozzeria Bertone.

La vettura realizzata per vivacizzare e ammodernare lo stile delle vetture scandinave, venne rifiutata dalla casa automobilistica svedese, considerandola troppo all'avanguardia rispetto alla gamma contemporanea prodotta in quegli anni.[1]

Contesto e storia[modifica | modifica wikitesto]

Questo modello, costruito sulla meccanica della Volvo 343 avente un motore 1,4 da 70 CV dotata di trazione posteriore e con carrozzeria a 2 sole porte, non venne comunque accantonato, ma diventò la base per produrre, nel 1982, l'erede della Citroën GSA, la nuova BX.

L'origine di questo modello però ha radici ancora più profonde: non si può infatti nascondere la somiglianza della svedese Tundra e della francese BX con il prototipo (disegnato anch'esso da Bertone) della Otosan Anadol FW11 del 1977 (mai prodotta), ripresentata poi come nuova versione della Reliant Scimitar nel 1980 (anch'essa mai entrata in produzione)[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tundra by Bertone, la Volvo che era "troppo moderna", in OmniAuto.it. URL consultato il 15 marzo 2017.
  2. ^ Quando la concept... visse quattro volte, su autoblog.it, 30 dicembre 2006. URL consultato il 16 dicembre 2016.