Trappola di Monticelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Trappola di Monticelli
abcdefgh
8
Chessboard480.svg
a8 torre del nero
b8 cavallo del nero
d8 donna del nero
f8 torre del nero
g8 re del nero
a7 pedone del nero
b7 alfiere del nero
c7 pedone del nero
d7 pedone del nero
f7 pedone del nero
g7 pedone del nero
h7 pedone del nero
b6 pedone del nero
e6 pedone del nero
g5 cavallo del bianco
c4 pedone del bianco
d4 pedone del bianco
c3 cavallo del nero
g3 pedone del bianco
a2 pedone del bianco
b2 pedone del bianco
c2 donna del bianco
e2 pedone del bianco
f2 pedone del bianco
g2 alfiere del bianco
h2 pedone del bianco
a1 torre del bianco
e1 re del bianco
h1 torre del bianco
8
77
66
55
44
33
22
11
abcdefgh
Mosse1.d4 Cf6
2.c4 e6
3.Cf3 Ab4+
4.Ad2 Axd2+
5.Dxd2 b6
6.g3 Ab7
7.Ag2 O-O
8.Cc3 Ce4
9.Dc2 Cxc3
10.Cg5
Codice ECOE11
Origine del nomeMario Monticelli
Evoluzione diDifesa Bogo-indiana

La trappola di Monticelli è una trappola d'apertura nella difesa Bogo-indiana, così chiamata in onore del Grande maestro italiano Mario Monticelli, che per primo la giocò durante una partita contro Ladislav Prokeš a Budapest nel 1926[1].

È caratterizzata dalla sequenza di mosse:

1. d4 Cf6(?) (difesa indiana)
2. c4 e6 3. Cf3 Ab4+ (difesa Bogo-indiana)
4. Ad2 Axd2+ 5. Dxd2 b6 6. g3 Ab7 7. Ag2 O-O 8. Cc3 Ce4 9. Dc2 Cxc3

Il Bianco ha a disposizione la ricattura del cavallo in c3, apparentemente naturale a causa dello svantaggio materiale del bianco, ma può invece giocare 10. Cg5! (vedi diagramma) e ora il Nero deve affrontare la doppia minaccia del matto con 11. Dxh7# e di 11. Axb7 con guadagno da parte del Bianco di un alfiere ed una torre.

Si credette inizialmente che in questa posizione il vantaggio del Bianco fosse decisivo [2], ma qualche anno dopo José Raúl Capablanca dimostrò come questa trappola non fosse irrefutabile riuscendo a pareggiare con i Neri una partita contro Max Euwe ad Amsterdam nel 1931. La partita tra l'ex e il futuro Campione del mondo ebbe il seguito:

10. …Ce4! 11. Axe4 Axe4 12. Dxe4 Dxg5 13. Dxa8 Cc6 14.Db7 Cxd4 15. Td1 c5 16. e3 Cc2+ 17. Rd2 Df5 18. Dg2 Cb4 19. e4 Df6 20. Rc1 Cxa2+ 21. Rb1 Cb4 22. Txd7 Cc6 23. f4 e5 24. Thd1 Cd4 25. Txa7 exf4 26. gxf4 Dxf4 27. Te1 Cf3 28. Te2 Cd4 29. Te1 (½-½).

Secondo il Megadatabase 2008 della Chessbase, nella pratica di gioco dopo 10. Cg5 il Bianco vince il 22% delle partite, ne pareggia il 66% e ne perde il 7%. Porta il Codice ECO E11, che la classifica come variante minore della difesa Bogo-indiana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Scacchi Portale Scacchi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di scacchi