Sassonia-Gotha-Altenburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg
Ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg – BandieraDucato di Sassonia-Gotha-Altenburg - Stemma
SajoniaGothaAltenburg.jpg
Dati amministrativi
Nome ufficialeHerzogtum Sachsen-Gotha-Altenburg
Lingue parlatetedesco
CapitaleAltenburg
Dipendente daSacro Romano Impero
Politica
Forma di governoducato
duchiSassonia-Gotha-Altenburg
Nascita1672 con Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg
Causaunione del Sassonia-Gotha con il Sassonia-Altenburg
Fine1825 con Federico IV di Sassonia-Gotha-Altenburg
Causadivisione tra il Sassonia-Coburgo-Saalfeld ed il Sassonia-Hildburghausen
Territorio e popolazione
Economia
Valutatallero di Sassonia-Gotha-Altenburg
Commerci conSacro Romano Impero, Sassonia
Religione e società
Religioni preminentichiesa evangelica
Religione di Statoevangelismo
Religioni minoritariecattolicesimo, cristianesimo ortodosso, ebraismo
Classi socialipatrizi, clero, cittadini, popolo
Evoluzione storica
Preceduto daCoats of arms of None.svg Sassonia-Gotha
Coats of arms of None.svg Sassonia-Altenburg
Succeduto daCoats of arms of None.svg Sassonia-Coburgo-Saalfeld
Coats of arms of None.svg Sassonia-Hildburghausen

Il Ducato di Sassonia-Gotha e Altenburg era situato nel territorio tedesco della Turingia. Nel 1806 il territorio di Sassonia-Gotha-Altenburg venne compreso nella Renania.

La dinastia che resse questo ducato sino al 1825 derivava da un ramo collaterale dei Sassonia-Gotha che aveva dato vita ai Sassonia-Coburgo, e ai Sassonia-Altenburg provenienti a loro volta dal Ducato di Sassonia-Hildburghausen e dal piccolo stato in esso compreso di Sassonia-Meiningen.

Nel 1825 il territorio di Sassonia-Gotha-Altenburg venne assorbito dal quello di Sassonia-Coburgo-Gotha.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il castello di Friedenstein presso la città di Gotha

La casata di Sassonia-Gotha-Altenburg derivò dalla linea ernestina dei Sassonia-Gotha, che prese il nome dal Duca Ernesto I di Sassonia-Gotha-Altenburg. Costui era il figlio minore di Giovanni di Sassonia-Weimar e come tale, al fratello maggiore venne concesso il titolo ereditario paterno, mentre ad Ernesto I spettò il Ducato di Sassonia-Gotha nel 1640. Nel 1672 il ducato raccolse l'eredità della linea dei Sassonia-Altenburg dando vita alla linea Ducale dei Sassonia-Gotha-Altenburg, quando il duca Federico Guglielmo III di Sassonia-Altenburg morì all'età di 14 anni ed Ernesto il Pio, tramite il suo matrimonio con Elisabetta Sofia, ne ereditò la maggior parte dei possedimenti. I ducati combinati di Ernesto vennero nuovamente divisi alla sua morte nel 1675 e pertanto si può dire che il ducato di Sassonia-Gotha-Altenburg iniziò ad esistere nel 1680 con il completamento della sua divisione e l'ascesa del primogenito, Federico.

Federico, che già aveva prestato servizio come reggente nel Sassonia-Altenburg dal 1672, assunse la responsabilità degli affari di governo alla morte del padre. La sua residenza rimase al Castello di Friedenstein nella città di Gotha, dove fece costruire anche il vicino palazzo barocco di Friedrichswerth. Federico I si assicurò i possedimenti di famiglia con l'implementazione della primogenitura nel 1685. Suo figlio e successore, il duca Federico II ottenne ulteriori territori ernestini alla morte del duca Alberto V di Sassonia-Coburgo nel 1699 e del duca Cristiano di Sassonia-Eisenberg nel 1707.

Il Sassonia-Gotha-Altenburg rimase uno dei più importanti ducati ernestini sotto il governo del duca Federico III dal 1732. Questi fece ricostruire i palazzi ed i giardini a Gotha in stile barocco e supportò i rifugiati religiosi della Chiesa di Moravia a Neudietendorf. Sua sorella Augusta sposò Federico, principe del Galles nel 1736, il cui primogenito Giorgio venne incoronato re di Gran Bretagna e Irlanda nel 1760 col nome di Giorgio III. Federico fece della sua corte uno dei centri dell'Illuminismo tedesco (Aufklärung), propensione continuata anche da suo figlio e successore Ernesto II, che governò dal 1772. Su consiglio di Johann Wolfgang von Goethe, questi promosse l'opera del pittore Johann Heinrich Wilhelm Tischbein; nominò inoltre Franz Xaver von Zach quale direttore dell'Osservatorio di Gotha fondato nel 1787.

Ad ogni modo, quando gli ultimi duchi Emilio Augusto, fervente ammiratore di Napoleone, e suo fratello Federico IV morirono entrambi senza eredi maschi, la casata di Sassonia-Gotha-Altenburg si estinse nel 1825 e sorsero da subito dei contrasti tra le tre linee ernestine rimanenti per la successione. Ad arbitrare la questione venne chiamato nel 1826 re Federico Augusto I di Sassonia il quale dispose infine che il Sassonia-Gotha-Altenburg fosse nuovamente diviso in:

Duchi di Sassonia-Gotha e Altenburg (1672-1825)[modifica | modifica wikitesto]

Residenze[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4051180-7