Nefertum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Immagine di Nefertum

Nephertum era il dio della regione di Menfi, la capitale dell'Antico Regno egizio. Secondo la leggenda era figlio del dio Ptah e della dea Sekhmet. Nefertum era il dio dei profumi[1].

Viene chiamato anche Ra giovane[2].

Secondo alcuni Egiziani, dalle sue lacrime nascono uomini.

Menzione nella Duat[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Libro dei morti.
«  Rise come Nefertem dal giglio d'acqua blu, per le narici di Ra, e uscirà su l'orizzonte ogni giorno »

[3].

In una punto del Libro dei Morti, il testo che parla della Duat e dei defunti che l'attraversano, viene fatta la menzione qui sopra su Nefertum.

Triade[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Triadi egizie.

Nefertum fa parte della triade di Menfi, insieme ai genitori Ptah e Sekhmet.

Parentele[modifica | modifica wikitesto]

Genitori[modifica | modifica wikitesto]

Ptah[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ptah.

Ptah era il dio della conoscenza ed era il protettore degli artisiti, artigiani e orefici. Viene rappresentato con una cuffia blu che non fa vedere i capelli.

Sekhmet[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sekhmet.

Sekhmet era la dea leonessa della guerra, raffigurata spesso con un'arma in mano.

Altri parenti[modifica | modifica wikitesto]

Bastet[modifica | modifica wikitesto]

Bastit è la zia di Nefertem.

Fratelli[modifica | modifica wikitesto]

Imhotep[modifica | modifica wikitesto]

Imhotep è il fratello adottivo di Nefertum

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storica Inverno 2011
  2. ^ www.miezewau.it/nefertum.htm
  3. ^ Dalla Wikipedia in lingua inglese

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]