It's Late

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
It's Late
Artista Queen
Tipo album Singolo
Pubblicazione 2 febbraio 1978
Durata 4 min : 28 s
(Single version)
6 min : 27 s
(Album version)
Album di provenienza News of the World
Dischi 1
Tracce 2
Genere Hard rock
Blues rock
Etichetta EMI (Regno Unito)
Elektra Records (Stati Uniti)
Produttore Queen
Note pubblicato solo in USA
posizione in classifica: # 72
Queen - cronologia
Singolo precedente
(1977)
Singolo successivo
(1978)

It's Late è una canzone dei Queen scritta da Brian May ed estratta il 2 febbraio 1978 (solo in USA) come terzo ed ultimo singolo dall'album News of the World, dell'anno precedente.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

It's Late è la decima traccia dell'album News of the World ed è una delle canzoni più lunghe in assoluto dei Queen, oltre 6 minuti. Nel brano, la voce di Freddie Mercury arriva a raggiungere note altissime, soprattutto verso la fine.

In USA la canzone è stata pubblicata come singolo il 2 febbraio 1978 (lo stesso giorno in cui in tutto il mondo, sempre tratto dallo stesso album, veniva pubblicato il singolo Spread Your Wings) ed è entrata nelle classifiche ma senza grandi successi.

Il brano nel 1997 è stato incluso nella raccolta Queen Rocks.

Tracce del singolo[modifica | modifica wikitesto]

  1. It's Late (Single version) – 4:28 (Brian May)
  2. Sheer Heart Attack (Album version) – 3:24 (Roger Taylor)

Lato B[modifica | modifica wikitesto]

La B-side del singolo è Sheer Heart Attack, anch'essa tratta da News of the World. Doveva essere la Title-Track dell'omonimo album, ma non c'era spazio per la canzone, oltre al fatto che era ancora in fase di registrazione. Il brano fu composto all'inizio della carriera della band dal batterista Roger Taylor, che nella registrazione in studio suona il basso, la chitarra ritmica e la batteria.

Esecuzione Live[modifica | modifica wikitesto]

Sheer Heart Attack è stata suonata nei concerti, tra le tracce finali, tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli anni ottanta (fino all'Hot Space Tour). È un brano dalle venature punk, che anticipa il thrash e lo speed metal. Nei concerti veniva spesso accompagnata da intermezzi "noise" e effetti volutamente cacofonici della chitarra di Brian May.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]