Feedback (Rush)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Feedback
ArtistaRush
Tipo albumEP
Pubblicazione29 giugno 2004
Durata27:08
Dischi1
Tracce8
GenereHard rock
EtichettaAnthem Records
Atlantic Records
ProduttoreDavid Leonard, Rush
ArrangiamentiRush, David Leonard
NoteTour promozionale collegato: R30: 30th Anniversary Tour
Rush - cronologia
EP precedente
(2003)
Singoli
  1. Summertime Blues[1]
    Pubblicato: 2004
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
All Music Guide[2] 4/5 stelle

Feedback è un EP del gruppo hard rock canadese Rush, pubblicato il 29 giugno 2004[3] e comprendente otto cover.

Registrato e mixato presso i Phase One Studios di Toronto nel periodo marzo/maggio 2004, l'album segna il trentesimo anniversario della pubblicazione dell'album di debutto del gruppo (l'omonimo Rush del 1974). Poco prima della pubblicazione del disco i Rush intrapresero un tour chiamato R30: 30th Anniversary Tour, in cui per la prima volta fu organizzata anche una data in Italia. Dall'album sono stati estratti esclusivamente singoli promozionali.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Feedback è composto, come indicato nelle note interne di copertina[3], da cover di brani che i componenti del gruppo suonavano nelle rispettive band sul finire degli anni sessanta, prima ancora di chiamarsi "Rush", ed include pezzi degli Who, Blue Cheer, Yardbirds, Buffalo Springfield, Cream, Love. Con la sola eccezione del singolo di debutto del gruppo (Not Fade Away pubblicato nel 1973 con John Rutsey ancora in formazione) questo rappresenta l'unico caso nel quale i Rush hanno interpretato brani non propri ma di altri autori.

Il disco, dopo trenta anni di attività, vuole rendere omaggio agli artisti che hanno attratto i Rush verso il mondo della musica[4]. Per la registrazione del materiale fu scelto un approccio molto diretto e semplice, con sovraincisioni e ritocchi da studio ridotti al minimo[5].

Le recensioni elogiano la buona capacità dei Rush di dimostrarsi anche una garage band, accompagnato dal virtuosismo e fantasia caratteristici del gruppo; la realizzazione di Feedback viene vista come un modo sorprendente e di basso profilo per celebrare il trentennale di attività[6]. Un album che contiene tracce sorprendenti, classici del rock, rivisti e mutati in ottime versioni. Questo disco diventa l'occasione per sentire i Rush in maniera nuova, libera e selvaggia; ascoltarli diventa una vera celebrazione, soprattutto considerando che si tratta di un gruppo con 30 anni di carriera sulle spalle[7].

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Summertime Blues – 3:52 (Jerry Capehart/Eddie Cochran)adattamento dalla versione dei Blue Cheer e The Who
  2. Heart Full of Soul – 2:52 (Graham Gouldman)adattamento dalla versione dei The Yardbirds
  3. For What It's Worth – 3:30 (Stephen Stills)adattamento dalla versione dei Buffalo Springfield
  4. The Seeker – 3:27 (Pete Townshend)adattamento dalla versione dei The Who
  5. Mr. Soul – 3:51 (Neil Young)adattamento dalla versione dei Buffalo Springfield
  6. 7 and 7 Is – 2:53 (Arthur Lee)adattamento dalla versione dei Love
  7. Shapes of Things – 3:16 (Chris Dreja/Jim McCarty/Keith Relf/Paul Samwell-Smith)adattamento dalla versione dei The Yardbirds
  8. Crossroads – 3:27 (Robert Johnson)adattamento dalla versione dei Cream

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2004) Posizione
massima
Stati Uniti[3] 19

Principali edizioni e formati[modifica | modifica wikitesto]

Feedback è stato pubblicato in varie edizioni e formati; queste le principali[8]:

  • 2004, Anthem Records (solo Canada), formato: CD
  • 2004, Atlantic Records, formato: CD, LP
  • 2016, Atlantic Records, formato: LP (vinile 200 g.), rimasterizzato
  • 2013, Atlantic Records, all'interno del cofanetto The Studio Albums 1989-2007, formato: CD, rimasterizzato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rush Single: Summertime Blues
  2. ^ Rush | Discography | AllMusic
  3. ^ a b c "Feedback" linernotes and lyrics from Power Windows Archiviato l'8 maggio 2016 in Internet Archive.
  4. ^ Jon Collins, Rush, Tsunami Edizioni, 2009, p. 227-228. ISBN 978-88-96131-03-9
  5. ^ Jon Collins, Rush, Tsunami Edizioni, 2009, p. 228. ISBN 978-88-96131-03-9
  6. ^ Feedback Rolling Stone album review, su 2112.net. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  7. ^ (EN) Feedback, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  8. ^ https://www.discogs.com/Rush-Feedback/master/62910

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]