FC Haka

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
FC Haka
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Nero.svg Bianco-Nero
Dati societari
Città Valkeakoski
Nazione Finlandia Finlandia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Finland.svg SPL/FBF
Campionato Ykkönen
Fondazione 1934
Presidente Finlandia Marko Laaksonen
Allenatore Finlandia Kari Martonen
Stadio Tehtaan kenttä
(6 400 posti)
Sito web www.fchaka.fi
Palmarès
Titoli nazionali 9 Veikkausliiga
Trofei nazionali 12 Suomen Cup
1 Liigacup
Si invita a seguire il modello di voce

L'FC Haka è una società calcistica finlandese con sede nella città di Valkeakoski. Per il numero di trofei vinti, è considerato uno dei club più importanti del suo paese[1]. Nella stagione 2016 partecipa alla Ykkönen, la seconda serie del campionato finlandese di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società fu fondata nel 1934 con il nome di Valkeakosken Haka[1][2]. Disputò la prima partita nello stesso anno contro il TaPan perdendo per 5-0, ma un paio di giorni alla sua seconda partita vinse per 5-0 sul FoPS[2]. Nel 1945 partecipò per la prima volta alla Mestaruussarja[2], la prima divisione del campionato di calcio finlandese, terminando al sesto posto nel girone B e retrocedendo in Suomensarja. Nel 1955 vinse la prima edizione della Suomen Cup, la coppa nazionale finlandese, battendo in finale l'HPS per 5-1[2]. Storicamente, il club vanta legami di carattere economico con le industrie cartarie della sua zona[2]. Gli anni sessanta furono tra i migliori della storia del club, perché nel 1960 l'Haka vinse il suo primo campionato e la Suomen Cup, diventando la prima squadra di calcio finlandese a vincere sia coppa che campionato. In particolare, nel 1960 vinse il campionato conquistando 41 punti sui 44 disponibili, segnando 78 reti e subendone 23, distanziando la seconda classificata, il TPS, di 13 punti[2]. Grazie alla vittoria del campionato, guadagnò l'accesso alla Coppa dei Campioni per la prima volta per l'edizione 1961-1962, venendo eliminato dallo Standard Liegi agli ottavi di finale[2]. Vinse nuovamente il campionato nel 1962 e nel 1965. Dopo 24 stagioni consecutive in Mestaruussarja, nel 1972 retrocesse in I Divisioona, ma il club fece immediatamente ritorno in massima serie. Nel 1977 l'Haka tornò a vincere nella stessa stagione campionato e coppa[2]. Nell'edizione 1983-1984 della Coppa delle Coppe, il Valkeakosken Haka ottenne la sua migliore prestazione a livello internazionale, spingendosi fino ai quarti di finale, dove fu battuta dalla Juventus, vincitrice poi della Coppa[2].

