Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Doraemon esplora lo spazio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Doraemon esplora lo spazio
Titolo originaleドラえもん のび太の宇宙開拓史
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1981
Durata91 min
Genereanimazione, avventura
RegiaHideo Nishimaki
SoggettoHiroshi Fujimoto, Motoo Abiko
SceneggiaturaHiroshi Fujimoto, Motoo Abiko
ProduttoreSoichi Bessho, Tetsuo Kanno
Casa di produzioneShin-Ei Animation, Shogakukan, TV Asahi
Distribuzione (Italia)Yamato Video
FotografiaAkihiko Takahashi, Akira Koike
MontaggioKazuo Inoue, Seiji Morita
MusicheShunsuke Kikuchi
Art directorShôhei Kawamoto
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Doraemon esplora lo spazio (ドラえもん のび太の宇宙開拓史 Doraemon - Nobita no uchū kaitaku-shi?, lett. Doraemon - L'universo pioneristico di Nobita) è un film giapponese per bambini kodomo del 1981 diretto da Hideo Nishimaki. È il secondo film d'animazione tratto dalla serie Doraemon di Fujiko Fujio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nobita ha uno strano sogno su un ragazzo di nome Roppel e il suo compagno Chami, che viaggiano nello spazio. Per uno scherzo del destino, li incontra di persona e scopre che esistono veramente e che sono stati inseguiti nello spazio, causando un malfunzionamento al loro veicolo spaziale e collegandolo con la stanza di Nobita. Partendo per il pianeta di Roppel, Nobita e Doraemon si impegnano per aiutare a liberare il pianeta dai loro oppressori.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Giappone Giappone
Tipo Titolo Cantante
Opening Boku Doraemon (ぼくドラえもん?) Nobuyo Ōyama, Kōrogi '73
Ending Pocket no naka ni (ポケットの中に?) Nobuyo Ōyama, Young Fresh

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato per la prima volta nelle sale cinematografiche giapponesi il 14 marzo 1981. In Italia, il film è stato pubblicato da Yamato Video e trasmesso su Junior Tv, Supersix.

Nel 2009, il film è stato oggetto di un remake dall'omonimo titolo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]