Sebastiano Siviglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sebastiano Siviglia
Sebastiano Siviglia.jpg
Sebastiano Siviglia alla presentazione delle maglie della Lazio durante la stagione 2008-2009
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Lazio Lazio (Giov. Reg.)
Ritirato 2011 - giocatore
Carriera
Giovanili
Reggina Reggina
Squadre di club1
1989-1990 Bianco e Azzurro.svg Audax Ravagnese 23 (0)
1990-1993 Parma Parma 0 (0)
1993-1996 Nocerina Nocerina 87 (2)
1996-1998 Verona Verona 58 (1)
1998-2001 Atalanta Atalanta 88 (3)
2001-2002 Roma Roma 5 (0)
2002-2003 Parma Parma 2 (0)
2003 Atalanta Atalanta 17 (0)
2003-2004 Lecce Lecce 31 (0)
2004-2010 Lazio Lazio 158 (10)[1]
Carriera da allenatore
2011 Monterotondo Monterotondo
2012-2013 Nocerina Nocerina Primavera
2013- Lazio Lazio Giov. Reg.
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 gennaio 2011

Sebastiano Siviglia (Palizzi, 29 marzo 1973) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, tecnico della categoria Giovanissimi regionali della Lazio[2].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli esordi nell'Audax Ravagnese di Reggio Calabria, ha giocato in diverse squadre italiane come Parma, Nocerina, Verona, Atalanta, Roma e Lecce.

Nel 2004, all'età di 31 anni, è stato uno dei primi acquisti della Lazio nell'era Lotito (con la formula del prestito); esordisce con la maglia numero 5 nella stagione 2004-2005.

Al termine della stagione ritorna alla sua società di appartenenza, il Parma, venendo messo fuori rosa finché non viene svincolato dalla società ducale a mercato estivo concluso. Siviglia quindi si accorda nuovamente con la Lazio, che dal 2005 lo mette sotto contratto.

Nella stagione 2005-2006 sceglie la maglia numero 13, quella che fu di Alessandro Nesta, e gioca sotto la direzione del tecnico riminese Delio Rossi.

Nell'annata successiva riesce a mettere a segno 3 reti in 32 gare. Nella stagione 2007-2008 colleziona 22 presenze in campionato realizzando anche un gol in casa della Juventus.

L'anno seguente, alla quarta giornata di campionato, realizza la rete del 3-0 sulla Fiorentina sul cross del compagno di squadra Pasquale Foggia.

Nella stagione 2009-2010 Siviglia viene nominato vice-capitano della squadra. Un suo gol messo a segno contro la Fiorentina ha permesso alla Lazio di pareggiare il match per 1-1. Al termine della stagione, dopo 158 presenze e 10 gol in serie A con la maglia laziale, non rinnova il contratto.[3]

Rimasto in regime di svincolo, il centrale calabrese decide di fermarsi per un periodo dal calcio giocato.

Da gennaio 2011 riprende ad allenarsi con la Reggina, che valuta un suo eventuale tesseramento[4], pochi giorni dopo, però, Siviglia annuncia il ritiro.[5]

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dall'8 aprile 2011 diventa allenatore del Monterotondo, lasciando però l'incarico a fine stagione.

Da febbraio 2012 la Nocerina lo ingaggia come tecnico della squadra Primavera.[6]

Il 10 dicembre 2012 inizia a frequentare a Coverciano il corso di abilitazione per il master di allenatori professionisti Prima Categoria-Uefa Pro.[7]

Il 10 agosto 2013 viene ingaggiato dalla Lazio come allenatore della squadra della categoria Giovanissimi regionali.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Lazio: 2008-2009
Roma: 2001
Lazio: 2009

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Parma: 1992-1993

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le presenze del periodo in prestito dal Parma (stagione 2004-2005) sono state sommate alle altre
  2. ^ Sslazio.it
  3. ^ Svincolati 2010: sono oltre 200 sportmediaset.mediaset.it
  4. ^ Seby Siviglia si allena con la Reggina www.reggionelpallone.it
  5. ^ Reggina, Siviglia dice addio al calcio www.reggionelpallone.it
  6. ^ Siviglia e la nuova vita in panchina: è il nuovo allenatore della Primavera della Nocerina www.tuttomercatoweb.com
  7. ^ Master Uefa a Coverciano: iscritti anche Stramaccioni e Inzaghi calciomercato.com, 5 dicembre 2012

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]