Livio Lorenzon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Livio Lorenzon (Trieste, 6 maggio 1923Trieste, 27 dicembre 1971[1]) è stato un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la sua attività di attore partecipando nel 1951, nella sua città natale, alle riprese del film Ombre su Trieste. Si trasferisce poi a Roma, dove ben presto si afferma nel cinema di genere e in pellicole di serie B, in parti di caratterista, come interprete di personaggi spietati e duri. Fu attivo anche in commedie e sceneggiati televisivi, diretti per la Rai da Anton Giulio Majano (Una tragedia americana, del 1962), Guglielmo Morandi e Daniele D'Anza (Giocando a golf una mattina, 1969).

Morì nel dicembre 1971, dopo un lungo ricovero in ospedale per cirrosi epatica.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Turi in La sceriffa, Il terrore dei barbari, I pirati della costa, Il cavaliere dai cento volti, L'ultimo gladiatore, Buckaroo - Il winchester che non perdona, Colorado Charlie, Il terrore dell'Oklahoma, Ercole contro i tiranni di Babilonia, La vendetta di Ursus, Il terrore dei barbari, Il segreto dello sparviero nero, Capitan fuoco, Straziami, ma di baci saziami, Cjamango
  • Mario Pisu in La venere dei pirati, Il buono il brutto il cattivo, Colpo maestro al servizio di Sua Maestà Britannica
  • Alberto Lupo in Il gladiatore invincibile, La rivolta dei sette
  • Giorgio Capecchi in I masnadieri, Ponzo Pilato
  • Mario Ferrari in La barriera della legge
  • Aldo Giuffré in Io non protesto io amo
  • Gastone Moschin in Il vedovo, Il terrore della maschera rossa, La grande guerra
  • Leonardo Severini in Dio perdoni la mia pistola
  • Giampiero Albertini in I quattro dell'Ave Maria
  • Vittorio Sanipoli in Due rrringos nel Texas,
  • Mario Feliciani in Texas addio
  • Alessandro Sperlì in Zorro e i tre moschettieri, Zorro alla corte di Spagna, Jim il primo, Il figlio di Cleopatra
  • Mario Bardella in Ringo del Nebraska
  • Sergio Rossi (attore) in Vayas con Dios, Gringo

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le teche Rai, la prosa televisiva 1954/2008
  • Gli attori Gremese editore Roma 2003

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivio La Stampa
Controllo di autorità VIAF: (EN12516483 · SBN: IT\ICCU\CAGV\197383 · ISNI: (EN0000 0001 2021 0812 · BNF: (FRcb14200437h (data)