Manoscritto Yates Thompson 36

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Yates Thompson 36
manoscritto
Epoca1444-1450
Linguavolgare
ProvenienzaToscana
Supportopergamena
Scritturagotico
Dimensioni36,5 × 25,8 cm
Fogli190
UbicazioneBritish Library

Il Manoscritto Yates Thompson 36 (ms. Yates Thompson 36) è un codice della Divina Commedia di Dante Alighieri conservato alla British Library di Londra.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato tra il 1444 e il 1450 per volontà del re di Napoli Alfonso V, appassionato bibliofilo e cultore della memoria dantesca, il codice contiene tutte e tre le cantiche del poema dantesco, il che lo rende prezioso da un punto di vista filologico[1]. Gli artisti che vi furono chiamati ad operare le miniature furono i senesi Priamo della Quercia, che si occupò dell'Inferno e del Purgatorio (per lungo tempo si ritenne che fosse stato Lorenzo di Pietro il Vecchietta[2]); e Giovanni di Paolo, che si occupò del Paradiso[2]. Entrambi gli artisti realizzarono 115 scene miniate, caratterizzate dalla grande quantità di oro teso ad impreziosire il codice[1].

Il codice, trasmesso in eredità per via aragonse, fu conservato nel Monastero di San Miguel a Valencia dal 1513, per poi venire comprato da Henry Yates Thompson (da qui il nome dato al manoscritto). Questi morì nel 1928 e la vedova lo donò alla British Library, nel 1941[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura