Jimmy Garoppolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jimmy Garoppolo
2018 Jimmy Garoppolo (cropped).jpg
Garoppolo nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 101 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Quarterback
Squadra San Francisco 49ers
Carriera
Giovanili
2010-2013 Border Eastern Illinois Panthers
Squadre di club
2014-2017 New England Patriots
2017- San Francisco 49ers
Statistiche
Partite 26
Partite da titolare 10
Yard passate 2.968
Touchdown passati 17
Intercetti subiti 8
Passer rating 97,3
Palmarès
Super Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 28 dicembre 2018

Jimmy Garoppolo (Arlington Heights, 2 novembre 1991) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di quarterback per i San Francisco 49ers della National Football League (NFL). Scelto nel corso del secondo giro (62º assoluto) del Draft NFL 2014 dai New England Patriots. In precedenza aveva giocato per i Panthers della Eastern Illinois University.

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Garoppolo iniziò a giocare a football presso la Rolling Meadows High School, nella quale fu schierato nel ruolo di quarterback solo a partire dal suo anno da sophomore (precedentemente era stato running back e linebacker). Alla fine del suo anno da junior fu contattato da formazioni della Big Ten Conference come i Michigan State Spartans, gli Iowa Hawkeyes e i Northwestern Wildcats, che smisero però di seguirlo all'inizio del suo anno da junior[1]. Al quarterback rimasero così interessate solo tre squadre della meno prestigiosa Football Championship Subdivision, ovvero Illinois State, Montana State ed Eastern Illinois, e proprio un ex quarterback della Eastern Illinois University, Jeff Christensen, notandolo contattò lo scout dei quarterback del suo ex ateneo, Roy Wittke, dicendogli "Roy, se vedessi questo ragazzo lanciare, sembra Tony Romo"[1].

Nel primo anno da freshman, Garoppolo prese parte alle ultime 8 gare come quarterback titolare, passando per 1.639 yard, 14 touchdown e 13 intercetti e guadagnandosi l'inserimento nell'OVC All-Newcomer Team, la formazione ideale dei debuttanti della Ohio Valley Conference (OVC). L'anno seguente prese parte a tutte ed 11 le gare come quarterback titolare, passando per 2.644 yard, 20 touchdown e 14 intercetti e chiudendo al secondo posto nella OVC in yard passate a partita (240,4) e yard totali a partita (234,8), ed al 33º posto in total offense ed al 36º in efficienza sui passaggi a livello generale di NCAA (incluse quindi anche le principali conference). Nel 2013 Garoppolo batté proprio i record stabiliti da Romo in passaggi da touchdown lanciati in carriera (118), yard lanciate in una singola stagione (5050) e passaggi touchdown lanciati in una singola stagione (53)[2]. Egli chiuse la sua carriera universitaria con 13.156 yard, 118 touchdown e 51 intercetti lanciati in 4 anni di permanenza a Eastern Illinois[3].

Vittorie e premi
  • OVC Championship: (2012, 2013)
  • Walter Payton Award - Offensive MVP della FCS Division I (2013)
  • CFPA Quarterback dell'Anno della FCS (2013)
  • FCS First-team All-American (2013)
  • Giocatore offensivo dell'Anno della OVC (2013)
  • First-team All-OVC (2013)
  • Second-team All-OVC (2012)

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

New England Patriots[modifica | modifica wikitesto]

Garoppolo con i Patriots nel 2015

Durante il corso del 2013 Garoppolo era considerato tra le migliori promesse disponibili nel Draft NFL 2014 nel ruolo di quarterback, e si pronosticava che sarebbe stato scelto tra 2º e 3º giro[4][5][6][7]. Il 9 maggio fu selezionato come 62º assoluto dai New England Patriots, il quarterback scelto più in alto dalla franchigia dai tempi di Drew Bledsoe nel 1993[8]. Debuttò come professionista nel Monday Night Football della settimana 4 contro i Kansas City Chiefs quando, a risultato ormai compromesso, rilevò Tom Brady completando 6 passaggi su 7 tentativi per 70 yard e passando il primo touchdown in carriera a Rob Gronkowski[9]. Nell'ultima gara della stagione, con New England già certa del miglior record della AFC, giocò tutto il secondo tempo, completando 10 passaggi su 17 per 90 yard nella sconfitta coi Buffalo Bills.

Con Brady squalificato per le prime quattro partite della stagione 2016 nell'ambito dello scandalo noto come Deflategate, Garoppolo fu nominato quarterback titolare al suo posto. Vinse la prima partita giocata, contro i quotati Arizona Cardinals, passando 264 yard e un touchdown, senza subire intercetti[10][11]. Sette giorni dopo passò 234 yard e 3 touchdown contro i Miami Dolphins prima di essere costretto a lasciare il campo per un infortunio alla spalla nel secondo quarto. Le successive due gare furono così disputate dal rookie Jacoby Brissett, prima del ritorno di Brady nella settimana 5. Il 5 febbraio 2017, Garoppolo vinse come riserva il suo secondo Super Bowl, il LI, disputato dai Patriots contro gli Atlanta Falcons e vinto ai tempi supplementari (prima volta nella storia del Super Bowl) con il punteggio di 34-28[12].

