Lockheed L-10 Electra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lockheed L-10 Electra
Earhart-electra 10.jpg
Il Lockheed Electra 10-E di Amelia Earhart, ad Oakland, California il 20 marzo 1937
Descrizione
Tipoaereo di linea
Equipaggio2
ProgettistaHall Hibbard
CostruttoreStati Uniti Lockheed
Data primo volo23 febbraio 1934
Data entrata in servizio1935
Esemplari149
Dimensioni e pesi
Lockheed Model 10 Electra.svg
Tavole prospettiche
Lunghezza11,76 m (38 ft 7 in)
Apertura alare16,76 m (55 ft 0 in)
Altezza3,07 m (10 ft 1 in)
Superficie alare42,5 (458.3 ft²)
Carico alare111,7 kg/m² (22.9 lb/ft²)
Peso a vuoto2 926 kg (6 450 lb)
Peso carico4 772 kg (10 500 lb)
Passeggeri10
Capacità1 837 kg (1 050 lb)
Propulsione
Motore2 radiali Pratt & Whitney Wasp Junior SB
Potenza400 hp (298 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max309 km/h (192 mph) al livello del mare
325 km/h (202 mph) a 1 525 m (5 000 ft)
Velocità di crociera278 km/h (173 mph) al livello del mare
290 km/h (180 mph) a 1 525 m (5 000 ft)
306 km/h (190 mph) a 2 928 m (9 600 ft)
Velocità di salita305 m/min (1 000 ft/min)
Autonomia1 147 km (713 mi) (potenza 75%)
1 416 km (880 mi) (potenza 50%)
Quota di servizio5 920 m (19 400 ft)
Notedati relativi alla versione Electra 10A

i dati sono estratti da Jane's All the World's Aircraft 1938[1]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia
Il progettista Clarence "Kelly" Johnson mentre sperimenta il comportamento di un modello Electra dotato di impennaggio monoderiva presso la galleria del vento dell'Università del Michigan.

Il Lockheed L-10 Electra, noto anche come Model 10 Electra, era un bimotore di linea ad ala bassa ed impennaggio bideriva prodotto dall'azienda statunitense Lockheed Corporation negli anni trenta ed introdotto per competere con i Boeing 247 e Douglas DC-2 sul mercato del trasporto civile. Introdotto nel 1934, era uno dei più moderni aerei dell'epoca, dotato anche di carrello retrattile, con prestazioni velocistiche superiori alla concorrenza.

Fu prodotto anche in versione militare: i C-36 Electra e C-37 Electra.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il capoprogettista fu Hall Hibberd, ma la doppia deriva di coda, per rendere più stabile il velivolo, si deve a un giovane ingegnere, Clarence "Kelly" Johnson, destinato a fare scuola all'interno della ditta.

Il velivolo poteva portare 10 passeggeri più merci o posta ad una velocità media di 305 km/h. Anche se il Douglas DC-3 aveva una maggior capacità di carico, l'Electra riuscì ad avere abbastanza successo da salvare la Lockheed dal fallimento.

Nel 1937 fu presentato il derivato Model 14 Super Electra, più lungo e dotato di motori migliori che gli permettevano di viaggiare a 370 km/h. Nel 1938 Howard Hughes ne pilotò uno in un raid attorno al mondo di quattro giorni. La sua lussuosità (riscaldato, insonorizzato e molto confortevole) lo rese un ottimo aereo presidenziale: un L-14 Super Electra della British Airways Ltd. portò Neville Chamberlain all'incontro con Hitler a Godesberg il 22 settembre 1938 e una settimana dopo a Monaco.

Altri punti di forza dell'aereo erano la moderna strumentazione per il volo notturno e alla leggerezza della fusoliera monoscocca in alluminio.

Nel luglio del 1937 Amelia Earhart scomparve durante un tentativo di giro del mondo a bordo di un Electra modificato.

Nel maggio 1937, H.T. "Dick" Merrill e J. S. Lambie effettuarono il primo volo andata/ritorno attraverso l'Atlantico.

Numerosi Electra e i modelli derivati (Lockheed L-12 Electra Junior e L-14 Super Electra) furono convertiti per l'utilizzo militare durante la seconda guerra mondiale. Alla fine della guerra l'Electra era ormai superato.

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Civili[modifica | modifica wikitesto]

Australia Australia
Brasile Brasile
Canada Canada
Cile Cile
Cuba Cuba
Jugoslavia Jugoslavia
Messico Messico
Paesi Bassi Paesi Bassi
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
Polonia Polonia
operò con 10 esemplari tra il 1936 ed il 1939.
Regno Unito Regno Unito
Romania Romania
Stati Uniti Stati Uniti
Venezuela Venezuela

Militari[modifica | modifica wikitesto]

Lockheed Electra 10A (C-37) utilizzato dalla Royal Air Force.
Lockheed Y1C-36 nella livrea della United States Army Air Force.
Argentina Argentina
Brasile Brasile
Canada Canada
Honduras Honduras
Regno Unito Regno Unito
Spagna Spagna
Stati Uniti Stati Uniti
Venezuela Venezuela

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gray e Bridgman 1938, pp. 276-277(c).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) René J. Francillon, Lockheed Aircraft since 1913, Annapolis, Naval Institute Press, 1987, ISBN 0-85177-835-6.
  • (EN) C. G. Gray, Leonard Bridgman, Jane's All the World's Aircraft 1938, London, David & Charles, 1972 [1938], ISBN 0-7153-5734-4.
  • (EN) The Lockheed "Electra", in Flight, 25 gennaio 1934, pp. 74-5. URL consultato il 14 aprile 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]