Kyle Van Noy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kyle Van Noy
Kyle Van Noy.JPG
Van Noy nel 2017
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 111 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Linebacker
Squadra New England Patriots
Carriera
Giovanili
2010-2013 BYU Cougars
Squadre di club
2014-2016 Detroit Lions
2016- New England Patriots
Statistiche
Partite 66
Partite da titolare 37
Tackle 233
Sack 11,0
Intercetti 2
Fumble forzati 2
Palmarès
Super Bowl 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 22 gennaio 2019

Kyle Van Noy (Reno, 26 marzo 1991) è un giocatore di football americano statunitense che milita nel ruolo di linebacker per i New England Patriots della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del secondo giro (40º assoluto) del Draft NFL 2014 dai Lions. Al college giocò a football alla Brigham Young University.

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver giocato a football per la McQueen High School della sua città natale, Reno, presso la quale fu un linebacker ed un wide receiver all-state, Van Noy accettò la borsa di studio offertagli da BYU, che fu solo uno dei numerosi atenei (Arizona, Arizona State, Boise State, California, Colorado, UCLA, UNLV, Nevada, San Jose State e Stanford), fattisi avanti per assicurarsi le sue prestazioni[1][2].

Divenuto un giocatore dei Cougars, Van Noy saltò l'intera stagione 2009 per una violazione al codice d'onore dell'ateneo. L'anno seguente prese parte a tutti gli incontri in calendario mettendo a segno 35 tackle (24 solitari), chiudendo terzo in squadra con 7,5 tackle con perdita di yard di cui 2 sack. Egli collezionò inoltre 2 fumble forzati, 2 pressioni sul quarterback, 2 passaggi deviati ed un fumble recuperato, che ritornò in touchdown con una corsa da 44 yard[3].

Nel 2011, suo anno da sophomore prese parte a tutti e 13 gli incontri stagionali, partendo 8 volte come titolare, portando a 68 i tackle totali e guidando i Cougars con 15 tackle con perdita di yard, 7 sack, 10 pressioni sul quarterback e 3 intercetti[3]. Durante tale stagione egli fu l'unico giocatore della FBS Division I a mettere a referto almeno una statistica in ognuna delle seguenti categorie: tackle, tackle con perdita di yard, sack, intercetto, passaggio deviato, pressione sul quarterback, fumble recuperato, fumble forzato, calcio bloccato e touchdown. Come l'anno precedente, infatti, Van Noy recuperò un fumble (da lui forzato) che ritornato in touchdown valse a BYU i punti necessari per conseguire la vittoria. Al termine della stagione fu eletto nel Phil Steele All-Independent First Team, Yahoo! Sports All-Independent Team e FBS All-Independent Team.

Nel 2012 Van Noy fu leader nella difesa di BYU che fu seconda a livello nazionale contro le corse (84,25 yard a partita concesse), terza in percentuale di conversione di terzi down concessi (27,71%) e yard totali concesse nei terzi down (26,33 yard a partita in media), quarta in yard totali concesse nei primi down (14,83 yard a partita in media) e quinta in punti concessi (176 punti totali)[4]. In 13 partite egli mise a segno 53 tackle di cui 22 con perdita di yard, 13 sack, 2 intercetti (di cui uno ritornato in touchdown), 6 fumble forzati, un fumble recuperato (e ritornato in touchdown), 8 pressioni sul quarterback, 5 passaggi deviati e 2 calci bloccati[3]. Una delle sue migliori prestazioni fu nel San Diego County Credit Union Poinsettia Bowl, vinto da BYU contro San Diego State per 23-6, nel quale mise a segno 8 tackle, 1,5 sack, un fumble forzato, un fumble recuperato (e ritornato in touchdown), un intercetto (ritornato in touchdown) ed un punt bloccato[5]. Il giornalista Dick Harmon sostenne che tale performance fu addirittura la migliore di sempre in bowl, messa in mostra da parte di un giocatore dei Cougars. A fine stagione fu inserito nel Third team All-American e si aggiudicò il College Football Performance Award sia come miglior difensore dell'anno che come migliore linebacker dell'anno[6].