San Francisco 49ers[modifica | modifica wikitesto]

Garoppolo nel dicembre 2017

Il 30 ottobre 2017, i Patriots scambiarono Garoppolo con i San Francisco 49ers per una scelta del secondo giro del draft 2018.[13] Debuttò con la nuova maglia il 26 novembre subentrando all'infortunato C.J. Beathard a risultato ormai compromesso contro Seattle, passando subito un touchdown al secondo passaggio tentato.[14] A partire dalla gara successiva fu nominato titolare portando subito la squadra alla vittoria sui Chicago Bears per 15-14, in passò 293 yard e subì il primo intercetto in carriera.[15][16][17] Nel quindicesimo turno contro i Tennessee Titans portò la squadra alla terza vittoria consecutiva passando 381 yard e un touchdown, venendo premiato come quarterback della settimana.[18] Sette giorni dopo batté il record NFL dell'Hall of Famer Kurt Warner per yard passate nelle prime quattro partite con una squadra, giungendo a quota 1.250. Chiuse la stagione con 5 vittorie consecutive che lo portarono a un record di 7–0 come titolare (incluse due partite con New England), rendendolo il primo quarterback a riuscirvi da Ben Roethlisberger nel 2004.

La prima sconfitta di Garoppolo giunse nel primo turno della stagione 2018 contro i Minnesota Vikings dove passò un touchdown ma subì tre intercetti.[19][20] Nella settimana 3 contro i Kansas City Chiefs subì un grave infortunio rompendosi il legamento crociato anteriore e chiudendo la sua annata.[21]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

New England Patriots: XLIX, LI
New England Patriots: 2014, 2016

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

15ª del 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) From FCS to the NFL? The path of Eastern Illinois' Jimmy Garoppolo, Sports Illustrated. URL consultato il 19 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 16 febbraio 2014).
  2. ^ (EN) EIU QB Jimmy Garoppolo breaks TD, Yards record, OVCBall.net. URL consultato il 19 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2014).
  3. ^ (EN) Football NCAA Player Stats - Jimmy Garoppolo - Eastern Illinois, Washington Post. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  4. ^ (EN) Jimmy Garoppolo - Eastern Illinois, QB : 2014 NFL Draft, nfldraftscout.com. URL consultato il 27 aprile 2014.
  5. ^ (EN) From FCS to the NFL? The path of Eastern Illinois' Jimmy Garoppolo, Sports Illustrated. URL consultato il 27 aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 21 marzo 2014).
  6. ^ (EN) Everyone notices Garoppolo now, Chicago Tribune. URL consultato il 27 aprile 2014.
  7. ^ (EN) 2014 NFL Draft, CBSSports.com. URL consultato il 27 aprile 2013.
  8. ^ (EN) Patriots draft QB Garoppolo, trade third-round choice, patriots.com, 9 maggio 2014. URL consultato il 22 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2014).
  9. ^ (EN) Game Center: New England 14 Kansas City 41, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 30 settembre 2014.
  10. ^ Nfl, 1º turno: Garoppolo guida i Patriots, Oakland col brivido, riecco Cruz, gazzetta.it, 12 settembre 2016. URL consultato il 12 settembre 2016.
  11. ^ (EN) Game Center: New England 23 Arizona 21, NFL.com, 11 settembre 2016. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  12. ^ Sport Usa, Nfl: Brady, rimonta da leggenda. Manita Patriots al Super Bowl, gazzetta.it, 6 febbraio 2017. URL consultato il 6 febbraio 2017.
  13. ^ (EN) Jared Dubin, Patriots reportedly trade Jimmy Garoppolo to 49ers for second-round pick, in CBS Sports, 30 ottobre 2017. URL consultato il 31 ottobre 2017.
  14. ^ Nfl: i Rams vincono il big match con New Orleans, gazzetta.it, 27 novembre 2017. URL consultato il 27 novembre 2017.
  15. ^ (EN) Jimmy Garoppolo to make first 49ers start vs. Bears, NFL.com, 28 novembre 2017. URL consultato il 29 novembre 2017.
  16. ^ (EN) Game Center: San Francisco 15 Chicago 14, NFL.com, 3 dicembre 2017. URL consultato il 3 dicembre 2017.
  17. ^ Nfl: Minnesota e New Orleans colpi importanti, gazzetta.it, 4 dicembre 2017. URL consultato il 4 dicembre 2017.
  18. ^ (EN) FedEx Air & Ground Players of the Week: Garoppolo & Gurley, NFL.com, 21 dicembre 2017. URL consultato il 22 dicembre 2017.
  19. ^ (EN) What we learned from Sunday's Week 1 games, in NFL.com, 9 settembre 2018.
  20. ^ Nfl, prima giornata: Rodgers eroico, New England è sempre Brady, gazzetta.it, 10 settembre 2018. URL consultato l'11 settembre 2018.
  21. ^ Football, Nfl: Mahomes fa 13 touchdown e Kansas City resta imbattuta, gazzetta.it, 24 settembre 2018. URL consultato il 24 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]