Albert Espinosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Albert Espinosa il 5 ottobre 2016

Albert Espinosa i Puig (Barcellona, 5 novembre 1973) è uno scrittore, regista e sceneggiatore spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

A 14 anni gli è stato diagnosticato un osteosarcoma a causa del quale ha subito l'amputazione di una gamba. Le metastasi diffuse nel corpo hanno reso necessarie l'asportazione di un polmone all'età di 16 anni e di parte del fegato a 18. Ha trascorso in totale dieci anni entrando e uscendo dagli ospedali, esperienza da cui ha tratto ispirazione per la sua produzione teatrale, letteraria e cinematografica.

A 19 anni ha iniziato gli studi di ingegneria industriale presso l'Università politecnica della Catalogna. In quel periodo ha cominciato a interessarsi anche al teatro, entrando a far parte di una compagnia amatoriale denominata Enginyteatre.

Dal primo libro di Espinosa viene tratta la serie televisiva catalana Polseres vermelles, che a sua volta ispira la prima stagione della fiction di Rai 1 Braccialetti rossi, composta da sei episodi - il primo dei quali è andato in onda il 26 gennaio 2014 - dalla durata di cento minuti ciascuno. Prodotta da Rai Fiction e Palomar in collaborazione con Big Bang Media, la serie, diretta da Giacomo Campiotti, racconta la storia dell'amicizia di sei ragazzi (dagli undici ai diciassette anni) che loro malgrado si conoscono in ospedale e che insieme imparano a ridere, piangere ed emozionarsi, si danno coraggio a vicenda trovando la voglia di sopravvivere alla malattia che li ha colpiti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Los pelones (1995)
  • Un novato en la ETSEIB (1996)
  • Palabras póstumas (1997)
  • La historia de Marc Guerrero (1998)
  • Retazos (1999)
  • 4 bailes. (2002)
  • Tu vida en 65 (2002)
  • Això no és vida. (2003)
  • No me pidas que te bese, porque te besaré (2004)
  • El club de les palles (2004)
  • Idaho y Utah (nanas para nenes malitos) (2006)
  • El gran secret (2006)
  • El petit secret (2007)
  • El fascinant noi que treia la llengua quan feia treballs manuals (2009)
  • Els nostres tigres beuen llet (2013)

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 – Premio Butaca come Miglior testo teatrale, per l'opera Tu vida en 65
  • 2004 – Premio del Cine Vasco alla Migliore sceneggiatura, per il film Quarto piano
  • 2004 – Premio GAC alla Migliore sceneggiatura, per il telefilm Tempus fugit
  • 2004 – Ninfa d'oro per la Migliore sceneggiatura, per Tempus fugit
  • 2006 – Premio TeatreBCN, per Idaho y Utah (nanas para nenes malitos)
  • 2007 – Premio Barcelona Cinema alla Migliore sceneggiatura, per Tu vida en 65

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN4322999 · ISNI (EN0000 0000 7824 2836 · LCCN (ENn2004046157 · GND (DE13939124X · BNF (FRcb16146010r (data) · BNE (ESXX1592254 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2004046157