Nel suo ultimo anno collegiale, Van Noy in 13 partite mise a segno 70 tackle (di cui 17,5 con perdita di yard), 4 sack, 2 intercetti (di cui uno ritornato in touchdown), 6 fumble forzati, 2 fumble recuperati, 7 passaggi deviati e 12 pressioni sul quarterback venendo inserito per il terzo anno consecutivo nel First-team All-Independent e per il secondo anno consecutivo nel Third team All-American.

Vittorie e premi[modifica | modifica wikitesto]

Università[modifica | modifica wikitesto]

  • Poinsettia Bowl: 1
BYU Cougars: 2012
  • Armed Forces Bowl: 1
BYU Cougars: 2011
  • New Mexico Bowl: 1
BYU Cougars: 2010

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Defensive MVP del Poinsettia Bowl: 1
2012
  • College Football Performance Award - Difensore dell'Anno: 1
2012
  • College Football Performance Award - Linebacker dell'Anno: 1
2012
2012, 2013
  • First-team All-Independent: 3
2011, 2012, 2013

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Detroit Lions[modifica | modifica wikitesto]

Durante il corso del 2012 Van Noy fu pronosticato per essere scelto tra primo e secondo giro durante il Draft NFL 2013[7] ma decise di rimanere a BYU un altro anno per concludere il suo percorso sportivo nei Cougars[8]. Nel 2013, considerato il quarto miglior linebacker eleggibile per il Draft, fu ancora una volta pronosticato per essere scelto tra primo e secondo giro durante il Draft NFL 2014[9], venendo infine selezionato 40º assoluto dai Detroit Lions[10]. Nella sua prima stagione disputò otto partite, nessuna come titolare, mettendo a segno sei tackle.

New England Patriots[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 ottobre 2016 Van Noy venne scambiato dai Lions, assieme ad una scelta al settimo giro, coi New England Patriots per una scelta al sesto giro nel Draft NFL 2017. Debuttò con la nuova maglia in una partita contro i San Francisco 49ers, mettendo a segno un sack e tre tackle. Il 4 dicembre 2016, contro i Los Angeles Rams, realizzò il primo intercetto della carriera ai danni del quarterback Jared Goff.

Il 5 febbraio 2017 Van Noy vinse il suo primo Super Bowl, il LI, disputato contro gli Atlanta Falcons ai tempi supplementari (prima volta nella storia del Super Bowl), con il punteggio di 34-28.

Nel 2018, Van Noy guidò la squadra in tackle totali (92), facendo anche registrare 3,5 sack, con New England che si qualificò per il terzo Super Bowl consecutivo, dove partì come titolare nella vittoria contro i Los Angeles Rams per 13-3.[11]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

New England Patriots: LI, LIII
New England Patriots: 2016, 2017, 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scouting Report - Kyle Van Noy, Scout.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  2. ^ (EN) Van Noy talks top three, Rivals.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  3. ^ a b c (EN) Player Bio: Kyle Van Noy, BYUCougars.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  4. ^ (EN) Statistics-Team, NCAA.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  5. ^ (EN) Kyle Van Noy Leads BYU To Poinsettia Bowl Win Over San Diego State, 23-6, Huffington Post. URL consultato il 26 aprile 2014.
  6. ^ (EN) Dick Harmon: Kyle Van Noy becomes the latest superstar to join BYU's club of legends, DeseretNews.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  7. ^ (EN) Kyle Van Noy: Assessing Draft Stock of BYU LB After Monster Bowl Game, BleacherReport.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  8. ^ (EN) All-American Kyle Van Noy staying at BYU for senior season, BYUCougars.com. URL consultato il 26 aprile 2014.
  9. ^ (EN) 2014 NFL Draft, CBSSports.com. URL consultato il 26 aprile 2013.
  10. ^ (EN) Draft Tracker Round 2, NFL.com, 9 maggio 2014. URL consultato il 10 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2014).
  11. ^ (EN) New England Patriots win Super Bowl LIII, NFL. URL consultato il 4 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]