Nel 1991 il nome del club cambiò in FC Haka[2]. Vinse di nuovo il campionato nel 1995 dopo un lungo duello con il MyPa e grazie alle 21 reti realizzate da Valeri Popovitch, capocannoniere del campionato[3]. Nella stagione successiva a sorpresa arrivò la retrocessione in Ykkönen, ma anche questa volta l'Haka tornò subito in massima serie[3]. Un nuovo periodo di successi fu quello tra il 1998 e il 2000, quando la squadra conquistò tre campionati consecutivamente. Dal 1998 al 2007 l'Haka terminò il campionato sempre nelle prime quattro posizioni, vincendolo quattro volte, e di conseguenza partecipando alle competizioni UEFA per un decennio continuativamente. Alla terza partecipazione consecutiva alla UEFA Champions League nel 2001-2002, l'Haka superò il secondo turno preliminare grazie alla vittoria per 3-0 a tavolino contro gli israeliani del Maccabi Haifa, per poi affrontare il Liverpool nel terzo turno, subendo però una doppia sconfitta e venendo eliminato[3][2]. Nel 2012 l'Haka concluse il campionato all'ultimo posto, retrocedendo in Ykkönen[4]. Nonostante il secondo posto in Ykkönen l'anno seguente, l'Haka non è riuscito a risalire in Veikkausliiga.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del FC Haka
  • 1934 - Fondazione del Valkeakosken Haka.
  • 1939 - 2º in Itä-Länsi-sarja.
  • 1940-1941 - 9º in Itä-Länsi-sarja.
  • 1943-1944 - 4º in Itä-Länsi-sarja.
  • 1945 - 6º in Mestaruussarja. Retrocesso in Suomensarja.
  • 1945-1946 - 8º in Suomensarja.
  • 1946-1947 - 3º in Suomensarja.
  • 1947-1948 - 4º in Suomensarja.
  • 1948 - 3º in Suomensarja.
  • 1949 - 1º in Suomensarja. Promosso in Mestaruussarja.
  • 1950 - 8º in Mestaruussarja.
  • 1951 - 4º in Mestaruussarja.
  • 1952 - 7º in Mestaruussarja.
  • 1953 - 4º in Mestaruussarja.
  • 1954 - 8º in Mestaruussarja.
  • 1955 - 2º in Mestaruussarja.
Vince la Suomen Cup. (1º titolo)
Vince la Suomen Cup. (2º titolo)
  • 1960 - Campione di Finlandia. (1º titolo)
Vince la Suomen Cup. (3º titolo)
Vince la Suomen Cup. (4º titolo)
Vince la Suomen Cup. (5º titolo)
Vince la Suomen Cup. (6º titolo)
Vince la Suomen Cup. (7º titolo)
Vince la Suomen Cup. (8º titolo)
Vince la Suomen Cup. (9º titolo)
Vince la Liigacup. (1º titolo)
Vince la Suomen Cup. (10º titolo)
Vince la Suomen Cup. (11º titolo)
Vince la Suomen Cup. (12º titolo)

Colori sociali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1° divisa: maglia bianca, calzoncini neri, calzettoni bianchi.
  • 2° divisa: maglia nera, calzoncini neri, calzettoni neri.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

L'FC Haka gioca le partite casalinghe allo stadio Tehtaan kenttä, che ha una capacità di 3516 posti, tutti a sedere.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Allenatori del FC Haka

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatori del FC Haka

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Trofei nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1960, 1962, 1965, 1977, 1995, 1998, 1999, 2000, 2004
1955, 1959, 1960, 1963, 1969, 1977, 1982, 1985, 1988, 1997, 2002, 2005
1995

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione alle coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Stagione Competizione Turno Stato Club Casa Trasferta
1961-62 Coppa dei Campioni ottavi di finale Belgio Standard Liegi 1-5 0-2
1963-64 Coppa dei Campioni turno preliminare Lussemburgo Jeunesse d'Esch 4-1 0-4
1964-65 Coppa delle Coppe 1º turno preliminare Norvegia Skeid Oslo 0-1 2-0
ottavi di finale Italia Torino 0-1 0-5
1966-67 Coppa dei Campioni 1º turno preliminare Belgio Anderlecht 1-1 0-2
1970-71 Coppa delle Coppe 1º turno preliminare Bulgaria CSKA Sofia 0-9 1-2
1977-78 Coppa UEFA 1º turno preliminare Polonia Górnik Zabrze 3-5 0-0
1978-79 Coppa dei Campioni 1º turno preliminare URSS Dinamo Kiev 0-1 1-3
1981-82 Coppa UEFA 1º turno preliminare Svezia IFK Göteborg 2-3 0-4
1983-84 Coppa delle Coppe 1º turno preliminare Irlanda Sligo Rovers 1-0 3-0
ottavi di finale Svezia Hammarby 1-1 2-1
quarti di finale Italia Juventus 0-1 0-1
1986-87 Coppa delle Coppe 1º turno preliminare URSS Torpedo Mosca 2-2 1-3
1989-90 Coppa delle Coppe 1º turno preliminare Ungheria Ferencváros 1-5 1-1
1996-97 Coppa UEFA 1º turno preliminare Estonia Flora Tallinn 2-2 1-0
2º turno preliminare Polonia Legia Varsavia 0-3 1-1
1998-99 Coppa delle Coppe turno di qualificazione Galles Bangor City 2-0 1-0
1º turno preliminare Grecia Panionios 0-2 1-3
1999-00 UEFA Champions League 1º turno preliminare Fær Øer HB Tórshavn 1-1 6-0
2º turno preliminare Scozia Rangers 1-4 0-3
2000-01 UEFA Champions League 1º turno preliminare Irlanda del Nord Linfield 1-2 1-0
2º turno preliminare Slovacchia Inter Bratislava 0-0 0-1
2001-02 UEFA Champions League 1º turno preliminare Malta Valletta 0-0 5-0
2º turno preliminare Israele Maccabi Haifa 0-1 3-0
3º turno preliminare Inghilterra Liverpool 0-5 1-4
2001-02 Coppa UEFA 1º turno preliminare Germania Union Berlin 1-1 0-3
2002 Coppa Intertoto 1º turno preliminare Serbia e Montenegro Obilić Belgrado 2-1 1-1
2º turno preliminare Inghilterra Fulham 0-0 1-1
2003-04 Coppa UEFA turno di qualificazione Croazia Hajduk Spalato 2-1 0-1
2004-05 Coppa UEFA 1º turno preliminare Lussemburgo Etzella Ettelbruck 2-1 3-1
2º turno preliminare Norvegia Stabæk 1-3 1-3
2005-06 UEFA Champions League 1º turno preliminare Armenia Pyunik Erevan 1-0 2-2
2º turno preliminare Norvegia Vålerenga 0-1 1-4
2006-07 Coppa UEFA 1º turno preliminare Estonia Levadia Tallinn 0-2 1-0
2007-08 Coppa UEFA 1º turno preliminare Galles Rhyl 1-3 2-0
2º turno preliminare Danimarca Midtjylland 1-2 2-5
2008-09 Coppa UEFA 1º turno preliminare Irlanda Cork City 2-2 4-0
2º turno preliminare Danimarca Brøndby 0-4 0-2

