Lakeside Park (singolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lakeside Park
ArtistaRush
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1975
Durata3:16
Album di provenienzaCaress of Steel
GenereHard rock
EtichettaMercury Records
ProduttoreRush e Terry Brown
Rush - cronologia
Singolo precedente
(1975)
Singolo successivo
(1976)

Lakeside Park è un brano del gruppo rock canadese Rush, pubblicato dall'etichetta discografica Mercury Records nel 1975 come primo lato del singolo estratto dal terzo album del gruppo, Caress of Steel. Nella seconda facciata è inclusa Bastille Day, estratta anch'essa dallo stesso album.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Lakeside Park

Il pezzo descrive i ricordi di gioventù di Peart, quando adolescente frequentava il Lakeside Park, un parco divertimenti situato a Port Dalhousie, vicino a St. Catharines, sulle sponde del lago Ontario[1]. Nel brano da una parte vengono evocate le estati di svago e lavoro trascorse nel luogo, con i falò estivi e i canti sulla spiaggia, il giorno del “Victoria day”, ossia il compleanno della regina Vittoria del 24 maggio; dall'altra parte vengono descritti i cambiamenti dei luoghi nel tempo, con la vecchia giostra, ultima superstite dei tempi passati[1]. Nella versione per il singolo discografico il pezzo è stato ridotto di circa un minuto rispetto alla versione presente sull'album.

Lakeside Park è stata eseguita nei concerti dal vivo con regolarità fino al tour di A Farewell to Kings; in seguito non è stata più eseguita per esser recuperata solo in occasione del R40 Live Tour. Versioni live della canzone si trovano negli album dal vivo All the World's a Stage, A Farewell to Kings 40th anniversary edition e R40 Live.

Bastille Day

Brano hard-rock di chiara matrice zeppeliniana, caratterizzata dall'interpretazione vocale di Lee urlata e passionale[2]. Nel testo Peart, ispirato da Racconto di due città di Charles Dickens[2], per la prima volta tratta argomenti quali l'oppressione e tematiche legate alla lotta di classe. Le liriche parlano dell'evento simbolo della rivoluzione francese: la presa della Bastiglia; la canzone apre con la citazione della frase che mangino brioches, abitualmente attribuita a Maria Antonietta[2]. Peart in questo caso non formula alcun giudizio, si limita a descrivere questi avvenimenti[2].

Il brano sembra abbia ispirato il nome dei Majestic, la prima incarnazione dei Dream Theater: Mike Portnoy avrebbe infatti definito il pezzo “maestoso” (in inglese “majestic”)[3]. Gli stessi Rush hanno deliberatamente autocitato il brano nell'introduzione di Headlong Flight, pezzo estratto da Clockwork Angels del 2012[4].

Bastille Day è stata inserita, come brano autonomo prima e come parte di un medley poi, nella scaletta dei concerti fino al Permanent Waves Tour. Inaspettatamente è stata inserita anche nel medley d'apertura del tour R30: 30th Anniversary. Il brano compare negli album dal vivo All the World's a Stage del 1976, Different Stages del 1998 e R30: 30th Anniversary World Tour del 2004.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Il singolo pubblicato per il mercato statunitense contiene le seguenti tracce[5][6]:

  1. Lakeside Park - 3:16 (Lee, Lifeson, Peart)
  2. Bastille Day - 4:36 (Lee, Lifeson, Peart) (lato B)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Lakeside Park è stata reinterpretata da Sebastian Bach nell'album di cover dei Rush del 2005 Subdivisions[7].

Bastille Day è stata rivista nello stesso album da Jani Lane e Alex Skolnick[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Lakeside Park by Rush Songfacts, Songfacts.com, 2 giugno 2004. URL consultato il 25 maggio 2017.
  2. ^ a b c d Bastille Day - rush vault Bastille Day su rush vault
  3. ^ Questo fatto è narrato nel documentario del gruppo The Score So Far
  4. ^ Headlong Flight - rush vault Headlong Flight su rush vault
  5. ^ (EN) Lakeside Park, Discogs.
  6. ^ Martin Popoff, Rush: The Illustrated History, Omnibus Press, 2013, p. 182. ISBN 978-17-83051-47-2
  7. ^ Original versions of Lakeside Park by Daniel J and Sebastian Bach | SecondHandSongsLakeside Park cover
  8. ^ Original versions of Bastille Day by Alex Skolnick and Jani Lane | SecondHandSongsBastille Day cover

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]