Jordan Larsson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jordan Larsson
Jordan Larsson 2019 (1).jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 175 cm
Peso 69 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Spartak Mosca
Carriera
Giovanili
2004-2006Barcellona
2006-2012Högaborgs BK
Squadre di club1
2012-2014Högaborgs BK43 (12)
2014-2016Helsingborg63 (10)[1]
2017N.E.C.21 (4)[2]
2018-2019IFK Norrköping42 (13)
2019-Spartak Mosca46 (17)
Nazionale
2012-2014Svezia Svezia U-1715 (2)
2015-2016Svezia Svezia U-198 (1)
2016-2018Svezia Svezia U-2114 (2)
2018Svezia Svezia2 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 agosto 2019

Carl Henrik Jordan Larsson (Rotterdam, 20 giugno 1997) è un calciatore svedese, attaccante dello Spartak Mosca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È figlio di Henrik Larsson, ex attaccante, della nazionale di calcio della Svezia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Olanda ai tempi in cui il padre militava nel Feyenoord, il suo nome prende ispirazione dal cestista Michael Jordan.[3]

Proprio come fece il padre in gioventù, anche Jordan ha iniziato la sua carriera nell'Högaborg, dove nel frattempo il padre stesso ha ricoperto il ruolo di vice allenatore (limitatamente alla stagione 2013).

Il suo debutto in Allsvenskan è arrivato il 27 luglio 2014 con la maglia dell'Helsingborg, in occasione del pareggio interno contro l'Örebro. Nel 2015 la guida tecnica del club è stata affidata al padre Henrik, presentato come capo allenatore al posto di Roar Hansen.[4] Il 6 giugno 2015 Jordan Larsson ha realizzato il suo primo gol nel massimo campionato svedese, due settimane prima del 18º compleanno, nella vittoria per 3-0 sull'Åtvidaberg.[4]

La stagione 2016 si è rivelata particolarmente difficoltosa per la squadra, che si è classificata terzultima ed è stata costretta a un doppio spareggio contro l'Halmstad (terzo in Superettan). Dopo l'1-1 esterno dell'andata, Jordan Larsson all'82' minuto della sfida di ritorno ha segnato il gol dell'1-0 che sembrava poter garantire la permanenza in Allsvenskan. Nei minuti finali l'Halmstad ha ribaltato il punteggio con due reti, condannando l'Helsingborg alla retrocessione: i rossoblu militavano nella massima serie da 24 anni consecutivi. Al fischio finale, Jordan Larsson (che già nel corso della stagione aveva avuto screzi minori con una frangia della tifoseria) è stato attaccato in campo da alcuni invasori a volto coperto.[5]

Il 2 gennaio 2017 si è trasferito ufficialmente nei Paesi Bassi (dove già il padre Henrik era approdato dalla Svezia nel 1993) con un contratto valido con il NEC fino al luglio del 2020.[6] Undici giorni dopo ha esordito in Eredivisie, quando è subentrato a Kévin Mayi nella vittoria per 1-0 sul contro il Willem II. A fine anno la squadra è retrocessa in Eerste Divisie. Larsson ha segnato il suo primo gol olandese alla prima giornata del campionato di seconda serie 2017-2018 contro l'Almere City, realizzando addirittura una doppietta.[7] Insoddisfatto del suo ruolo in squadra, a settembre ha paventato in un'intervista l'ipotesi di cambiare squadra.[8]

Il 2 gennaio 2018 è tornato nel calcio svedese con il contratto triennale firmato con l'IFK Norrköping.[9] Nella stagione 2018 ha segnato una sola rete in 24 presenze in campionato, 17 delle quali ottenute partendo dalla panchina. Molto più prolifica è stata per lui la stagione 2019, iniziata con 11 gol segnati in 16 partite disputate, ruolino che lo aveva portato in vetta alla classifica marcatori prima della cessione avvenuta a campionato in corso.

Il 2 agosto 2019, infatti, Larsson è stato acquistato dallo Spartak Mosca, che stando alle indiscrezioni di stampa avrebbe pagato al club svedese circa 5 milioni di euro per rilevare il cartellino.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 65 (11) se si comprendono le presenze nei play-out.
  2. ^ 22 (4) se si comprendono le presenze nei play-out.
  3. ^ (EN) Watch out world, Henrik Larsson's son has just signed for Helsingborgs, joe.ie, 24 luglio 2014.
  4. ^ a b (SV) Jordan Larssons första mål, svt.se, 7 giugno 2015.
  5. ^ (SV) Skandal efter matchen – supportrar slog Larsson, aftonbladet.se, 20 novembre 2016.
  6. ^ (SV) Officiellt: Jordan Larsson klar för holländska klubben, fotbollskanalen.se, 2 gennaio 2017.
  7. ^ (SV) Jordan Larsson tvåmålsskytt, hd.se, 18 agosto 2017. URL consultato il 29 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2017).
  8. ^ (SV) Missnöjd Jordan Larsson – öppnar för klubbyte, expressen.se, 4 settembre 2017.
  9. ^ (SV) Jordan Larsson klar för ”Peking”, aftonbladet.se, 2 gennaio 2018.
  10. ^ (SV) Jordan Larsson klar för Spartak Moskva, aftonbladet.se, 2 agosto 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]