Tueret

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una raffigurazione di Tueret insieme a Uadjet, rappresentato da un cobra

Tueret, Tauret o (in greco) Thoueris è una divinità egizia raffigurata con le fattezze di una femmina d'ippopotamo gravida. Il nome è traslitterato anche come Taweret, Taurt, Tuat, Taouris, Tuart, Ta-weret, Tawaret, Twert, Taueret e Thueris.

t G1 G36
r
I15


variante

t G1 G36
r
t
H8
I15

t3 wrt - tauret - la Grande

Protettrice delle donne incinte e dei bambini vegliava anche sul sonno. Alla sua immagine è legato il glifo

V17

s3 - protezione rappresentante un amuleto magico.

Nell'ambito dei riti funerari Tueret veniva considerata la madre del sole, quindi collaborava alla sua rinascita quotidiana, oltre ad aiutare il defunto a rinascere a nuova vita.
L'ippopotamo è la forma di uno dei tre letti (le altre sono vacca e leone) su cui i defunti erano posti in sequenza per permettere loro il viaggio nell'aldilà.

Talvolta era associata a Bes, Amon-Ra, Seth e Osiride, e veniva raffigurata con i seni umani, alzata dritta su due zampe, appoggiata al nodo protettivo, con una coda di coccodrillo sul dorso.

Come divinità stellare appare in funzione di misuratrice del tempo.

Citazioni in opere moderne[modifica | modifica sorgente]

Una gigantesca statua di Tueret si trova nell'isola della serie televisiva Lost.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Tosi, Mario - Dizionario enciclopedico delle divinità dell'antico Egitto - ANANKE, Torino 2004 - ISBN 88-7325-064-5

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]