Difesa Cambridge Springs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Difesa Cambridge-Springs)
Jump to navigation Jump to search
Difesa Cambridge Springs
abcdefgh
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
c8 alfiere del nero
e8 re del nero
f8 alfiere del nero
h8 torre del nero
a7 pedone del nero
b7 pedone del nero
d7 cavallo del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
c6 pedone del nero
e6 pedone del nero
f6 cavallo del nero
a5 donna del nero
d5 pedone del nero
g5 alfiere del bianco
c4 pedone del bianco
d4 pedone del bianco
c3 cavallo del bianco
e3 pedone del bianco
f3 cavallo del bianco
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 pedone del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
d1 donna del bianco
e1 re del bianco
f1 alfiere del bianco
h1 torre del bianco
8
77
66
55
44
33
22
11
abcdefgh
Mosse1. d4 d5 2. c4 e6 3. Cc3 Cf6 4. Ag5 Cbd7 5. e3 c6 6. Cf3 Da5
Codice ECOD52
Evoluzione diGambetto di donna rifiutato

La difesa Cambridge-Springs è un'apertura degli scacchi caratterizzata dalle mosse:

1.  d4 d5
2.  c4 e6
3.  Cc3 Cf6
4.  Ag5 Cbd7
5.  e3 c6
6.  Cf3 Da5

Il primo ad adottare questa variante è stato Wilhelm Steinitz in una partita contro Joseph Blackburne giocata a Londra nel 1863 (Steinitz vinse la partita)[1]. Nel 1892 la giocò anche Emanuel Lasker, con successo, in una partita contro Albert Hodges facente parte di una serie di mini-match contro giocatori del Manhattan Chess Club. [2]

Il nome deriva però dal torneo di Cambridge Springs 1904, in cui questa variante venne giocata tre volte.[3]

L'adozione della difesa Cambridge Springs è stata decisiva in tre campionati del mondo:

  • Alekhine-Euwe 1935:  lo sfidante Max Euwe vinse con il nero la 25a partita, portandosi in vantaggio diventando poi il 5° campione del mondo. [5]
Poster del torneo di Cambridge Springs 1904.

Anche Magnus Carlsen ha adottato qualche volta questa difesa, per esempio contro Boris Gelfand nel torneo dei candidati di Londra 2013. Vinse la partita e si classificò pari primo con Vladimir Kramnik. Venne però dichiarato vincitore del torneo per aver vinto più partite (cinque contro le quattro di Kramnik). [7]

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

La continuazione più usuale è 7. Cd2 (considerata la variante principale), ma anche 7. cxd5 (var. di cambio) è stata giocata molte volte con buoni risultati. La presa 7. Axf6 non è considerata molto buona, in quanto in un eventuale finale il bianco non ha l'alfiere delle case nere. Se il bianco gioca 7. Ad3 il nero risponde con 7...Ce4, incrementando la pressione sulla casa c3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Sid Pickard, The games of Wilhelm Steinitz, First World Champion, Dallas, Pickard & Son, 1995, p. 16.
  2. ^ Vedi la partita Hodges–Lasker, New York 1892
  3. ^ Peraltro con scarso successo: Marshall–Teichmann (1-0), Schlechter–Teichmann (1-0) e Hodges–Barry (½-½).
  4. ^ La partita Capablanca–Alekhine, Buenos Aires 1927
  5. ^ La partita Alekhine–Euwe, Olanda 1935
  6. ^ La partita Karpov–Kasparov, Mosca 1984
  7. ^ La partita Gelfand–Carlsen, Londra 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi