Ashraf Ghani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ashraf Ghani
Aschraf Ghani MSC 2017 2 (cropped).jpg
Ghani nel 2017.

Presidente della Repubblica Islamica dell'Afghanistan (in esilio)
Durata mandato 29 settembre 2014 –
15 agosto 2021 (de facto)
Vice presidente Abdul Rashid Dostum (2014-2020)
Amrullah Saleh (Primo vicepresidente, 2020-2021)
Muhammad Sarwar Danish (Secondo vicepresidente, ?-2021)
Predecessore Hamid Karzai
Successore Hibatullah Akhundzada (de facto; come Emiro dell'Emirato islamico dell'Afghanistan)
Amrullah Saleh (de iure - autoproclamato; come 3º Presidente della Repubblica islamica dell'Afghanistan)

Ministro delle finanze della Repubblica Islamica dell'Afghanistan
Durata mandato 2 giugno 2002 –
14 dicembre 2004
Presidente Hamid Karzai
Predecessore Hedayat Amin Arsala
Successore Anwar ul-Haq Ahady

Rettore dell'Università di Kabul
Durata mandato 22 dicembre 2004 –
21 dicembre 2008
Predecessore Habibullah Habib
Successore Hamidullah Amin

Dati generali
Partito politico Indipendente
Titolo di studio dottorato di ricerca
Università Università americana di Beirut, Columbia University

Mohammad Ashraf Ghani Ahmadzai (pashtu: اشرف غني احمدزی, dari: اشرف غنی احمدزی; Lowgar, 19 maggio 1949) è un politico ed economista afghano, Presidente della Repubblica Islamica dell'Afghanistan dal 29 settembre 2014 al 15 agosto 2021 (de facto).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ghani è nato nel 1949 nella provincia di Logar nel Regno dell'Afghanistan. Appartiene alla tribù Ahmadzai Pashtun.

Come scambio studentesco, Ghani frequentò la Lake Oswego High School a Lake Oswego, in Oregon, e si diplomò con la classe del 1967. Inizialmente voleva studiare legge, ma poi si iscrisse in antropologia culturale. Ghani ha frequentato l'American University di Beirut dove ha conseguito la laurea nel 1973 e, successivamente, ha frequentato la Columbia University, dove ha conseguito il master nel 1977 e un dottorato di ricerca nel 1983.

Dopo la laurea, Ghani ha fatto parte della facoltà dell'Università di Kabul (1973-77) e dell'Università di Aarhus in Danimarca (1977). Dopo il dottorato di ricerca, ha insegnato all'Università della California, Berkeley nel 1983, e poi alla Johns Hopkins University dal 1983 al 1991. Ha anche frequentato il programma di formazione per la leadership della Harvard Business School. La sua ricerca accademica è stata sulla costruzione dello stato e sulla trasformazione sociale.

Banca Mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Ghani è entrato a far parte della Banca Mondiale nel 1991, lavorando a progetti in Asia orientale e meridionale durante la metà degli anni '90.

Presidente dell'Afghanistan[modifica | modifica wikitesto]

È stato eletto presidente dell'Afghanistan il 21 settembre 2014. Ghani è stato anche ministro delle Finanze durante la presidenza di Karzai ed è stato anche rettore dell'Università di Kabul.

Ghani è arrivato quarto nelle elezioni presidenziali del 2009, alle spalle di Hamid Karzai, Abdullah Abdullah e Ramazan Bashardost. Nel primo turno delle elezioni presidenziali 2014, Ghani arrivò secondo con il 31,5% dei voti, mentre lo sfidante Abdullah si assicurò il 45% dei voti.

Entrambi i candidati hanno continuato a contestare il ballottaggio che si è tenuto il 14 giugno 2014, fino a settembre quando Ashraf Ghani venne riconosciuto dal Comitato Elettorale Indipendente afghano come legittimo vincitore, diventando così Presidente della Repubblica Islamica dell'Afghanistan.

Governo in esilio[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 agosto 2021, a seguito del crollo del governo afgano e della conquista da parte dei Talebani di Kabul, Ghani e la sua famiglia sono fuggiti dall'Afghanistan per dirigersi negli Emirati Arabi Uniti.[1][2][3][4]

Il 17 agosto 2021, tramite un tweet, il Primo Vice Presidente Amrullah Saleh si è autoproclamato il suo successore, secondo quanto stabilito dalla Costituzione Afghana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Afghan president Ashraf Ghani has left the country as Taliban move on Kabul, in The Globe and Mail, 15 agosto 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  2. ^ (EN) Tom Batchelor, Afghan president Ashraf Ghani flees capital Kabul for Tajikistan as Taliban enter city, in The Independent, 15 agosto 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  3. ^ (EN) Taliban enter Afghan capital, official says President Ghani has left for Tajikistan, in Reuters, 15 agosto 2021. URL consultato il 15 agosto 2021.
  4. ^ Uzbekistan Fuga, su tgcom24.mediaset.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN120073575 · ISNI (EN0000 0001 0656 1085 · LCCN (ENn89634247 · GND (DE142888850 · BNF (FRcb15928355v (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n89634247