Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Doraemon: Nobita no kaitei kigan-jō

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoci principali: Doraemon, Media di Doraemon.


Doraemon: Nobita no kaitei kigan-jō
Titolo originale ドラえもん のび太の海底鬼岩城
Lingua originale giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1983
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere avventura, animazione
Regia Tsutomu Shibayama
Soggetto Hiroshi Fujimoto, Motoo Abiko
Sceneggiatura Hiroshi Fujimoto, Motoo Abiko
Produttore Soichi Bessho, Tetsuo Kanno
Casa di produzione Shin-Ei Animation, Shogakukan Productions Co., Ltd., TV Asahi
Art director Goichi Kudo
Fotografia Akira Koike
Montaggio Kazuo Inoue, Noriko Tsurumaki
Musiche Shunsuke Kikuchi
Doppiatori originali

Doraemon: Nobita no kaitei kigan-jō (ドラえもん のび太の海底鬼岩城 Doraemon - Nobita no kaitei kigan-jō?, lett. Doraemon - Il mostruoso castello subacqueo di Nobita) è un film giapponese per bambini kodomo del 1983 diretto da Tsutomu Shibayama. È il quarto film d'animazione tratto dalla serie Doraemon di Fujiko Fujio. Il film celebra il 25º anniversario della nascita dell'opera. È basato sul mito di Atlantide, la città perduta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Mentre cercano di decidere dove trascorrere tre giorni delle loro vacanze estive, Doraemon suggerisce a Nobita, Shizuka, Gian e Suneo di fare un'avventura subacquea. La meta scelta è l'Oceano Atlantico, dove Gian e Suneo, grazie ad un veicolo sottomarino di Doraemon, cercano di trovare navi affondate contenenti tesori, seguiti dagli altri tre amici. Quando, a causa di un inconveniente, la compagnia si ritrova prima salvata e poi catturata da alcune misteriose creature marine, inizia per il gruppo la vera avventura.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Giappone Giappone
Tipo Titolo Cantante
Opening Doraemon no uta (ドラえもんのうた?) Kumiko Ōsugi
Ending Umi wa bokura to (海はぼくらと?) Makoto Iwabuchi

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato proiettato per la prima volta nelle sale cinematografiche giapponesi il 12 marzo 1983.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]