Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nakajima G8N

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nakajima G8N
Nakajima G8N1.jpg
Una Nakajima G8N durante la seconda guerra mondiale
Descrizione
Tipobombardiere
Equipaggio10
CostruttoreGiappone Nakajima Hikōki KK
Data primo volo1944
Data entrata in serviziogennaio 1945
Data ritiro dal servizio1945
Utilizzatore principaleGiappone Dai-Nippon Teikoku Kaigun Kōkū Hombu
Esemplari4
Dimensioni e pesi
Nakajima G8N1 Renzan - 3D drawing.svg
Tavole prospettiche
Lunghezza22,94 m
Apertura alare32,54 m
Altezza7,90 m
Superficie alare112,00
Peso a vuoto17 400 kg
Peso carico26 800 kg
Peso max al decollo32 150 kg
Propulsione
Motore4 radiali Nakajima NK9K-L Homare 24
Potenza2 000 CV (1 471 kW) ciascuno
Prestazioni
Velocità max592 km/h
Velocità di crociera360 km/h
Velocità di salitaa 3 000 m in 10 min 11 s
Autonomia7 464 km
Raggio di azione3 945
Tangenza10 200 m
Armamento
Mitragliatrici2 Type 2 calibro 13 mm nella torretta del muso
2 Type 2 calibro 13 mm brandeggiabili in fusoliera
Cannoni2 Type 99 calibro 20 mm in ogni torretta dorsale, ventrale, e torrette di coda
Bombe4 000 kg
Notedati relativi alla versione G8N1

i dati sono estratti da Уголок неба [1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Lo Nakajima G8N Renzan (連山? Catena montuosa, nome in codice alleato Rita)[2] era un bombardiere quadrimotore terrestre prodotto dall'azienda giapponese Nakajima Hikoki KK ed utilizzato dalla Dai-Nippon Teikoku Kaigun Kōkū Hombu, il Servizio aereo della Marina imperiale giapponese durante la seconda guerra mondiale. La designazione della marina era "Aereo per attacco basato a terra Type 18" (一八試陸上攻撃機).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il prototipo iniziale fu completato nell'ottobre 1944, solo un anno dopo che la marina ordinò l'inizio della costruzione, e venne consegnato nel gennaio 1945. Tuttavia, l'andamento della guerra per i giapponesi, e la carenza di alluminio causarono la cancellazione del progetto in giugno. Quattro esemplari vennero costruiti tra l'ottobre 1944 e il giugno 1945.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la guerra, un prototipo venne mandato negli Stati Uniti[3][4] e demolito dopo la prova. Attualmente non esiste più nessun esemplare.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

G8N1
versione bombardiere pesante quadrimotore di produzione in serie.[1]
G8N2
sviluppo previsto, equipaggiato con motorizzazione più potente, rimasto a livello progettuale.[1]
G8N2
sviluppo previsto, di costruzione interamente metallica, rimasto a livello progettuale.[1]

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Giappone Giappone

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Nakajima G8N Renzan in Уголок неба.
  2. ^ (EN) Randy Wilson, Japanese Aircraft Designations 1939-1945, in Randy Wilson's Aviation History Page, http://rwebs.net/avhistory, 10 mar 2009. URL consultato il 4 giu 2009.
  3. ^ Thorpe 1977, p. 27.
  4. ^ A G8N "Rita" in the USA.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Francillon, René J. Japanese Aircraft of the Pacific War. London: Putnam & Company Ltd., 2nd edition 1979. ISBN 0-370-30251-6.
  • (EN) Thorpe, Donald W. Japanese Naval Air Force Camouflage and Markings World War II. Fallbrook, California: Aero Publishers, Inc., 1977. ISBN 0-8168-6583-3. (hc.) ISBN 0-8168-6587-6 (pbk.)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]