Dipartimento per l'informazione e l'editoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dipartimento per l'informazione e l'editoria
PCM via della Mercede 9.jpg
Sede del Dipartimento.
StatoItalia Italia
TipoDipartimento della Presidenza del Consiglio dei ministri
Istituito1981[1]
CapoFerruccio Sepe
SedeRoma
IndirizzoVia della Mercede 9 -
00187 Roma
Sito web

Il Dipartimento per l'informazione e l'editoria è una struttura incardinata nella Presidenza del Consiglio dei ministri con funzioni di supporto al Presidente del Consiglio. Essa opera nell'area funzionale relativa al coordinamento delle attività di comunicazione istituzionale; alla promozione delle politiche di sostegno all'editoria e ai prodotti editoriali; al coordinamento delle attività volte alla tutela del diritto d'autore.

La relativa delega è stata conferita al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Vito Crimi.

Competenze[modifica | modifica wikitesto]

Le competenze del Dipartimento sono fissate dal DPCM 1º ottobre 2012, modificato dal DPCM 15 dicembre 2014. Il Dipartimento, in particolare:

  • svolge compiti in materia di comunicazione istituzionale, pubblicità e documentazione istituzionale e informazione;
  • provvede alla comunicazione diretta al pubblico sulle attività della Presidenza e del Governo;
  • cura l'istruttoria per la concessione dei premi alla cultura e per il rilascio dei lasciapassare stampa;
  • promuove le politiche di sostegno all'editoria;
  • cura le attività istruttorie relative alla concessione alle imprese editoriali dei contributi diretti e indiretti;
  • esercita le funzioni e i compiti attribuiti alla Presidenza in materia di diritto d'autore e di contrasto alla pirateria digitale e multimediale;
  • svolge, d'intesa con le altre Amministrazioni competenti, compiti di vigilanza sulla Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE).

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Il Dipartimento si articola in due Uffici e in cinque servizi.

  • Ufficio per l'attività di informazione e comunicazione istituzionale e per la tutela del diritto d'autore
  • Servizio per la comunicazione istituzionale
  • Servizio per i rapporti con i mezzi d'informazione
  • Servizio per la tutela del diritto d'autore e dei diritti connessi e per la vigilanza sugli enti di intermediazione del diritto d'autore
  • Ufficio per il sostegno all'editoria
    Servizio per il sostegno diretto alla stampa
    Servizio per il sostegno alle emittenti radio televisive e agli investimenti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 416/1981, art. 10, istitutivo del servizio dell'editoria

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]