Granducato d'Assia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Granducato d'Assia e del Reno
Granducato d'Assia e del Reno – Bandiera Granducato d'Assia e del Reno - Stemma
Motto: Gott Ehre Vaterland
Granducato d'Assia e del Reno - Localizzazione
Dati amministrativi
Nome ufficiale Großherzogtum Hessen und bei Rhein
Lingue parlate tedesco
Inno Fürstenhymne
Capitale Darmstadt
Dipendente da Sacro Romano Impero
Politica
Forma di governo granducato
Nascita 1806 con Luigi I d'Assia
Causa Elevazione a granducato
Fine 1918 con Ernesto Luigi d'Assia
Causa Rivoluzione tedesca
Territorio e popolazione
Massima estensione 7,688.36 km² nel 1910
Popolazione 1,282,051 nel 1910
Economia
Valuta tallero d'Assia
Commerci con Impero tedesco
Religione e società
Religioni preminenti protestantesimo
Religione di Stato calvinismo
Religioni minoritarie luteranesimo, cattolicesimo, ebraismo
Classi sociali patrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto da Flag of Hesse.svg Elettorato d'Assia-Darmstadt
Succeduto da Flagge Großherzogtum Hessen ohne Wappen.svg Stato Popolare d'Assia

Il Granducato d'Assia e del Reno fu uno stato compreso nei territori della Confederazione Germanica.

L'Assia-Darmstadt o Assia Granducale, (comprendente i territori dell'Assia escluso l'Assia-Kassel da cui si separò nel XVI secolo), divenne un langraviato nel 1567 per poi ottenere il rango di granducato nel 1806. Sebbene i suoi sovrani fossero tradizionalmente fedeli agli Asburgo, furono costretti ad aderire alla Confederazione Tedesca del Nord nel 1866 e all'Impero tedesco nel 1871. Dal 1918 al 1945 venne proclamato stato popolare indipendente.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il Granducato d'Assia si situava a sud e nel centro dell'attuale stato dell'Assia. Oltre alle grandi pianure del Reno e Wetterau, esso comprendeva anche la catena montuosa del Vogelsberg e l'Odenwald. Esso confinava a ovest con il Palatinato, a sud con il Baden, con un'exclave a sud Württemberg, a nord-ovest con il distretto di Wetzlar, un'exclave della provincia prussiana del reno, con l'Assia-Homburg e con il Ducato di Nassau.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo dei Granduchi d'Assia a Darmstadt.

A causa dell'alleanza dell'Assia-Darmstadt con la Confederazione del Reno indetta da Napoleone, lo stato venne costretto a cedere molti dei suoi territori nel Congresso di Vienna. Il territorio del Ducato di Vestfalia, che l'Assia-Darmstadt ricevette nel 1803 dal Reichsdeputationshauptschluss, venne ceduto al Regno di Prussia. Comunque, l'Assia Darmstadt ricevette numerosi territori nella Renania occidentale, Alzey, Worms, Bingen inclusa l'importante fortezza federale di Magonza.

Il Granducato cambiò il suo nome in Granducato di Assia e del Reno nel 1816 ed amministrativamente fu suddiviso in province (Assia Superiore, Assia-Starkenburg, Assia renana.

Durante la guerra del 1866, si schierò con l'Austria contro la Prussia, ma mantenne la propria indipendenza anche nella sconfitta, dal momento che gran parte della regione era posta oltre il fiume Meno e la Prussia non osava espandersi oltre questa linea onde provocare la Francia. Ma le regioni dell'Assia-Darmstadt a nord del fiume Meno (la regione attorno alla città di Gießen, comunemente chiamata Oberhessen) venne incorporata nella Confederazione della Germania del Nord, una confederazione di stati tedeschi, stabilita dalla Prussia nel 1867.

Nel 1871 la parte restante del Granducato entrò a far parte dell'Impero Tedesco. Sino al 1907, Il Granducato d'Assia usò solo lo stemma tipico dell'Assia, un leone striato di rosso e di bianco. L'ultimo Granduca, Ernesto Luigi (nipote della regina Vittoria d'Inghilterra) e fratello di Alessandra d'Assia, Zarina di Russia, venne forzato a cedere il proprio trono alla fine della Prima guerra mondiale, e lo stato prese il nome di Volksstaat Hessen (Stato Popolare d'Assia).

Suddivisione amministrativa del Granducato[modifica | modifica wikitesto]

Le tre provincie del Granducato d'Assia: Alta Assia, Starkenburg ed Assia Renana

Il Granducato d'Assia era suddiviso internamente in tre provincie:

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

A causa della natura disgiunta dello stato, era difficile che il Granducato d'Assia potesse ottenere un complesso sistema di trasporti pubblici come ad esempio lo sviluppo delle ferrovie in maniera autonoma, ma dovette per forza di cose ricorrere a lavori in collaborazione con gli stati vicini: Le ferrovie furono:

  • La linea Main-Neckar con Francoforte e Baden
  • La linea Main-Weser con Francoforte e Kurhessen
  • La linea Francoforte-Offenbach con Francoforte e Offenbach

Inoltre lo stato incoraggiò numerosi altri progetti condotti dall'azienda privata Hessische Ludwigsbahn di proprietà del granduca. Infine, nel 1876, il Granducato d'Assia fondò una propria compagnia ferroviaria, la Großherzoglich Hessischen Staatseisenbahnen, che continuò l'opera di espansione delle linee ferroviarie del paese sino al 1897 quando venne assorbita nella Preußische Staatseisenbahnen.

Granduchi di Assia (1806-1918)[modifica | modifica wikitesto]

Granduchi d'Assia
Immagine Nome Regno Note
Ludwik I, Wielki Książę Hesji-Darmstadt.JPG Luigi I 1806-1830 Già langravio d'Assia-Darmstadt, elevato a granduca secondo le convenzioni con Napoleone Bonaparte
1777 Ludwig II.JPG Luigi II 1830-1848 Figlio del precedente. Abdicò con la rivoluzione del 1848.
Ludwig3Hesse.jpg Luigi III 1848-1877 Figlio del precedente.
Grand Duke Ludwig IV of Hesse-Darmstadt and by Rhine.jpg Luigi IV 1877-1892 Figlio di Carlo d'Assia, figlio a sua volta di Luigi II.
Ernst-ludwig-gross.jpg Ernesto Luigi 1892-1918 Figlio del precedente. Abdica nel 1918 con la capitolazione dell'Impero tedesco

Primi Ministri del Granducato d'Assia[modifica | modifica wikitesto]

Inizio incarico Fine incarico Nome
1821 1829 Karl von Grolman
1829 1848 Karl du Thil
1848 1848 Heinrich von Gagern
1848 1848 Carl Wilhelm Zimmermann
1848 1850 Heinrich Carl Jaup
1852 1871 Reinhard von Dalwigk
1871 1872 Friedrich von Lindelof
1872 1876 Karl von Hofmann
1876 1879 Philipp Gustav August Julius Rinck
1884 1898 Jakob Finger
1898 1906 Carl Friedrich Rothe
1906 1918 Christian von Ewald

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN126702415 · GND: (DE4072471-2