Record e curiosità[modifica | modifica wikitesto]

[2]

  • Vittorie: 667
  • Pareggi: 316
  • Sconfitte: 444
  • Reti segnate: 2507
  • Maggior numero di reti segnate in una stagione: 78 (1960)
  • Vittoria più larga in campionato: 9-1 contro Lahden Reipas, 1967
  • Peggior sconfitta in campionato: 0-8 contro KTP, 1952
  • Record di spettatori: 33217 contro Liverpool, Stadio olimpico di Helsinki, 2001

Record personali[modifica | modifica wikitesto]

[2]

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2016[modifica | modifica wikitesto]

Rosa e numeri come da sito ufficiale[5].

N. Ruolo Giocatore
1 Finlandia P Tuomas Karjanlahti
3 Finlandia D Jaakko Rantanen
4 Finlandia D Eero-Matti Auvinen
5 Finlandia D Juho Saarinen
6 Finlandia D Mikko-Petteri Latosaari
7 Finlandia C Jesse Ahonen
9 Nigeria A Dudu Omagbemi
10 Finlandia C Joni Mäkelä
11 Finlandia C Erkka Helminen
13 Finlandia C Jere Intala
14 Finlandia C Anton Popovitch
16 Finlandia D Aapo Mäenpää
N. Ruolo Giocatore
18 Finlandia A Topi Järvi
19 Finlandia C Tuomas Lähdesmäki
20 Sudafrica C Cheyne Fowler
21 Finlandia C Niilo Mäenpää
22 Nigeria C Emenike Mbachu
23 Stati Uniti D Etchu Tabe
26 Nuova Zelanda C Chris James
27 Finlandia D Jami Kyöstilä
30 Finlandia P Joonas Immonen
34 Finlandia D Henri Malundama
35 Finlandia P Ville Kauppinen

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (FI) FC Haka, su urheilumuseo.fi. URL consultato il 20 luglio 2016.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n (FI) FC Haka Historia, su fchaka.fi. URL consultato il 20 luglio 2016.
  3. ^ a b c (FI) FC Haka - parte 2, su urheilumuseo.fi. URL consultato il 20 luglio 2016.
  4. ^ (FI) FC Haka - parte 3, su urheilumuseo.fi. URL consultato il 20 luglio 2016.
  5. ^ (FI) Rosa 2016, su fchaka.fi. URL consultato il 20 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]