Candela (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Candela
comune
Candela – Stemma
Candela – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Apulia.svg Puglia
ProvinciaProvincia di Foggia-Stemma.svg Foggia
Amministrazione
SindacoNicola Gatta (lista civica "Guardiamo Avanti Candela") dal 16-5-2011 (3º mandato dal 04-10-21)
Territorio
Coordinate41°08′N 15°31′E / 41.133333°N 15.516667°E41.133333; 15.516667 (Candela)
Altitudine474 m s.l.m.
Superficie96,82 km²
Abitanti2 517[2] (31-5-2022)
Densità26 ab./km²
Comuni confinantiAscoli Satriano, Deliceto, Melfi (PZ), Rocchetta Sant'Antonio, Sant'Agata di Puglia
Altre informazioni
Cod. postale71024
Prefisso0885
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT071009
Cod. catastaleB584
TargaFG
Cl. sismicazona 1 (sismicità alta)[3]
Cl. climaticazona D, 1 986 GG[4]
Nome abitanticandelesi
Patronosan Rocco[1]
Giorno festivo16 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Candela
Candela
Candela – Mappa
Posizione del comune di Candela nella provincia di Foggia
Sito istituzionale

Candela (Cannéla in dialetto locale[5][6]) è un comune italiano di 2 517 abitanti[2] della provincia di Foggia in Puglia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'abitato sorge su due colline dette di San Rocco e di San Tommaso, parte del settore meridionale dei monti Dauni meridionale. Nel territorio comunale, compreso fra i fiumi Carapelle e Ofanto, termina il suo percorso il tratturo Pescasseroli-Candela, l'antica via erbosa della transumanza lunga 211 km.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Candela.

Il clima si caratterizza per le escursioni termiche piuttosto marcate. Le precipitazioni sono alquanto scarse.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'8 settembre 1902, durante uno sciopero indetto dai braccianti locali, scoppiò una rissa tra alcuni manifestanti ed un brigadiere dei carabinieri intervenuto per scortare un carro che trasportava alcuni crumiri. Alla vista della zuffa, gli altri militari accorsi aprirono il fuoco sui contadini che risposero con una sassaiola. Al termine della sparatoria si contarono cinque morti[7]. Il brigadiere, inseguito, mentre cercava riparo sparò ad altre quattro persone estranee ai fatti. Al termine della giornata si contarono 8 morti, numerosi feriti e oltre 180 arresti tra cui il capo lega Magaldi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Candela è sede della chiesa di San Tommaso apostolo[8], databile al primo millennio.[9]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[10]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla lingua italiana, nell'ambito del territorio comunale di Candela si parla il dialetto candelese[11], appartenente al gruppo dauno-irpino in quanto presenta caratteri di transizione verso i dialetti irpini parlati nell'estremo entroterra della Campania.[12]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • 8 settembre 1902: eccidio di Candela, i carabinieri sparano sui manifestanti (lavoratori della terra, artigiani) uccidendo 8 persone e ferendone altre 20.
  • 16-18 agosto: festa di San Rocco, con celebrazioni religiose ed eventi musicali
  • 16-17-18 maggio: 32°Rally Puglia & Lucania, gara automobilistica valida per il Campionato del Centro Europa e per i Campionati Italiani Rally Terra e Cross Country Rally.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

In località Palino, a nord del torrente Calaggio, sorgono numerosi pozzi attrezzati per l'estrazione di idrocarburi fossili[13].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Candela dispone di un casello autostradale dell'autostrada A16 Napoli-Canosa, che assicura i collegamenti tra la Puglia e la Campania, e di una stazione ferroviaria sulla linea Foggia-Potenza; è inoltre attraversato dalla SS 655 Bradanica.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
16 giugno 1988 7 giugno 1993 Amato Giuseppe Tartaglia Partito Comunista Italiano
Partito Democratico della Sinistra
Sindaco [14]
7 giugno 1993 28 aprile 1997 Donato Sena Democrazia Cristiana
Cristiani Democratici Uniti
Sindaco [14]
28 aprile 1997 14 maggio 2001 Donato Sena Cristiani Democratici Uniti Sindaco [14]
14 maggio 2001 30 maggio 2006 Savino Antonio Santarella Casa delle Libertà Sindaco [14]
30 maggio 2006 17 maggio 2011 Savino Antonio Santarella Casa delle Libertà Sindaco [14]
17 maggio 2011 5 giugno 2016 Nicola Gatta Il Popolo della Libertà
Unione di Centro
Sindaco [14]
5 giugno 2016 in carica Nicola Gatta lista civica "Guardiamo Avanti Candela" Sindaco [14]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La locale squadra di calcio è l'ASD Maroso Candela 1950, dedicata a Virgilio Maroso, giocatore vicentino del Grande Torino, scomparso nella tragedia di Superga del 1949. A Candela ha sede anche una società di tiro a segno i cui tesserati hanno ottenuto diverse vittorie ai campionati giovanili italiani.

Dal 2013 è sede dell'Organizzazione del Rally Puglia & Lucania, gara nata nel 1965 che si svolge da sempre su percorsi ricavati contemporaneamente nelle due Regioni, nonché uno degli Eventi Sportivi più titolati perché valido per due Campionati Italiani e per 1 Campionato Europeo. È organizzato dalla Sports Marketing & Management, Società Sportiva Dilettantistica a r.l., con sede in Melfi (PZ).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Candela, su Tuttitalia. URL consultato il 23 novembre 2021.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 maggio 2022 (dato provvisorio).
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ Poesie-Racconti, su Dialettando. URL consultato il 25 marzo 2019.
  6. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 129, ISBN 88-11-30500-4.
  7. ^ Bonculture - L'eccidio di Candela: quando la lotta per il diritto al lavoro partiva dalla campagna
  8. ^ Chiesa di san Tommaso apostolo in Candela, su beweb.chiesacattolica.it. URL consultato il 21 maggio 2020 (archiviato il 21 maggio 2020).
  9. ^ Giuseppe Capano, Riapre al culto la chiesa di San Tommaso, una delle più antiche d’Italia. Festa a Candela, su immediato.net (archiviato il 1º novembre 2019).
    «Una delle Chiese più antiche d'Italia»
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  11. ^ Mappa delle lingue e dei dialetti parlati in Campania, su Napoli Today. URL consultato il 1º novembre 2018 (archiviato il 1º novembre 2018).
  12. ^ Michela Russo, Metafonesi opaca e differenziazione vocalica nei dialetti della Campania, 2002 (archiviato il 15 ottobre 2020).
  13. ^ Inquadramento geologico dell'Appennino Meridionale e relativi sistemi petroliferi (PDF), su Atti ticinensi.
  14. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN730145424597086830429 · WorldCat Identities (ENviaf-730145424597086830429
  Portale Puglia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Puglia